Interpretazione grafica dell'amica Greis

Interpretazione grafica dell'amica Greis
( base tutorial di Byllina - http://byllina.altervista.org/) Clic immagine per sito Greis

Dove trovarmi

venerdì 31 gennaio 2014

RADICI......commestibili

Ci sono un sacco di radici commestibili che noi conosciamo e alcuni li usiamo da anni come le carote del classico colore arancione ed ora anche le viola da cui poi sono nate quelle arancioni.
Ma ci sono altre radici che non vengono usate in tutte le regioni perchè non sono conociute e quindi non presenti di conseguenza non acquistabili.

Un piccolo elenco personale di una ristretta quantità di radici quali:

TOPINANBUR

di cui avevo già parlato e trovate il link sotto l'immagine e quindi se andate a vederlo troverete anche ricette.

 http://mementosolonico.blogspot.it/search/label/Topinambur


PASTINACA



E' conosciuta anche come "carota bianca" e fa parte della famiglia delle Ombrellifere come il prezzemolo, sedano ecc. La sua polpa è color bianco.crema con un sapore dolce ed un profumo che ricorda un pò il sedano. Viene consumata sia cruda che cotta.


CAROTE VIOLA


La carota viola è diventata "nota" in quest'ultimo periodo da quando è presente anche nella grande distribuzione. E' da tempo però che viene utilizzata sia nella cucina cinese che in quella indiana ed il suo colore è dovuto alla presenza di antociani (potentissimi antiossidanti). Ha una consistenza più dura di quella arancione mentre il sapore è più dolce.
Però, penso che forse non tutti sanno che la carota arancione deriva dalla "carota viola" ed a questo LINK
troverete tutte le informazioni mentre a quest'altro di Polignano (Puglia) troverete altre informazioni su una coltivazione di queste in svariati colori...viola, arancione, bianco, giallo.


DAIKON


Questa radice, bianca, è conosciuta anche come "ravanello bianco o ravanello giapponese". E' di origine asiatica con una forma simile alla carota ma con un sapore piccante. Nella cucina giapponese viene impiegato per insalate o nelle zuppe. Sembra comunque che apporti benefici al fisico come drenante e per il fegato ad ogni modo QUI avete alcun e in formazioni interessanti ma ne trovate tantissime sia sull'uso che ricette.



RAFANO

E' una radice molto piccante e viene utilizzata solitamente cruda grattata a secondo degli usi su fette di prosciutto cotto caldo come a Trieste, oppure mescolata a vinaigrette per accompagnare pesce o carne o per condire insalate. Appartiene alla faniglia delle crucifere e la sua radice molto carnosa più raggiungere anche i 50 cm di lunghezza. Il colore è un bianco-crema.
Ad ogni modo questa radice scientificamente si chiama "armoracia rusticana" ed è conosciuta oltre che con il nome di "rafano" anche di "cren o kren".
In commercio si trova anche un tipo di formaggio spalmabile al rafano non molto piccante ottimo per tartine.
Altre informazioni ed utilizzo in cucina le trova QUI


ZENZERO


Questa radice viene in realtà chiamata "rizoma", hanno un aroma e gusto piccante dicono con sentore di limone (personalmente non l'ho mai recepito) siusa fresco a fettine o in polvere e va bene sia per pietanze dolchi che salate.
Avevo fatto tempo fa un post parlando di questa "radice" la sua storia ed anche una ricetta che è una delle salse che più mi piace in assoluto e che trovate qui Salsa allo zenzero e non solo....


LIQUIRIZIA
radice secca e prodotto finito dal web

Questa pianta erbacea è molto diffusa nelle regioni mediterranee più calde. La radice dalla polpa fibrosa di colore giallastro (sembra legno) viene utilizzato come estratto per bevande e dolci.
Da fare molta attenzione che la "liquirizia" NON è adatta a chi soffre di pressione alta in tutte le sue forme (secca,fresca,dolci, ecc.).
Scientificamente la "liquirizia viene indicata come Glycyrrhiza glabra" e altre interessanti informazioni le trovate QUI

Dopo il post della SOJA ci volevano anche le radici e spero che trarrete qualche spunto per qualche buona ricetta ch naturalmente ...copierò!!

 Buona giornata.
 
Stampa il post

36 commenti:

  1. Ciao, sono Francesca, ho scoperto il tuo blog per caso e me ne sono innamorata subito. Ci sono tante cosine buone da "copiare" :-) Mi sono unita ai tuoi sostenitori. Se ti va fallo anche tu. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senz'altro vengo a vedere subito grazie della visita e di esserti aggiunta. Buona fine settimana

      Elimina
  2. La pastinaca mi piace tanto, ma qui proprio non la trovo! la mangio solo quando mi capita di andare a Londra!
    Un bacio cara Edvige, sempre interessanti i tuoi post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io la pastinaca non la trovo e nemmeno il daikon li trovo in Austria come anche le carote di tutti i colori ovvero bianche arancio e gialle. Buona fine settimana carissima un abbraccio e grazie.

      Elimina
  3. Quante cose buone si nascondono sotto la terra!!!
    Ciao e buon pomeriggio cara Edvige.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso buona fine settimana.

      Elimina
  4. la pastinaca la trovo moltissimo in germania ma il mio preferito è il topinambur

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io trovo il topinanbur, la pastinaca difficile quasi impossibile. Ciaooo

      Elimina
  5. Fantastico! Questo post e' proprio quello che mi serviva, soprattutto per quanto riguarda la carota viola! io pensavo fosse un innesto tra la barbabietola e la carota...quindi non e' una manipolazione genetica giusto? tempo fa le ho comprate e mi sono piaciute!Grazie a te o scoperto che ha parecchi benefici !grazie Edvige!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere come vedi le carote viola sono un antica culltura non hanno nulla a che vedere con manipolazioni genetiche. Buona fine settimana.

      Elimina
  6. e io, leggendoti, imparo sempre nuove cose.
    Grazie Edvige!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ileano ciò mi stimo a scrivere sempre le mie curiosità e condividerle. Buona fine settimana.

      Elimina
  7. Zenzero lo uso molto perchè ha ottime proprietà e poi amo la liquirizia ^__^
    Baci, Edvige!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro lo zenzero ma la liquirizia NO ho la pressione alta. Buona fine settimana.

      Elimina
  8. che bel post...io vorrei tanto provare la pastinaca ma non la trovo da nessuna parte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so è difficile nemmeno io la trovo a meno che non hai qualche negozio etcnico.Buona fine settimana

      Elimina
  9. Ciao Edvige! in Polonia infatti mangiamo la pastinaca, i daikon e il rafano. Peccato che in Italia non li ho trovati!
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile, il rafano o cre/kren a Trieste si trova è molto utilizzato sulle fette di prosciutto cotto Praga ma anche su altro, il resto sono introvobaili salvo lo zenzero ed il tartifo di terra o topinanbur. Buona fine settimana.

      Elimina
  10. Le carote viola credo che potrebbero piacermi, ma non le ho mai viste all'Ipercoop. Non sapevo che esistessero tante varietà O_O Molto interessante.
    Quando sono passata qui prima si è aperta una pagina nuova che non avevo mai visto e solo dopo cliccando sul tuo blog sono arrivata ^_^ E' una novita?? Bacione e buon fine settimana ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le carot viola le trovi alla Pam oppure anche in qualche botteghin de verdura ormai sono conosciute... Se mi leggi che pagina si apre, di cosa io non ho messo nulla di mnuovo salvo la possibilità di accedere su un altra pagina per la raccolta dei miei post. Sappimi dire... buona fine settimana.-

      Elimina
  11. Le carote viola sono bellissime, ma non le ho mai trovate!!! :( Il daikon è davvero da provare...ma penso che lo troverò con ancora più difficoltà delle carote viola!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma le carote viola cominciano a girare in qualche negozio che vende frutta e verdura un pò particolare forse potresti trovarle. Io trovo viola, topinanmbur,zenzero il resto no. Buona fine settimama

      Elimina
  12. Manco da un paio di giorni e vedi quante cose mi stavo perdendo :-). Le lasagne con lo zampone sono un colpo di genio...certo, proprio leggere non sono ma immagino che buoneeeee!! Le carote viola...dalle mie parti non le ho mai viste. Mi piacciono i tuoi post istruttivi, come quello sulla soia, che io praticamente non consumo ma che vorrei prima o poi provare. Un bacione, cara, e buon fine settimana a te e Maritozzo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh anchio sono mancata ma ho la pagina tua aperta...pasticcio buonooo, non pensate se non ci aggiunti altri grassi ma usi solo quello dello zempone.. Le viola dovrebbero cominciare a girare... grazie cara mi fa piacere sentire cosi m'invoglia a trovare ancora altre cose. Un abbraccio e buona fine settimana.

      Elimina
  13. In casa ne ho tre su sette, non male, vero? Topinambur, carote viola e zenero! Sono andata a leggermi le ricette di topinambur... mi prendo quella con le cipolle!!! e va beh, ci metto lo scalogno! Fino a qualche anno fa non li usavo percHè non li conoscevo, ma topinambur e zenzero oggi stanno spesso nel mio frigo. Un abbraccio grande e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le stesse che ho io, anch'io uso ora lo scalogno perchè riesco ad imbrogliare....bene maritozzo essendo meno forte ahahaha. Un bacione cara e spero tutto ok da te con la pioggia. Buona fine settimana.

      Elimina
  14. è molto interessante il tuo post Edvige!! Non ho mai visto le carote viola :))) Buon week end!! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova vedrai che le trovi ormai stanno prendendo piede... buona buona fine settimana.

      Elimina
  15. Ecco, il rafano e lo zenzero sono le uniche che non ho mai usato.
    Tutto il resto è ok ... solo i topinambur mi hanno dato una sana fregatura ... l'ultima volta li ho cotti troppo e mi hanno fatto venire una specie di influenza intestinale ^____^.
    Di solito le mangio appena scottate o crude e di effetti collaterali non ne ho mai avuti.
    Grazie cara, buon fine settimana (qui purtroppo sotto pioggia e neve).
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io viceversa i topinanmbur o tartufi di terra non li amo tanto, rafano e zenzero da matti il resto a Trieste non si trova a parte le carote viola. Buona fine settimana.

      Elimina
  16. molte radici particolari,alcune le conosco ,altre no.
    Complimenti per il post
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lu un abbraccio e buona domenica.

      Elimina
  17. Post molto interessante alcune radici non riesco a trovarle ma altre fanno parte della mia cucina assiduamente ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non trovo tutte il daikon e la pastinaca qui a Trieste mai viste. Salutami Roma anche se non sei vicina. Buona domenica.

      Elimina
  18. trovsrle si trovano qui, ma cucinarle non è sempr usuale! eppure si dovrebbe! io amo il topinambur ma anche il daikon mi piace molto. Ma è troppo che non lo preparo! Grazie per avermi messo la pulce nell'orecchio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcune si mangiano crude in insalata, altre penso nelle minestre lo zenzero lo metto un pò dappertutto secco o anche fresco mi piace.
      Buona settimana

      Elimina