Mostra delle vecchie "Signore" a 4 ruote

Mostra delle vecchie "Signore" a 4 ruote
Una vecchia Alfa Romeo che ha partecipato alle 1000 Miglia - Foto personale

03/02/10

Tagliatelle dolci e fritte


In questo periodo di Carnevale tutti preparano od acquistano i dolci della tradizione delle proprie regioni. Castagnole, frappe, fritole, chiacchere ecc. le cui ricette spaziano sul web o ognuno ha la sua tramandata in famiglia, ho pensato che mettere una ricetta sul blog sarebbe stato superfluo.

Ho invece pensato ad una ricetta che fa parte dei "Dolci della tradizione dell'Emilia Romagna".


Ingredienti per 6 persone
250 gr di farina
50 gr di burro
1 uovo + 1 tuorlo
zucchero semolato ed a velo
limone
latte
grappa
olio per friggere
sale

Disporre la farina a fontana sulla spianatoia, unire il burro fuso e mescolato con zucchero semolato (1 cucchiaio circa), un pizzico di sale e 2 cucchiai di latte. Aggiungete l'uovo intero + 1 tuorlo e mescolate tutto. Aggiungete ancora all'impasto la scorzetta grattuggiata di mezzo limone, 1 cucchiaiata di grappa.

Lavorate la pasta finchè sarà liscia ed elastica.

Se avete la macchina per fare la pasta saprete certamente come fare le tagliatelle.
Se invece non l'avete stendete l'impasto in una sfoglia sottile. Poi arrotolatela e tagliatela non molto alta che poi aprirete ed avrete le classiche tagliatelle.

Friggetele poco alla volta nell'olio ben caldo finchè saranno dorate e croccanti. Cospargetele di zucchero a velo e servitele calde.

Nota
Per giungere al grado giusto di calore dell'olio buttate un pezzetto di pane se sfrigola e viene a galla subito l'olio è pronto. Se usate la friggitrice portatela ad una temperatura di 160-170 e friggetele per pochi minuti. Se vedete che prendono colore troppo presto abbassate la temperatura.

Variante
La variante in questo caso consiste in:
- tirare la sfoglia e cospargerla con il limone grattuggiato misto a 2 cucchiai di zucchero
- arrotolare stretto la sfoglia e tagliarla non più alta/larga di 1-2 cm
- friggerle cosi arrotolate senza aprirle fino a doratura
- cospargerle di zucchero a velo e servire
(Personalmente preferisco la versione di spalmare con del burro sfuso la sfoglia tirata per due motivi: zucchero e limone rimane più uniforme sulla sfoglia e quando si frigge assorbe meno grasso)

Ad ogni modo se vorrete andare a vedere sul web le versioni tutte dell'Emlia Romagna si differenziano non molto nella sostanza quanto nelle aggiunte. Si mette l'arancia, si aggiunge un altro liquore, il burro prima o dopo ecc. e come giusto ogni ricetta è la RICETTA ma l'importante è che sono tutte ugualmente buone.
Questo è il risultato. La foto è di ..buttalapasta.it

Puoi Stampare La Ricetta

Nessun commento

Posta un commento

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole