Fantasy - Immagine dell'amica del "Rifugio degli Elfi" - clic immagine

Fantasy - Immagine dell'amica del "Rifugio degli Elfi" - clic immagine
Immagine da https://www.facebook.com/groups/1481388275215394/

Dove trovarmi

mercoledì 30 ottobre 2013

Sulla festa di Halloween dopo due thread  2010 e 2012 non è cambiato nulla.
E passato un anno questa volta e spero non me ne vogliate male se lo ripropongo in quanto ritengo sempre interessante ritornare indietro nella storia di questa festa.



La foto trovata sul Web (blog.libero.it)

Halloween o Hallowe'en è il nome di una festa popolare di origine pre-cristiana. Si celebra la sera del 31 ottobre ed è  tipicamente statunitense e canadese.
Le sue origini però sono antichissime ed affondano nel più remoto passato, restando però in Europa.
Si dice risalga a quando le popolazioni tribali dividevano l'anno in due parti in base alla transumanza  (migrazione stagionale) del bestiame.

Ottobre e novembre era il periodo che la terra si preparava per affrontare l'inverno e si rendeva necessario ricoverare il bestiame in luogo chiuso per la sopravvivenza nella stagione fredda: questo è il periodo di Halloween.
Come si diceva, nasceva in Europa diffondendosi con i Celti, popolo che festeggiava la fine dell'estate - Samhain, il loro Capodanno. Samhain in irlandese antico significava infatto fine dell'estate ovvero SAM = estate e FUIN = fine.
In quel periodo i focolari domestici alla sera venivano spenti e riaccesi da DRUIDI (sacerdoti in prevalenza delle isole britanniche) con torce accese presso il sacrò falò di Tlachtga vicino alla reale Collina di Tara il luogo sacro più importante in Irlanda.

Non temendo i loro morti, i Celti lasciavano sulla tavola del cibo per loro in segno di accoglienza per quanti facessero visita ai vivi.
Trick-or-treat = dolcetto o scherzetto è una conseguenza.
Oltre a non tenere gli spiriti dei defunti essi non credevano ai demoni ma piuttosto alle fate ed elfi che venivano considerati creature molto più pericolose. Le fate per un supposto risentimento verso gli esseri umani e gli elfi per l'estrema diversità rispetto all'uomo.
La leggenda dice che nella notte di Samhain ( 31 ottobre - 1 novembre) questi esseri erano soliti a fare scherzi anche pericolosi e così nascevano  le storie terrificanti che vennero tramandate.

La tradizione odierna si ricollega a queste storie ed i bambini si travestono da streghe, zombie, fantasmi ecc. e presentandosi alle porte gridando con tono minaccioso....."Dolcetto o scherzetto". Inoltre per allontanare la sfortuna,  è necessario bussare a 13 porte diverse.

Il nome "Halloween" deriva da "All Hallows Eve", che vuole dire appunto "Vigilia di Tutti i Santi", perciò "Vigilia della festa di Tutti i Santi", festa che ricorre, appunto, il 1º novembre. Poiché la figura dei "Santi" é posteriore alla religione druidica, un altro etimo potrebbe essere "All allows even", cioè "la sera in cui tutto è permesso", incluso i defunti che escono dalle tombe per far visita ai vivi. 
Tutto questo è moltro altro ancora di come poi questa ricorrenza sia passata dall'Europa agli Sati Uniti ed al Canada basta cliccare ... Halloween

Foto dal web (webbando.com)

Anche la zucca che fa parte di Halloween, chi non ricorda  Jack-o'-lantern (in italiano Giacomo il lanternino). Questa  è lavorata a mano, privata della polpa interna,  assumendo la forma di un involucro vuoto che, cesellato opportunamente, vuole richiamare la sagoma di un  volto. La fonte di luce è data usualmente da una candela  inserita all'interno della stessa.  La calotta superiore, prima recisa, viene impiegata a mo' di coperchio, in maniera che il chiarore dello stoppino rischiari la sagoma dall'interno, mettendo in luce i tratti della sagoma intagliata.
I Jack-o'-lantern venivano prima dell''uso della zucca ricavati da grandi rape, barbabietole o cavoli rapa quando la ricorrenza era solo europea ( e la zucca era sconosciuta),  fu introdotta poi in America quando gli emigranti portarono con  se le tradizione ma dovettero cambiare la  non trovandola la loro..."materia prima".

Ciao a tutti e Happy Halloween.


Stampa il post

38 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie un pò meno deituoi ragnetti ciaoo buona giornata.

      Elimina
  2. Cara Edvige, non sono troppo simpatizzante di questa festa importata dalle Americhe, la trovo un po troppo macabra, comunque rispetto che le piace.
    Ciao e buon pomeriggio cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso forse non hai letto tutto ma la festa non è importata dall'America ma è stata esportata dall'Europa in America ed ora è ritornata un pò modificata da dove era partita tanti anni fa.
      Anche per carnevale ci si mette in abiti macabri e Carnevale piace a tutti. Buona serata

      Elimina
  3. Sono italiano e questa festa non mi appartiene,è una riccorenza nata,come la festa della Mamma ,del Papà e pure del Nonno, tenuta in vita solo dallo stupido e sfrenato consumismo.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno è lbero di commentare e scrivere io non censuro quasi mai, ad ogni modo tu sei sempre molto polemico non ti va bene ma nulla. Questa volta ti lascio il commento e ti rispondo che essere italiano non so cosa centri, se tu fossi Irlandese o altro andrebbe bene....la festa in questione con l'essere italiano non centra un accidenti e le altre feste sei libero di non dare man forte al consumismo e non festeggiarle. E' nata come festività pagana in Europa poi ha traversato il mare con gli emmigranti che l'hanno riproposta nella nuova terra per poi ritornare indietro nelle origini in Europa.
      Buona serata

      Elimina
    2. Non sono un censore,ho espresso solamente un pensiero,il mio senza offendere,Ho espresso la mia italianità per sottolineare,come scrivi anche tu che questa festa non ci appartiene per cultura e civiltà,per il travisamento abbiamo il carnevale,ma se non accetti le diversità di pensiero,che sono certo arrichisce, potevi cancellarmi.
      Felice serata,fulvio

      Elimina
    3. Come esprimi il tuo pensiero io esprimo il mio e proprio perchè amo la diversità di cultura, civiltà e quant'altro che il mio blog è multitema è bandita la politica, la maleducazione e l'ignoranza nel senso di ignorare come da significato della parola. Se volevo cancellare non aspettavo la tua approvazione ma ho voluto precisare che la tua polemicità che forse è naturale espressione del tuo pensiero. Felice serata anche a te.

      Elimina
  4. Forte, la storia delle 13 porte non la sapevo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara nemmeno io l'ho scoperta con la ricerca.

      Elimina
  5. Ciao Edvige!
    Speravo facessi un bel post su Halloween, perché le tue ricerche sono sempre approfondite.
    Anche oggi ho imparato una cosa in più da te :)
    Ciao Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leo ti ringrazio dopo un commento polemico e uno perchè la storia non è stata letta, tu assieme ad altri amici mi tirate su di morale. Cerco sempre di trovare fonti plausibili, non sempre è così ma tento. Grazie ancora ed io ho imparato assieme a te con la mia ricerca. Un abbraccio e buona serata.

      Elimina
  6. Brava Edvige, bel post ,una ricerca approfondita ed interessante .

    Un caro saluto
    Ciao ,Lina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lina anche per te vale il mio commento a Tatin mi avete tirato su di morale. Buona serata.

      Elimina
  7. Interessante conoscere le origini e la storia di questa festa, anche se la reputo adatta per i bambini! Grazie per la condivisione, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara molto gentile altra adrenalina per me, Un abbraccio e buona serata.

      Elimina
  8. Bellissimo e interessantissimo post Edvige!!
    E' sempre un piacere leggerti!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima un bacione e buona fine settimana.

      Elimina
  9. Non sono un'amante di questa festa ma per come la descrivi tu, vien voglia di partecipar ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'tornata indietro all'origine in fondo è un carnevale anticipato. Buona fine settimana.

      Elimina
  10. Sei molto molto brava a creare post!!! E ora che ti conosco, adoro quello che scrivi!
    Un abbraccione
    Annalisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa è una scarica di adrenalina il tuo gentilissimo commento. Un abbraccio e buona fine settimana.

      Elimina
  11. Bello questo post, tutte queste cose mica le sapevo.... A casa mia c'è la rivoluzione già da un mese, è tutto piene di zucce, fantasmi e ragnatele e il mio piccolo druido oggi è gasatissimo!!!
    Ciao bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino la fibrillazione del giovanotto...buona fine settimana cara baseto.

      Elimina
  12. Grazie per aver rinfrescato la mia memoria Edvige.
    Sono quelle storie che senti e non ripeterai mai in modo così dettagliato come le hai spiegate tu, infatti i bambini guardano solo gli allestimenti senza pensare alle origini. Un bacione e alla prossima. Assunta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara un abbraccio e buona fine settimana.

      Elimina
  13. credo di non averla mai festeggiata, grazie per le informazioni! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mai ma avendo un nipote di 15 anni ora ma prima da piccolo era come matto per vestirsi ...da far paura diceva lui. Un abbraccio e buona fine settimana.

      Elimina
  14. è sempre bella risentirla un altra volta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di tutto cuore e ti auguro buona fine settimana. Ciaooo

      Elimina
  15. Risposte
    1. Grazie cara spera che tu abbia passato bene buona fine settimana.

      Elimina
  16. Anch'io questa festa non la sento come "mia", ma invece ho scoperto, come tu stessa dici, che è nata proprio in Europa ed è stata esportata nel Nuovo Mondo dagli emigranti. Ed anche in Italia, fino a pochi decenni fa (ma anche oggi), queste feste erano molto sentite. Ricordo la festa dei morti (2 novembre), di ognissanti (1° novembre) e di San Martino (11 novembre), che coincideva con l'inizio dell'anno agrario. In questo periodo in tutt'Italia si facevano feste religiose, sagre e fiere che venivano sempre concluse con dolci particolari o grandi mangiate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti anche se non vestiti era sempre l'usanza agraria della feste ed il presentarsi per quello che oggi è dolcetto o scherzetto era un modo per ricevere qualcosa che serviva in cambio d'altro quando si aveva altrimenti era una specie di questua per sopravvivere. Buona giornata e buona fine settimana.

      Elimina
  17. Risposte
    1. Grazie carissima buon a fine settimana.

      Elimina
  18. E' interessante conoscere le origini di questa festa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si un ritorno alle origini europee anche se non di casa nostra. Buona serata e buona fine settimana.

      Elimina