Il riposo della guerriera "Ciccia"

Il riposo della guerriera "Ciccia"
Troppo stanca deve riprendersi per fare la ronda stasera - Foto personale

10/09/10

Bluetooth

Questa sera alla trasmissione "Il Milionario" è stato chiesto ad un concorrente da cosa derivasse il nome "bluetooth" dato a questa tecnologia.
Premettendo che la tecnologia Bluetooth è stata sviluppata da Ericsson ed è una specifica industriale per reti personali senza fili (WPAN: Wireless Personal Area Network); detto semplicemente è un metodo per scambiare informazioni tra dispositivi diversi attraverso una frequenza radio sicura a corto raggio. Li conosciano ed usiamo giornalmente con palmari, cellulari, personal computer, ecc.

Non avendo il concorrente saputo rispondere, il conduttore in base alla comunicazione della regia spiegò che .....blue = blu + tooth = dente, fosse dovuto ad un Re che essendo ghiotto di mirtilli aveva i denti di questo colore e sembra anche che era stato abile nell'unire popoli diversi e quindi i sviluppatori hanno pensato di dare il suo nome o soprannome a questa tecnologia globale.

Sono sempre molto curiosa ed ho scoperto che la spiegazione era lacunosa.
Il Re in questione era Harald Blåtand (Harold Bluetooth in inglese), ovvero re Aroldo I di Danimarca che da abile diplomatico unì gli scandinavi introducendo nella regione il cristianesimo.
Ma la spiegazione per tale nome che il re fosse ghiotto di mirtilli è secondo la storia secondaria.
Il motivo principale del nome Blåtand (dente blù) nasce dall'unione delle due parole danesi blå, cioè carnagione scura, e tan, grande uomo. Quest'unione diede vita alla parola Blåtand, dente blu, perché nel paese dei vichinghi, biondi e dalla carnagione lattea, un uomo scuro di pelle e capelli come Harald appariva proprio come un dente di colore blu.

Hagall è la X con la riga in mezzo, Berkanan è quella specie di B a triangolo laterale

Il logo della tecnologia unisce infatti le rune nordiche (Hagall) e (Berkanan), analoghe alle moderne H e B. È probabile che l'Harald Blåtand a cui si deve l'ispirazione sia quello ritratto nel libro The Long Ships di Frans Gunnar Bengtsson, un best-seller svedese ispirato alla storia vichinga.

Il tutto l'ho estrapolato da Wikipedia e questo è il link    Aroldo I di Danimarca

L'unica foto che ho trovato di Aroldo I su Wikipedia è il suo battesimo


Harald Blatand - 911 - 985 d.C.

Senza togliere nulla alla spiegazione data alla trasmissione, è logico che non si poteva perdere tempo nel raccontare tutta una storia che stava dietro ad un semplice e complesso nome,  dato poi ad una tecnologia molto conosciuta ed usata.

E' veramente interessante scoprire il come, perchè e da dove sono nati i nomi dati alle tecnologie non solo nel campo informatico ma anche in altri campi e trovo sempre molto eccitante il cercare il perchè e la loro provenienza: scopro sempre tante storie interessanti.

Ciaoo

Nessun commento

Posta un commento

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole