Dal gruppo FB "Dragon Life"

Dal gruppo FB "Dragon Life"
Gruppo creato da " Il Rifugio degli Elfi " link su immagine - FB https://www.facebook.com/groups/1481388275215394/

Dove trovarmi

mercoledì 4 settembre 2013

Knoblauchsuppe - Zuppa all'aglio

La mia cara amica e concittadine Tatiana del blog  http://cucinaincontroluce.wordpress.com/ mi chiese se avevo la ricetta di questa zuppa che è una delle tante di cui gli austriaci sono maestri ed in qualsiasi trattoria, birrerie o simili nel lista menu non manca mai una bella scelta di zuppe.
Possiedo naturalmente una vecchia ricetta della nonna ma mi sono portata anche altre ricevute da signore carinziane doc. conosciute al campeggio - ovviamente le ho anche gustate.
Di questa zuppa esiste anche una versione francese semplice nell'esecuzione ma particolare e naturalmente tantissime sono le versioni per questa zuppa non ultima ma poco conosciuta la versione ceca che si può mangiare a Praga.
Le versioni sono proprio tante come le aggiunte apportate da cuoche professioniste e semplici casalinghe che passano dal formaggio al prosciutto a striscioline, pane tostato a pezzetti, con o senza uova, panna ecc. ecc.

Qui vi riporto due versioni, la mia e dell'amica austriaca e le foto sono sue, le abbiamo gustate assieme entramber le versioni. 

Zuppa all'aglio (versione di casa mia)

Ingredienti per 4 persone
2 teste aglio complete
400 ml di brodo di verdura o di pollo (anche dado o granulato o gelatina)
400 ml di vino bianco
400 ml di panna fresca
3 patate medie
3 cucchiai di olio evo
sale e pepe
un pò di panna acida (potete farla anche voi panna+ypugurt oppure succo limone)

(i pezzetti che vedete sono fettina d'aglio abbrustolite - la foto è della mia amica austriaca che ha fatto la mia versione)


Preparazione
Pelare gli spicchi d'aglio e cuocerli in una padella con olio ma attenzione non devono diventare neri ma rimanere cotti senza prendere molto colore.
Poi aggiungere il brodo ed il vino e la panna e lasciar cuocere per 90 minuti a fuoco non alto deve quasi sobbollire non bollire forte.
Nel frattempo cuocere dopo averle pelate le patate che vi serviranno per addensare la zuppa.
Passati i 90 minuti con un Minipir - frullino ad immersione - fate diventare il tutto una crema.
Poi aggiungete man mano le patate sempre frullando fino a raggiungere la consistenza che volete dare alla zuppa se molto o poco fissa.
Aggiungere pepe e sale ed assaggiare se saporito come lo desiderate e quando lo avete impiattato in piatti fondi o terrine coprite con una bella cucchiaiata di panna acida che avrete leggermente sbattuto per renderlo più cremoso e addensato.

Potete servirla sia calda che tiepida non fredda per via della panna ed accompagnarla con crostini di pane saltati in padella oppure con fette di pane sciocco tosto oppure mettete voi vicino quello che vi aggrada.



Zuppa all'aglio (versione della gentile signora austriaca del campeggio) 

Ingredienti per 4 persone
8 spicchi d'aglio (non teste d'aglio complete)
1 cucchiaio di burro

1 cucchiaio di farina
1 litro di brodo (a piacere)
2 cucchiaio di formaggio molle
125 ml di panna acida
4 fette di pane da toast
150 gr di formaggio gratuggiato /lei ha usato l'emmentaler)
1 cucchiaino di granulato di aglio (aglio secco)
pepe q.b.
1 cucchiaio di prezzemolo
burro e sale se trovate quello con erbe secche altrimenti un sale affumicato o quello che gradite
burro q.b.


 (la foto è sempre della mia amica austriaca che ha fatto la sua versione fotografando il piatto ed i pezzetti sono pane e aglio fritto)


Preparazione
Pressare o tagliare molto fine gli spicchi d'aglio e in una padella assieme al prezzemolo far appassire.
Aggiungere la farina continuando a mescolare in modo che non formi grumi o si attacchi al fondo al caso aggiungere ancora un pò di burro. Aggiungere il pepe ed il brodo e lasciar cuocere per almeno 1 ora a fuoco basso. Aggiungere dopo 30 minuti il fornaggioo molle affinchè si amalgami con la zuppa. Poi prima dell'ora aggiungere anche la panna acida.
Assaggiare se mancante di pepe o sale.
Tagliare il pane per toats a piccoli quadretti e farli tostare in una padella con il burro e quando quasi croccanti aggiungere il sale che avete scelto ed il granulato d'aglio ed il formaggio gratuggiato all'ultimo momento che si fonda con il pane poi spegnete e lasciate raffreddare.
Impiattate nei piatti fondi o ciotole la zuppa, aggiungete all'ultimo momento il pane e servite subito.

Esiste anche una versione particolare francese gentilmente datami da una delle mie conoscenze del campeggio ma non riesco a trovare la ricetta e spero che me la rimandi via email...la sto aspettando.
Comunque tutte quelle che ho provato non lasciano assolutamente il "cosidetto fiatone d'aglio".
Non resta altro che provare.


Buona giornata a tutti.

Stampa il post

28 commenti:

  1. mmm questa zuppa sembra deliziosa..
    avrei solo paura del post zuppa.. sai, c'è l'aglio! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non lascia il retrogusto diciamo è la cottura che la elimina comunque ricordati di levare l'anima dell'aglio è quello il problema...ciaoooo buona serata.

      Elimina
  2. Sembra deliziosa... ma non mangio l'aglio.
    La marmellata di fagioli rossi, viene preparata cuocendo i fagioli rossi e lo zucchero piano piano. Da tua domanda, ho allegato l'indirizzo delle immagini. Il gusto è simile a quella di castagna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ti ho risposto chiedendo ancora delucidazioni. Buona serata cara.

      Elimina
  3. Deliziosa, da provare grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' veramente squisita e ti assicuro senza retrogusto. Buona serata

      Elimina
  4. Lo so che l'aglio fa bene ma neanch'io lo uso.
    A mia mamma piace molto e lo mette in ogni piatto, porterò la ricetta a lei, sarà felice di sperimentare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono come tua mamma lo metterei dappertutto e lo metto nell'insalata nel pollo alle volte uso quello secco granulato.Ormai tutti sono abituati ma dicono che non ho alito....quindi si vede che lo tratto nel modo giusto.
      Sappimi dire sono sicura che le piacerà.

      Elimina
  5. Io adoro l'aglio, senza aglio non e' la stessa cosa.Ottima zuppa, la replicherò
    A Presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te pienamente. prova è super. Ciaoooo

      Elimina
  6. Mi piace tanto l'aglio e la zuppa ha un aspetto molto invitante! Un bacio

    RispondiElimina
  7. Buoooneeee ! era da tempo che le cercavo, grazie Edvige !
    Buona giornata
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere posterò anche ka versione francese ma devo raccogliere le foto e trovare la ricetta nei miei caos.....
      Mandi

      Elimina
  8. Grazie Ed, è una zuppa che adoro perchè è delicatissima (spesso mi sento dire "no, grazie, non amo l'aglio"... e invece quasi nemmeno lo senti, è solo un tocco di sapore in più che rende deliziosa questa zuppa), l'ho sempre ordinata nelle trattorie austriache, ma ora proverò a farla da me, ovviamente iniziando dalla tua versione perchè è più semplice (ma provo anche l'altra)!
    Un bacio, Tatiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si non da alcun problema di retroalito....è delicatissima. Provale entrambre e posterò anche la versione francese la base è la stessa ma poi cambia come aggiunta ingredienti. Bacioni ciaooo

      Elimina
  9. Cara Edvige, ti conosco per i tuoi commenti e la tua sempre attiva presenza allo Starbooks. Adesso sono davvero felice di avere scoperto il tuo blog che è davvero ricco di bellissimi post ed esperienze. Sei un splendida scoperta. Grazie per essere passata a trovarmi.
    Un forte abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pat non potevi farmi complimento più gradito ci tengo alla mia ...diversamente giovane e attiva....grazie di essere passata è un piacere anche per me.
      Buona serata ciaooo.

      Elimina
  10. Ciao Edvige, purtroppo con l'aglio ho un rapporto d'amore odio perché ogni si piazza lì e non c'è verso di farlo scendere ;) Questa zuppa mi attira moltissimo, ma chissà se riuscirei a digerirla. Anche mia mamma adora l'aglio, magari la preparo per lei e ne assaggio un po', ti farò sapere. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco ma puoi ovviare all'inconveniente, non è la stessa cosa ma insomma....lo lasci intero e lo cucini in un pò d'acqua fino a che diventa morbidissimo. Lo togli e poi con l'acqua che sa almeno del sapore d'aglio fai la zuppa puoi anche bollirlo nel latte, poco, ma in questo caso aumenti il quantitativo di aglio visto che poi si butta, Prova. Buona serata.

      Elimina
  11. Adoro le zuppe! Quando vivevo a basel la mia preferita era la kuerbissuppe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco questa zuppa non mi piace tanto la trovo dolce almeno quella che ho gustato. Ciao cara buona giornata

      Elimina
  12. ciao Edvige, complimenti e grazie per queste belle ricettine, semplici ma gustose, ottima presentazione golosa e accattivante,adesso che si e' rinfrescato il tempo, vanno benissimo, ciao buona giornata a presto rosa.) baci
    bellissima l'immagine dei sassi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara si si torna a cucinare volentieri qualcosa di diverso io vado ancora al mare fino alla fine settembre tempo permettendo. Un abbraccio e buona giornata

      Elimina
  13. Ma e super buono. Io avevo alcune buste di zuppa da austria, e i miei bambini (che mangiano quasi esclusivamente pasta e pizza), lo mangiano molto bene
    Io sto per finire le buste e non trovavo la ricetta per farlo io. Grazie mille. Provero tutte due le ricette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie è molto buona. Non trovo il link al blog se ne hai uno me lo mandi? ??? Grazie buon anno 2016

      Elimina