10/05/22

"NEGRONI" il cocktail più famoso al mondo ma esiste anche il "NEGRONI" sbagliato

Lo sapevate che il NEGRONI, il cocktail più famoso al mondo ha anche una versione conosciuta e famosa di chi ama questo cocktail chiamato "il NEGRONI Sbagliato".

Farò un piccolo riepilogo sulla storia di questo cocktail anche se quasi tutti la conoscono ma vi racconterò anche della versione Negroni Sbagliata che a sua volta è diventata famosa ma forse poco conosciuta anche se è nata nella citta sempre in fermento che è Milano.

Ma torniano all'originale.

Il NEGRONI  storico cocktail è nato nel 1919 a Firenze. Il giovane conte Camillo Negroni, metà italiano e metà inglese da parte di madre, dopo una botta presa per una vicenda d'amore parte da Firenze e viaggia in lungo e largo trasportato dalla sua mondanità ma anche da uno spirito avvenutoroso, romantico e ribelle. Approda nello Wyoming per fare il cowboy, a New York dove insegna scherma ed a Londra a freguentare i salotti dell'allora alta società. Acquista in primis nei suoi lunghi viaggi e degustazioni un gusto sopraffino sopra tutto nel bere ed il suo palato come si dice diventa malleabile e attento.

Ritorna a Firenze e nel peridoo che va dal 1917 al 1920 che per convenzione è stata fissata nel 1919, Camillo Negroni in un pomeriggio dei tanti trascorsi sempre allo stesso posto cioè all'aristrocratico Caffè Casoni in via Tornabuoni (poi diventato Caffè Giacosa),   convince il barman Fosco Scarselli ad aggiungere ad una delle bevande più in voga in quel momento l'Americano composto da Vermputh e Selz un po' di GIN.

Il GIN perchè omaggio ai viaggi nel mondo del conte,  nacque così un cocktail che presto diventò per Camillo Negroni "il solito". I clienti  del Caffè Casoni cominciarono a chiedere al barman lo stesso cocktail fino a quando venne chiamata semplicemente " un Negroni" avendo conquistato tutti e sbarcando in ogni locale fuori porta.

Oggi la classica ricetta "un terzo, un terzo, un terzo" fatta di GIN, Campari e Vermouth rosso  ed è secondo la classifica di "The drinks international" il più venduto nel mondo, Ormai sono più di 100 anni che viene servito in ogni parte del globo partendo dall'inizio come un intruglio sconosciuto nato per caso dalla fantasia di un conte che nasce e muore sulle rive dell'Arno.

 

 

NEGRONI
(sembra più scuro ma penso sia effetto luce presa dal web
bargionale.it)

 

 

Lo "sbagliato" è nato al Bar Basso.  Il signor Giuseppe Basso titolare di un osteria in Porta Vigentina a Milano nel periodo monarchico, deve chiudere e deve aspettare che l'Italia diventi Repubblica e quindi nel 1947 si trasferisce in via Plinio e apre il BAR BASSO (senza sapere che sarebbe diventato famoso anni dopo).  E' un piccolo Bar di poche pretese come tanti ma, ventanni dopo entrano nel bar (lo rilevano) mantenendo il nome, due barman veneziani tali Renato Hausmann e Mirko Stochetto. Barman che hanno alle spalle un curriculum invidiabile avendo collaborato con l'hotel Monaco e l'Harry's Bar a Venezia e l'hotel Posta a Cortina d'Ampezzo e siamo arrivati al 1967.

Nel 1972  Mirko Stocchetto nel retro del bar sta miscelando un Negroni e per errore al posto del gin usa le bollicine assieme al Campari Bitter e Vermouth rosso inventando suo malgrado un nuovo cocktail: il Negroni sbagliato.

La differenza, avrete compreso, sta nelle bollicine avendo usato uno spumante brut in sostituzione del gin diventando cosi un cocktail più leggero o comunque meno alcolica. Successo immediato, il locale diventa meta di musicisti come Pino Presti e Roberto Cacciapaglia, di designer come Luigi Serafini, James Irvine e Marc Newson giusto per citarne alcuni.

Suo malgrado il Bar Basso (dell'allora signor Basso) viene ora ricordato, il suo BAR non lui, inventore del Negroni sbagliato.


 

Il Negroni SBAGLIATO

(sembra più chiaro ma anche effetto luce presa dal web

buttalapasta.it)


Sembrano diversi come colore ma io credo sia effetto luce delle foto perchè sia il gin che lo spumante brut sono chiari, forse il brut un po' giallino rispetto al gin che è trasparente.

Io non li ho mai assaggiati perchè detesto il Vermouth che sia rosso o bianco ma, credo che prima o dopo forse tenterò di provarlo anche se solamente un sorso non devo e posso alcolici.

Spero che questa storia vi sia piaciuta.

L'ho trovata su "Libero" del 16 gennaio 2022 sotto il titolo La rivincita italiana. Ovviamente ho fatto un sunto dell'articolo che ho trovato mooolto interessante ma che comunque potrete trovare sul web oltre che la storia anche le ricette e forse qualche altro "sbaglio" che in futuro lo renderà ancora più famoso.

 

 



NOTA Affluente

Avevo già fatto un post parlando del Negroni ma lo avevo contrapposto all'Americano cocktail simile solo che al posto del gin si mette il Selz. Questa volta ho voluto aggiungere ancora altra storia al famoso Negroni e forse facendovi conoscere allo stesso tempo uno nuovo quello Sbagliato.

Chi vuole leggere questo posto lo trovate QUI

 

 

NOTA personale alle Amiche

Con questo post visto tutte le problematiche, la sottoscritta si mette a riposo. Spero ardentemente di riuscire a fare un poco di vacanza dopo quasi 3 anni che non si va da nessuna parte. Quest'anno un poco di relax in qualche campeggio affittando un bungalow ne ho bisogno, ne abbiamo bisogno entrambi perchè anche marito poverino è stressato per le preoccupazioni che gli ho dato.

Se ci riesco vado il mese prossimo spero almeno 2 settimane e quindi ci risentiamo con luglio. Devo cambiare, anzi già iniziato il mio regime alimentare per combattere con la glicemia. Solo prodotti integrali, di cereali, frutta si ma selezionata, verdura no problem, legumi non tutti purtroppo devo tralasciare i più zuccherini. Speriamo che i valori si assestino cosi qualche piccolo strappo lo potrò fare. Ovviamente devo anche inventarmi delle ricette sopra tutto come accostamento alimenti perchè l'attenzione è rivolta anche ai grassi. Chissà forse con ricette a basso tenore glicemico potrò essere utile a qualcuno come tutte le ricette che si trovano per chi ha problemi per glutine che purtroppo è più restruttivo il campo che per quelli che soffrono di diabete.

Un abbraccio a tutti, un arrivederci a presto, auguri a tutte voi per tutto e buon proseguimento.

Passerò lo stesso ai vostri blog per non farmi dimenticare.

 

 


28/04/22

Un saluto alle Amiche

Un doveroso saluto alle Amiche che spero mi voranno scusare la mia assenza.

Mi prendo pausa ancora un pochi di giorni perchè devo riprendermi. Non stò a fare tristezza a voi che mi leggete ma ho dovuto essere ricorverata per un paio di giorni proprio dal 24 al 27 aprile. Nulla di grave ma comunque pesante, nulla a che fare con il virus ma un'infezione che ha determinato un aumento esponenziale della glicemia che già soffrivo.

Ora con le cure adeguate spero di rimettermi e tornare ai vecchi valori ma ci vuole pazienza. Si va sù subito ma per tornare giù ci vuole più tempo.

Cercherò di passare nei vostri bellissimi blog ora che sono rientrata a casa e spero di ritornare anch'io magari non con tanti post a almeno con qualcuno anche se le mie ricette non mancano sui social ci sono di tutto e di più.


Vi auguro un buon proseguimento di mese, ci avvciniamo alla bella stagione ed io spero tanto di fare un poco di vacanze ne avrei veramente bisogno. 

Intanto auguro a voi ogni bene ed a risentirci a presto.

Un abbraccio a tutti

 

 

 



16/04/22

Buona Pasqua 2022

 

 

  

 

 

Quest'anno sembra siano cambiate molte cose sopra tutto non contenti della pandemia, abbiamo anche la Guerra alla porta il che aumenta la nostra fragilità.

Certo una buon fetta di Popolazione Mondiale quindi inclusa la nostra non demorde sul fatto che bisogna riprendere in mano la nostra vita di prima. Ma in fondo la classe cosidetta media che è quelle ch può diventare più povera si è accorta che purtroppo disponibilità di soldi ci sono pochi con l'aumento dell'elettricità, per riscaldamento, per i trasporti il che a fine anno riduce di gran lunga per vacanze o altro. Saranno vacanze brevi ed in occasioni come la presente Pasqua prima uscita ma,  poi l'estate anche se diranno "tutto full o simile" bisogna vedere per quanto tempo. Certo, molti non rinunceranno a costo di prestiti o altri sistemi ma purtroppo la realtà è questa il difficile è ammetterlo. Certo sarò impopolare, fa niente, i ricchi ed i poveri ci saranno sempre.

Abbiamo anche fatto la terza dose "booster" ovviamente per quelli che non sono contrari. Personalmente da persona allergica avrei facilmente potuto ovviare ma, non ritengo giusto far rischiare a mio marito bisogna non essere egoisti e pensare anche agli altri prima che chiuderci in se stessi in nome di una libertà che lede però quella degli altri. Certo, nessun vaccino esistente ci rende immuni ma ci aiuta a superare al meglio il contagio della malattia e di riuscire a superare.

Marito farà le solite uova sode ripiene con sua ricetta segreta :) :), un pò di arrosto per me tutte cose semplici e ci siamo accorti che ora mangiamo meno di prima: tutta salute!!! Bollicine ne abbiamo e, se ci sarà il sole ma non una temperatura mite apparecchierò quest'anno sul balcone di corte verandato che ci permette di stare al chiuso ed all'aperto a secondo del tempo ed in piena luce (una corte interna enorme come una piazza d'armi). Mia figlia, genero e nipote possono uscire se sole e caldo e fare Pasqua nella loro barca con amici e ci sentiremo come al solito: nostra scelta.

Un abbraccio forte cari amici, ancora Buona Pasqua e, forza e corraggio io da vecchietta 78 anni dico sempre che guardando bene forse non tutto viene per nuocere anche il mio  Pacemaker di agosto 2021. Certo il lavoro, la scuola, le chiusura obbligate non sono una bella cosa e la difficoltà di mettere assieme pranzo e cena diventa difficile sopra tutto per le famiglie numerose con un solo introito di stipendio. A loro dico forza, sono parole ma dettate dal cuore da una persona che nel passato sa cosa sia la miseria e la fame più nera ma, forse oggi non siamo ancora arrivati a questo punto.

Faccio mia una considerazione senechiano per come l'interpreto io (Seneca - Il Giovane) che dice che quando si ha avuto un rapporto o altro nella nostra vita così profondo che si gode ancora per ciò che si ha avuto e non per quello che manca ora. Come dire inutile pensare a quello che si è avuto e che quasi sembra irrinunciabile invece di pensare di avere avuto il massimo ed ora cambiare non modifica l'allora ma dobbiamo essere felici del goduto quello che non c'è più ora non si sà, dipenderà da noi.

 

Auguri ovunque voi siate.

 

 

NOTA Affluente

Il bellissimo quadro di auguri mi è stato fatto tempo fa personalizzato per me dall'amica Iole  che voi tutti conoscete ad ogni modo vi ho messo anche il link clic sul suo nome.

Non ho messo alcuna ricetta ne nuova ne vecchia, IG FB e altri social sono invasi da ricette, pranzi Pasquali il cui menu a noi basterebbe per una settima tanto è ricco. La mia misera ricetta non mancherà certamente.

 

 

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole
 Cookie Policy        Privacy Policy