Il riposo della guerriera "Ciccia"

Il riposo della guerriera "Ciccia"
Troppo stanca deve riprendersi per fare la ronda stasera - Foto personale

26/07/12

La Fregola

Mi scuseranno le amiche blogger che hanno postato ricette con la "fregola" ed hanno avuto anche i miei commenti ma io non trovo ma.....non mi ricordo più nemmeno quali e chi  erano...sarà l'età o stà arrivando il rinco....totale ?????

Combinazione ho trovato su un giornale (quale?) un articolo che parla della Sardegna e di questa "fregola" che esiste di tre grandezze:
- fine per le minestrine
- media per accompagnare sughi (dicono arselle) o comunque frutti di mare
- grossa che è adatta ai piatti asciutti da mescolare con verdure, ecc.

In questo stesso articolo è indicato come farlo a casa. Dall'ingrediente principale deduco sia per fare la grandezza "fine" in quanto ritengo che le proporzioni per la media siano metà e metà mentre per la grossa le proporzioni completamente invertite.

 questo sono da questo articolo che non so onestamente a quale rivista appartenga

I piccoli agglomerati di fregola - foto da Wiki


Ingredienti
1 kg di semola fine
200 gr di semola grossa
2 uova
1 bustina di zafferano

In una ciotala rompete le uova, aggiungete lo zafferano ed 1 litro di acqua a temperatura ambiente e mescolare energicamente.
Versare la semola grossa in un recipiente rotondo con i bordi non tanto alti ed il fondo il più possibilmente piatto. Versate un cucchiaio di liquido alla volta amalgamando il tutto con le mani, movimenti circolari senza pressare. Quando si saranno formati dei piccoli agglomerati fate cadere a pioggia un pugno di semola fine e continuate a mescolare alternando con il liquido fino a raggiungere la grossezza desiderata ovvero un agglomerato come una pallina che in questo caso sarà piccola. Questi agglomerati assomiglieranno a quelle della suindicata foto solo che quelle palline rappresentano la grandezza GROSSA.
In una teglia o sulla stessa leccarda coperta da carta da forno, stendete la fregola ottenuta (ovvero le palline) e mettetela in forno a 100 gradi per 30 minuti per farla asciugare. Dopo aumentate il calore del forno fino a 180 gradi per far dorare la fregola facendo attenzione che non si bruci, deve diventare dorata.
La fregola così preparata vi durerà per 12 mesi.

Ovviamente per ottenere una fregola media 500 gr di semola fine e altrettanto di grossa e la grandezza ottenuta sarà la metà dell'immagine, mentre per una grossa dovrete utilizzare 1 kg di semola grossa e 200 di semola fine e le palline saranno grandi.
Se volete aumentare i quantitativi dovrete aggiungere anche uova e zafferano radoppiati ovviamente scegliendo se fine, media o grossa.

Io mi auguro che le mie amiche sarde mi leggano e se ci sono errori siano cosi gentili da correggere in quanto io ho solo riportato quando descritto in quest'articolo.
Se nessuno dice nulla, me la faccio anch'io :DD

Ciaooooo


26 commenti

  1. Cara Edvige non sei la sola che scappano i ricordi può succedere a tutti di dimenticare, vedrai che qualcuno ti rammenterà sicuramente quello che hai dimenticato.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero anch'io buona giornata carissimo
      Edvige

      Elimina
  2. Risposte
    1. thanks for yr visit hav a nice day

      Elimina
  3. Io ho pubblicato diverse ricette con la fregola o fregula, spiegando le diverse dimensioni, ma onestamente non mi sono mai cimentata a prepararla io .... cioè la compro quando vado in Sardegna o su internet dai fornitori sardi e me la gusto alla grande...però si può provare eh???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si mi ricordo che ne abbiamo parlato ma qui proprio nessuno la tiene non sanno nemmeno di cosa parlo, dovrei vdere in qualche negozio di prodotti di altre regioni ma per il mom abbiamo l'Abruzzo soltanto e quelli cosidetti etnici. Proverò farla da sola vediamo cosa succede e poi ti dico..sai io non ho mai acquistato prodotti via internet sinceramente non mi fido sopra tutto quando vogliono pagamenti anticipati. Ho acquistato solo la friggitri De Longhi tramite ePrice che ha un recapito qui a Trieste e si paga all'arrivo previo controllo ovviamente ho fatto un risparmio notevole.
      Ciaooo buon giornata e grazie della visita.

      Elimina
  4. Buonissima la fregola.
    Io la compro già pronta.
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uffa tutti la trovano meno IOOOOOOO....grazie del passaggio bacioni

      Elimina
  5. Edvige cara non fa niente, sei perdonata! :) Perchè questo post è interessantissimo, sopratutto perchè da sarda considero la fregola qualcosa di speciale!! Brava..
    Un bacione*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora capisco che eri anche tu...;(( mamma mia che testa, grazie cara un bacione a te.

      Elimina
  6. Buonissima la fregola, l'ho mangiata in Sardegna!!
    Qui è molto difficile trovarla!!!!
    Un bacio e felice serata!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è per questo che sono stata ben felice di trovare il modo di farla...buona serata anche a te un bacione

      Elimina
  7. non l'ho mai mangiata, mi hai messo voglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io solo una olta a casa di amici che l'hanno portata dalla Sardegna dove sono andati a vivere.Ora so come farla visto che a Trieste io non la trovo. Ciaoo

      Elimina
  8. Non conoscevo questa preparazione. Interessante il formato piccolo da buttare su una bella scodella di brodo caldo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il formato piccolo è proprio per le minestre.ciaooo

      Elimina
  9. Hai ragione, io non so cosa sia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ora l'abbiamo scoperto....ciaoooo

      Elimina
  10. mi fa subito cucina mediterranea la fregola, l'hai spiegata molto bene non tutti sanno come prepararla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta visto che io la fregola a Trieste non la trovo. Grazie della visita e dei tuoi blog si va più a curiosare ricette.....buona fine settimana ciaooo

      Elimina
  11. Ciao Edvige, la fregola non la conoscevo, grazie per avere pubblicato la ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contentissima di aver messo qualcosa che tutti conoscono o meno ma che non avevano idea si potesse fara a casa. Post riuscito.Grazie della visita e buona domenica.

      Elimina
  12. adoro la fregula sarda, la trovo davvero versatile e con moltissimi utilizzi in cucina. Ma quella che preferisco è quella piccola cucinata in brodo con le arselle. Non la so fare partendo dalla semola, ma ho la fortuna di avere molte amiche sarde che non me la fanno mai mancare...

    grazie Edvige!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Giuliana io cosi mi posso arrangiare ma siccome non adoro tanto il brodo preferisco quella grossa o al limite la media.Buona settimana

      Elimina

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole