03/04/18

Facciamo chiarezza per le varie sigle che troviamo a protezione su moltissimi prodotti d'uso quotidiano

L'Unione Europea ha promosso, con l'avvento appunto dell'unione di moltissimi stati, che gli alimenti nei vari campi di produzione quali agricoltura, viticultura, ecc. siano protetti da "Marchi" ben precisi che tutelino le caratteristiche qualitative e non solo di quanto prodotto nei paesi della comunità stessa. In questo caso parliamo dell'Italia facciamo un piccolo riesame dei marchi che tutelano i prodotti del nostro territorio.
Certamente chi opera nel settore gastronomico sia come venditore, produttore e consumatore oltre a coloro che si occupano direttamente della cucina (cuochi alias chef, ecc.), sanno i primi come tutelare le loro produzione ed il consumatore a sceglieri i prodotti garantiti dal "marchio" acquisito in base al disciplinare di produzione su cui veglia l'organismo di controllo preposto.
Parliamo naturalmente delle "Sigle" a garanzia del consumatore che come detto sono produzioni italiane ma anche di specifiche regioni come la viticultura, il caseario, prodotti ottenuti da materie prime o di tradizione regionale, ecc.
Tre di quste sigle sono quelle più note e pubblicizzate perchè accorpano una grande vastita di prodotti mentre le restanti due meno restrittive per il rilascio del riconoscimento, sono le meno conosciute.
Personalmente anch'io conoscevo le tre principali ma, ho voluto verificare esattamente cosa i produttori devono fare e quali sono le regola per ottenere questi riconoscimenti ed allo stesso tempo sapere qualcosa di più delle restanti due sigle tutelatrici.
Diamo quindi inizio alla lista iniziando da quelle più conosciute e quasi all'ordine del giorno:


DOP - Denominazione di Origine Protetta


La denominazione di origine protetta, acronimo DOP, è un marchio di tutela giuridica che viene attribuito dall'Unione europea agli alimenti che per caratteristiche qualitative dipendono essnzialmente o esclusivamente dal territorio in cui sono stati prodotti.
L'ambiente geografico comprende le caratteristiche ambientali, fattori umani quali tecniche di produzione tramandate nel tempo, artigianalità, savoir-faire  che, combinati insieme, si ottiene un prodotto inimitabile al di fuori della determinata zona produttiva. Inoltre per un DOP le fasi produttive, trasformazione, elaborazione ecc. devono avvenire ed attenersi alle rigide regole produttive stabilite nel disciplinare che regola la produzione e che sarà garantita da un specifico organismo di controllo.



IGP -  Indicazione Geografica Protetta



L'indicazione geografica protetta, acronimo IGP, indica un marchio di origine attribuito dall'Unione Europea a agricoli e alimentari i quali come qualità, la reputazione o altra caratteristica dipende dall'origine geografic per cui produzione, trasformazione e/o elaborazione avvengono in una determinata aerea geografica.
Si differenzia rispetto alla più prestigiosa DOP per la permissività sulla sola provenienza delle materie prima che possono essere sia di origine nazionale come comunitaria ma talvolta anche extra comunitaria. Per ottenere IGP almeno in fase processo produttivo deve avvenire in una determinata area ed attenersi alle regole produttive e stabilite dal disciplinare di produzione garantito dall'organismo d conttollo. 




STG - Specialità Tradizionale Garantita



Il termine specialità tradizionale garantita, acronimo STG, è un marchio di origine introdotto dalla Unione europea a tutela di produzioni caratterizzate da composizioni o metodi di produzione tradizionali.
Questa certificazione, in base al regolamento CE n.509/2006 (che sostituisce il precedente n. 2081/92), diversamente da altri marchi, come la denominazione di origine protetta (DOP) e l'indicazione geografica protetta (IGP), questa è per prodotti agricoli e alimentari con una "specificità" legata ad un metodo di produzione o composizione legata alla tradizione di una zona, ma non prodotti necessariamente solo in tale zona.
Anche questa preparazione è regolata dal preciso disciplinare di produzione e dall'organismo preposto al controllo.
Credits info e immagine WIKI



A differenza dei tre marchi suindicati che indicano alimenti vari, i restanti si riferiscono esclusivamente alla viticultura ossia al prodotto finito "il vino".
Non hanno marchi ben definiti ma sul prodotto viene indicata la sola sigla e di consegueznza dovremmo quindi sapere quali sono le tutele e cosa stiamo consumando. Il principale ed il più conosciuto è "Denominazione di Origine Controllata - DOC".

I due rimanenti, poco conosciuti si riferiscono sempre al vino ed indica ad un "Vino varietale" con l'indicazione non sempre presente della parola "millesimo". L'altro si riferisce al  "Vino generico" senza alcuna indicazione di provenienza o simili.
Il "millesimo" che viene indicato sulla bottiglia di "Vino varietale" indica che il contenuto è stato prodotto da uva di un unica annata e da un unico vitigno di raccolta. Infatti, forse avrete notato, che ci sono in vendita bottiglie di vino mosso alias frizzante con l'indicazione "Millesimato". Si trovato anche bottiglie "Millesimato" di vino fermo (non frizzante).
Il "Millesimato" rispetto alle altre bottiglie di "Vino varietale" ha un prezzo più alto perchè la produzione stessa è limitata non essendo mista con uve provenienti da altri vitugni/produzioni.
Ecco le rimanenti sigle per i vini:





DOC - Denominazione di Origine Controllata


Denominazione di Origine Controllata, acronimo DOC  non ha alcun marchio preciso perchè non lo è in realtà. Questo è dovuto alla grossa varietà di prodotti con una denominazione utilizzata in enologia quale certificazione di origine e delimitata nella raccolta delle uve utilizzate per la produzione del prodotto sulla quale viene apposto il marchio.
Marchio che è il simbolo che identifica il prodotto ma, visto le varie produzioni diversi saranno i marchi che la identificano. Usato però per designare un prodotto di qualità con le caratteristiche dell'ambiente natura in cui sarà prodotti, ai fattori umani ma che rispettano il disciplinare di produzione approvato dcon decreto ministeriale.
In questo caso parliamo di viticoltura - vini.
Credits delle info WIKI






DOCG - Denominazione di Origine Controllata e Garantita



Anche la  Denominazione di Origine Controllata e Garantita, acrononimo di DOCG, è un marchio italiano che indica al consumatore, ancora una volta,  l'origine geografica di un vino. 
Questo DOCG viene obbligatoriamente richiesto e sta ad indicare in etichetta il nome geografico di una zona viticola come ad esempio il Barolo che è in comune in provincia di Cuneo....o anche nella conbinazione dle nome storico relativo ad un prodotto e relativa zona di produzione come ad esempio Vino Nobile di Montepulciano noto prodotto storicamente prodotto a Montepulciano in provincia di Siena.
Credits delle info WIKI






IGT - Indicazione Geografica Tipica


Questa Indicazione Geografica Tipica, acronimo IGT  è la terza delle cinque classificazioni dei vini  recepite in Italia. Indica vini prodotti in aree generalmente ampie ma sempre secondo dei requisiti specifici. I requisiti per un vino IGT viene dato a produzioni della  rispettiva indicazione geografica  le cui uve provengono almeno per 85% esclusivamente da tale zona geografica indicante anche le caratteristiche organolettiche. Sono meno restrittivi del DOC (vedi sopra) e IGT è però importante in quanto rappresenta il primo gradino dellapiram,ide che separa il vino senza indicazione ma solo con la dicitura "da tavola" da quello con un indicazione precisa.



A me è stato utili approfondire e spero che anche voi lo troviate interessante. Chi si occupa di gastronomia casalinga, ristorazione, ecc. da tempo so di preciso che tutte queste "Sigle/Marchi" sono a loro conoscenza ma, perchi come la sottoscritta non ha una mansione di ristorazione - a parte i marchi più conosciuti, per gli altri avevo una conoscenza limitata.
Soprattutto per i vini per sapere come accompagnare ogni piatto è importante sapere da dove proviene per indirizzare il consumatore diretto ad un prodotto organolettico perfetto come accompagnamento di quanto si accinge a gustare.

Vi auguro buona giornata.


NOTA Affluente

Ho pensato di condivere un post preparato da tempo che però non parla di "ricette". Non so voi ma ho pensato che dopo una settimana di preparazione per pranzi "luculliani" , almeno per me per quanto poco abbia mangiato, che solo l'idea di cucinare e mangiare o leggere ricette - scusate - mi farebbe  andar fuori testa. Non sono abituata al quel qualcosa di più che in queste occasioni mi fa deviare dal devo e non devo... Anche un dolcetto ho mangiato  :D :D   ma ora si rientra nei ranghi.

Il termine pranzo "luculliano" è un termine abbastanza usato per indicare un pranzo tipo "grande abbuffata". Questo  LINK vi porta al mio post con tutte le curiosità, derivazioni di questo termine, ecc. che si riferisce ad un personaggio realmente  esistito.

Un altro termine per indicare un pranzo con una nutrita quantità di piatti di ogni tipo è  "pantagruelico" e si riferisce anche ad un personaggio ma questa volta di fantasia dello scrittore francese François Rabelais  che scrisse Pantagruel e Gargantua  pubblicando ben 5 libri a partire dal 1532.

Pantagruel gigante dall'immane appetito che con la sua lunga lingua riesce a coprire come un ombrello un intero battaglione. Il narratore nel libro - Alcofribas - approffitta di questo momento per entrare nella bocca di Pantagruel stesso dove trova campi e boschi curati dalle popolazioni che vi vivono.
Potete immaginare la grandezza di questo gigante e da qui nasce il modo di dire riferendosi a pranzi o banchetti fatti in grande ed in allegra compagnia come "pantagruelici".




18 commenti

  1. Cara Edvige, passata la Pasqua eccomi qui per lasciare un mio saluto.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e buona settimana a te con un abbraccio. Buona settimana.
      :D :D

      Elimina
  2. I tuoi post sono sempre molto istruttivi. Mi piace venire qua perchè scopro sempre cose nuove. Conoscevo le sigle ma devo dire che non sapevo bene le differenze che ci sono, tra origine dei prodotti e metodi di produzione. Non conoscevo neanche l'origine della parola pantagruelico. Molto carina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di essere stata utile anche se allo stesso tempo è stato utile a me per appunto verificare le varie differenze. Buona serata e settimana carissima amica un abbraccio. :k :k

      Elimina
  3. Sei sempre una miniera di informazioni!!! Buona continuazione, un abbraccio grande :k

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai cara io sono molto curiosa e devo sapere il perch+, come e cosa possa derivare ecc. varie parole cose..... e quindi vado sempre a cercare. Mio marito dice che anche ho memoria per ricordarmi ed è vero. Memoria in queste cose si ma i nomi purtroppo non li ricordo ma non dimentico un viso nemmeno a distanza di moltissimi anni. Buona serata.

      Elimina
  4. Brava Edvige, sei sempre alla ricerca di notizie utili ! Un abbraccio e a presto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie non posso fare a meno di andare a curiosare :D buona serata cara un abbraccio.

      Elimina
  5. Il tuo post è di grande utilità in quanto molto spesso si sentono dei termini ormai di uso comune, ma di cui ben poco se ne conosce il significato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non avevo le idee chiare su origine e luogo di produzione.... rinfrascata anche la mia memoria. Buona giornata un abbraccio.

      Elimina
  6. Ciao Edvige, ottimo post, pieno di info utili ^_*
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  7. Ciao Edvige, un bacione, qui non fa che piovere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooo anche qui una giornata da ...pesci e sembra anche domani managgia ... ciaooooo

      Elimina
  8. Quante informazioni interessanti e utili, non conoscevo del tutto queste sigle, grazie per la condivisione! Buona serata, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te il problema è ricordarle all'occasione... buona giornata.

      Elimina
  9. Molto utile questo post conoscevo già qualcosa ;) Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della visita buona giornata.

      Elimina

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole