Un tramonto sul lago Woerther a Klagenfurt (Carinzia)

Un tramonto sul lago Woerther a Klagenfurt (Carinzia)
Foto personale - Giugno 2017

Dove trovarmi

venerdì 27 novembre 2015

Consigli utili : In casa ..."Come far brillare le cromature e non solo.....


I consigli sono tratti da questo libriccino, come spiegato nel mio primo post di 
Consigli utili e questo è il link 
...Bellezza... doppie punte adieu


Ancora consigli "fai da te IN CASA " e parliamo delle cromature.
Tutti noi abbiamo cromature che possono essere in acciaio e non solo ma, le metodologie di pulitura almeno secondo il consiglio di questo libretto sono diverse.

Le cromature anche quelle delle auto possono essere facilmente pulite usando la buccia di un limone e  per farle poi brillanti bisogna strofinare con forza con un panno morbido.
Se invece sono parti molto incrostate il metodo migliore è usare l'ammoniaca.  Dobbiamo calcolare per una parte di ammoniaca diluirla con 15 parti di acqua. Se invece le incrostazioni sono veramente tenaci allora si può usare uno straccio imbevuto di ammoniaca pura ma...copritevi il naso e gli occhi.
Anche l'acool serve per rubinetti e poi asciugarli con il solito panno morbido.

Parlando dell'acciaio l'ideale mix per lucidarlo è sale e aceto: bisogna strofinare dopo aver lasciato agire il composto per pò e poi risciacquare.
La ruggine dall'acciaio per toglierlo basta strofinare un tappo di sughero (vero non sintetico) imbevuto proprio del mix di sale e aceto.
Il calcare dalle cromature si utilizza l'aceto che si deve essere sfregato utilizzando un vecchio spazzolino da denti adatto per raggiungere anche punti difficili. Non male anche utilizzare il bicarbonato bagnando prima con l'aceto ma,  attenzione,  il bicarbonato diventa efferfescente, raggiunge si facilmente punti nascosti ma siate pronti per non rischiare gocciolamenti.

Ultima cosa, per far brillare l'argento l'ideale anche se non lo avreste mai pensato è il dentifricio. 
Vi posso assicurare che è cosi perchè uso molto spesso questo  metodo sul mio anello di argento che con il cloro della piscina diventa quasi nero: un po' di dentifricio e torna a splendere.
Si può in alternativa anche fare una pappetta con acqua e bicarbonato lasciandola agire per un po diciamo 10 minuti e togliere poi con un panno di lana. Si può ripetere l'operazione più volte sfregando con energia.

Spero che i consigli vi possano essere utili sono semplici e diciamo ecologici.

Buona giornata alla prossima.


Se volete rivedere gli altri consigli clic  QUI


NOTA
Sto lavorando sulle ricette ma ho anche altre chicche informatiche penso qualche idea per eventuali regali alla gioventù di oggi con poca o quasi inesistente spesa.
Stay tuned come dicono le mie amiche.
:D :D 
 
Stampa il post

28 commenti:

  1. Ottimi consigli . Io , l'oro , saltuariamente lo metto tutto a bagno
    nell'alcool . Viene pulito e brillante . Buona giornata Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie un suggerimento in più per chi ne ha bisogno io non posiedo oro :)
      Buona giornata

      Elimina
  2. quanti bei consigli, grazie cara!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara sempre molto gentile un abbraccio bacione e buona fine settimana.

      Elimina
  3. Brava, ottimi consigli, io uso aceto e bicarbonato :-) aspettiamo le altre chicche bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche per il consiglio aggiungiamo può sempre essere utile Buona fine settimana ciaoo

      Elimina
  4. Ciao Edvige, adesso provo il dentifricio sul mio anellino d'argento, finalmente riuscirò a pulirlo! Grazie di tutti i consigli anche per le pentole, un abbraccio e buon we, bacioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si prova io ormai due volte alla settimana dopo la piscina mi tocca questa..pulizia.
      Buona domenca cara un bacine
      :D

      Elimina
  5. Salve...grazie mille per il commento e per esserti unita al mio blog..Ho già visto cose interessanti sul tuo. Non sapevo di unire il sale all'aceto per l'acciaio.
    Buona serata. Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina molto gentile. Ti auguro una buona serata e buona domenica.
      :D

      Elimina
  6. Carissima Edvige, grazie mille per questo interessantissimo post (come lo sono tutti quelli che pubblichi, che leggo sempre con piacere) mi incuriosisce l'idea di utilizzare il dentifricio per far brillare l'argento..proverò sicuramente:) ignoravo la validità
    della pappetta di acqua e bicarbonato sempre per l'argento
    mentre mi è capitato di utilizzare l'aceto per lucidare la cucina a gas (in acciaio) ma mai misto al sale..proverò sicuramente;)
    un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy
    ps: ti ho inviato la mail;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, ricevuta mail ti ho risposto e capuirai perchè sono cosi povera di parole.
      Ciaooo buona domenica.

      Elimina
    2. Grazie degli utili consigli che ci proponi, il metodo del dentifricio per pulire l'argento lo conoscevo, lo faccio anch'io! Buona domenica, ciao!

      Elimina
    3. Grazie cara io l'ho scoperto per combinazione Buona domenica

      Elimina
  7. Post veramente utile: grazie! Anche io uso il dentifricio spesso per pulire l'argento e devo proprio dire che è....una cannonata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie io penso che fa quasi più effetto sull"argento che sui denti. ..:) :) Buona domenica

      Elimina
  8. Mi salvo anche questo utilisssimo post, grazie Edvige... buona domenica!!!!

    RispondiElimina
  9. Post sempre utili e interessanti Edvige cara. Buona domenica

    RispondiElimina
  10. Sempre e solo ottimi consigli qui da te..Grazie!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Il dentifricio per l'argento mi mancava :-) e per l'ottone cosa consiglieresti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per l'ottone anche un insieme delle cose in uso per acciaio e cromature. Ad ogni modo puoi provare con mezzo limone ricoperto di sale, stofrinare e poi sciacquare ed asciugare subito, con aceto e sale sempre strofinando oppure immergerlo anche in acqua e sapone (anche detersivo) per una 30ina di minuti e poi sciacquare ed asciugare bene. Poi passare poi sopra per lucidarlo un pò di cera di api quella che si usa per il legno e poi strofina bene per togliere l'eccedenza. Se hai oggetti piccoli che poi togliere ecc. l'immersione è perfetta se invece sono grandi ed applicate a portata di mano va bene anche il limone altrimenti lo strofinaccio imbevuto ma poi strizzato bene della soluzione aceto/sale altrimenti cola.
      Spero di esserti stata utile.
      Sinceramente non ho provato perchè non ho alcuna parte di ottone ma solo in acciaio oppure colori bruniti.
      Grazie della visita e buona settimana.

      Elimina