Mostra delle vecchie "Signore" a 4 ruote

Mostra delle vecchie "Signore" a 4 ruote
Una vecchia Alfa Romeo che ha partecipato alle 1000 Miglia - Foto personale

12/03/17

Intermezzo Domenicale!!! ... ANDROCLO .. il suo mito e leggenda....

Volutamente non ho aggiunto l'altra parola per definire di chi trattasi perchè sono sicura che sarebbe stato troppo facile  forse no avrei suscitato la curiosità di sapere chi è, cosa ha fatto e di quale periodo della storia appartiene.
Nella letteratura il mito di Androclo venne narrato da Eliano e Aulo Gellio ed il personaggio appartiene alla mitologia romana.
Chi è Eliano lo trovate QUI mentre di Aulo Gellio nato nel 125 d.C. era uno scrittore e giurista romano nota sopra tutto come autore delle - vi lascio come link -  Noctes Atticae  (Le Notti Attiche).
Chi era Androcolo ....
....era un giovane schiavo destinato a morte certa per mano delle fiere che doveva affontare a mani nude nel Circo Massimo a Roma. Riusci a salvarsi e ricquistò la libertà perchèe il GRANDE LEONE che doveva combattere gli si prostrò ai piedi leccandogli la mano per riconoscenza.

Ed ecco la leggenda sul perchè di questa riconoscenza....
... Androclo  fuggi dal Forum Corneli e si rifugio in Africa in una grotta dove incontro il felino.  Questo grande leone ferito ad una zampa da una spina di rovo vi si era rifugiato sofferente e, Androclo anzichè fuggie impaurito , lo curò estraendo dalla zampa ferita questa grande spina di rovo. Vissero per un pò di tempo assieme aiutandosi a vicenda finchè Androclo decise di tornare stanco della vita selvaggia che conduceva e si fece catturare dai romani. Venen rimpatriato e condannato ad bestias. Quando entrò nell'arena e si trovò di fronte al suo amico leone che nel frattempo era stato catturato per essere utilizzato nelle arene come strumento di  morte. Il felino lo riconobbe e non gli fece alcun male e l'imperatore graziò pertanto Androclo.
La fine di questa storia e del suo mito vuole che i due protagonisti insieme passeggiassero per le vie della citta eterna.

Questo raccono ispirò George Bernard Shaw per la sua commedia Androclo ed il leone



Androclo (Androclone) che toglie la spina al leone (Foto Wiki.)


Aulo Gellio che scrive le Notti Attiche da Wiki


Non poteva mancare la locandina del film tratto dalla commedia di George Bernard Shaw con Victor Mature e. Jean Simmons - due attori notissimi


Dopo gli intermezzi artistici ed impegnativi andiamo su qualcosa di ...antico, forse poco ricordato e chissà che non si possa trovare magari in qualche collezione il film di quel periodo.

Buona domenica a tutti.

31 commenti

  1. Me la ricordo benissimo questa "storia".
    Non mi ricordavo il nome del personaggio, ma tutto il resto sì.
    Che bello! grazie per avermela fatta venire nuovamente in mente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere grazie a te e buona domenica.

      Elimina
  2. Cara Edvige, certi tuoi post mi fanno ricordare queste vecchie leggende.
    Ciao e buona domenica cara amica con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Buona domenica te e buona settimana.

      Elimina
  4. Carissima Edvige come sempre i tuoi post sono interessantissimi e relativamente a questa bellissima leggenda ho delle reminiscenze risalenti al periodo del liceo:).
    Una leggenda che a mio giudizio non si riduce ad una mera storiella ma acquisisce un significato più profondo e un intento decisamente edificante: la riconoscenza (in questo specifico caso da parte del leone)nei confronti di chi ha fornito il proprio aiuto in un momento di difficoltà,estremamente critico...quindi la memoria del bene ricevuto,dalla quale scaturisce gratitudine,rivelatasi utile,nel caso di questa leggenda,a chi ha donato il proprio aiuto...nel caso della leggenda Androclo,in quanto ha visto salva la sua vita:).
    Lo stesso Eliano poi in alcune sue opere(frammenti filosofici,nello specifico la Natura degli animali,opera con intento moraleggiante)vuole dimostrare che negli animali sono presenti sentimenti simili o addirittura superiore a quelli riscontrabili nel genere umano e questa convinzione,secondo me,e' in piena sintonia con la scelta di trattare questa leggenda,che,nella figura del leone testimonia il concetto di cui l'autore si fa portavoce all'interno dell'opera appena citata;).
    Un bacione,buona domenica e grazie mille ancora,ti leggo sempre con grande piacere:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio un esposizione profonda della leggenda che poi diciamo si può benissimo dire che anche non è nel senso del significato che asppunto Eliano vuol dare. Grazie veramente hai completato il mio post e ti ringrazio veramente. Un abbraccio carissima, buona serata e buona settimana. :k

      Elimina
  5. Ciao Edvige , ricordo benissimo la locandina così
    come gli attori , molto bravi e famosi all'epoca.
    Io credo di aver visto il film a Londra , ma sono
    trascorsi tanti anni.... Sono d'accordo con Rosy
    che scrive :Negli animali sono presenti sentimenti
    a volte superiori che nel genere umano .
    Veramente bello e interessante il tuo post di oggi.
    PS Anche la mia orchidea è fiorita . Abbraccio.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io conoscevo la storia, non ho mai visto il film.
      Grazie e buona serata.

      Elimina
  6. Ciao Edvige,conoscevo questa leggenda,una meravigliosa storia di riconoscenza,peccato che tra gli umani,la riconoscenza è merce rara.
    Un caro saluto.fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo la riconoscenza e l'amore l'animale puro di sentimenti e di gran lunga superiore al due zampe....
      Buona serata e buona settimana.

      Elimina
  7. Ho sentito poco tempo fa di qst storia e ora la rileggo da te con piacere. bellissima la tua orchidea fiorita! ciao cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere è una vecchissima leggenda ma sempre attuale. Si è fiorita finalmente. Buona serata un abbraccio.

      Elimina
  8. Molto bella questa leggenda che avevo quasi scordato. Gli animali capiscono e non dimenticano chi li ha aiutati e amati. Buona serata 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo cara e buona settimana. :D

      Elimina
  9. Ricordo vagamente qualcosa del genere..
    Bel blog..ti seguo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh sei molto giovane ormai non è piu tanto oggetto di studio. Grazie di essere passata e buona settimana.

      Elimina
    2. Grazie per il molto giovane ma purtroppo non mi sento piú così giovane..a 34 anni mi sento vecchietta ahahahah :D

      Elimina
    3. Carissima le mie primavere sono 73 ed ho una figlia 50 quindi per me sei giovanissima 😆 altro che vecchietta. .. un abbraccio buona serata

      Elimina
    4. Eppure io questo mito me lo ricordo..sicuramente a scuola anni fa l'ho studiato ;)

      Elimina
  10. Buon inizio settimana cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima buona settimana.😚 anche a te

      Elimina
  11. Risposte
    1. Grazie a te Buona settimana.😚

      Elimina
  12. Cara Edvige, grazie per i tuoi post. Mi piace perchè ogni volta imparo qualcosa di nuovo e mi permettono di staccare un po' dalla routine quotidiana. Mi incuriosisci sempre con i tuoi intermezzi, così mi faccio sempre un giretto in rete per approfondire. Anche questa volta, non conoscevo questo mito e devo dire che non sapevo neanche che ne esistesse un film e una commedia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne son o felice, sai alle volte anch'io mi rinfresco la memoria :D e poi mi piace sempre andare a curiosare.
      Buona settimana carissima amica un abbraccio :k

      Elimina
  13. E io invece ne ho imparata una nuova! Sei un pozzo di sapere :-) Buona serata cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no cara alle volte scopro o riscopro cose vecchia ma sempre nuove. Buona serata cara bacio.

      Elimina

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole