Dal gruppo FB "Dragon Life"

Dal gruppo FB "Dragon Life"
Gruppo creato da " Il Rifugio degli Elfi " link su immagine - FB https://www.facebook.com/groups/1481388275215394/

Dove trovarmi

lunedì 19 maggio 2014

Pasta cresciuta per le fritelle prosciutto cotto e cipollina giovane antipasto di compleanno


Sulla rivista "Cucina Moderna " di febbraio 2014 (pag.44)  ho trovato e ritagliato questa ricetta dal  titolo "Fritelle al porro e salame fresco".
Però la mia sorpresa è stata leggere che non trattavasi di una pastella liquida dove verdure e altro venivano immerse ma della famosta "pasta cresciuta" ovvero la pastella lievitata tipica napoletana. Si presta per il salato, dolce, pesce, carne e quant'altro vi sovviene.
La pasta cresciuta diventa come l'impasto lievitato per pane, dolci o altro soltanto un pò più morbida e si deve necessariamente usare un cucchiaio.
Siccome a nessuno piace il porro ed il salame rigorosamente solo nel panino, ho cambiato i due ingredienti principali.
Questa è la foto tratta dalla suindicata pagina stralcio della rivista citata perchè le ho fritte alla festa di compleanno di figlia e marito (nipote incluso) e man mano che le friggevo, loro se le sono mangiate e quindi non sono riuscita a fotografare le fritelle ma solo la preparazione.


foto come indicato sopra Credits: Cucina Moderna
(le mie erano simili)


Ingredienti per 6 persone (originale per 4)

300 g di farina
15 g di lievito fresco
230 g di cipollina giovane freschissima (originale prevedeva il porro)
100 g di prosciutto cotto tipo affumicato  (originale prevedeva salame fresco)
olio per friggere (io uso solo semi)
sale e pepe (aggiunto da me)



le foto sono mie pastella e trito


Preparazione
Il lievito è da sbriciolare e sciogliere in un pò di acqua tiepida poi quando sciolto lo versate in una terrina abbastanza grande. Aggiungete la farina e poi poco a poco l'acqua tiepida ci vanno circa 3 dl. ma è meglio che versiate poco alla volta per saggiare la consistenza. Dovete lavorarla energicamente magari impastando come si faceva una volta con il dorso del cucchiaio di legno. L'impasto deve essere morbido ma non liquido.
Coprite con un panno e mettete a lievitare in un luogo tiepido per un'ora.
Io ho acceso il forno a 50° poi quando caldo l'ho spento e inserito il contenitore.
Il volume da come lo vedete ora dalla foto è più che raddoppiato.
Nel frattempo tritate la cipolla fresca ed il prosciutto cotto e amalgamateli assieme.
Salate un pochino e quando trascorso il tempo di lievitazione aggiungete il tutto alla pastella e mescolate bene in modo che tutto sia incorporato.
In una padella (sconsiglio la friggitrice se avete quella rotante) dai bordi alti (ho usato quella di ferro), quando l'olio è caldo (provate con il retro del mestolo o con un pezzetto di pane), a cucchiaiate (cucchiaio medio da tè) che bagnerete nell'olio prima di prendere la pastella e  lasciate andare la frittella che a contatto dell'olio caldo aumenterà di volume. Non mettetene tante assieme. Giratele delicatamente in modo che diventino croccanti da tutte le parti, scolatele con una schiumarola e ponetele sulla carta per fritti per assorbire l'eccesso.
Cospargetele con un pò di sale e servitele subito....attenzione scottano nell'interno.

Sono talmente piaciute che penso di rifarle cambiando con pesce o  solo verdure o anche della frutta tipo mela, pera, banana non frutta che rilascia liquidi.
Ovviamente se dolci le cospargerete di zucchero a velo o anche vanigliato oppure polvere di cioccolata.

Buona giornata.
Stampa il post

43 commenti:

  1. Uah!! Che buono questo antipastino!!! da leccarsi i baffi !!! Grazie dell'idea!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro che sono squisite con qualsiasi tipo di aggiunta è un passpartout perchè farina e magari lievito anche secco lo si ha sempre e aggiungi quello che vuoi. Buona settimana.

      Elimina
  2. appena ho letto il nome già sono andata in estasi!
    Che meraviglia.. che bontà!
    Grazie, buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Manuela ti assicuro che sono facili a fare e d'effetto. Buona settimana

      Elimina
  3. Vanno via subito, ne sono sicura! E devono essere squisite anche in altre versioni come ben dici tu, con il pesce per esempio! Ciao e buon lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara è proprio cosi, buona settimana.

      Elimina
  4. Un antipasto sfizioso direi!!! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima un abbraccio forte e buona settimana.

      Elimina
  5. alla faccia dell'antipasto e poi che c'era? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe la farinata di ceci semplice con pesto di pomodori secchi e olive verdi, calamari ripieni su un letto di scalogno appasito nel vino rosso e aceto balsamico, julienne russa (non il modo di tagliare verdure) e torta chantilly che non ho fatto io. Forse riesco a postare qualcosa. Buona settimana.

      Elimina
  6. Ci credo che se le siano mangiate mentre friggevi devono essere di una bontà stratosferica!!
    Bellissima la tua variante!!!
    Un bacio grande e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen penso che il cotto si presti meglio da provare tutto. Buona settimana un bacione grande,.

      Elimina
  7. Mamma che buone!!!!! Le devo assolutamente fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova e mi saprai dire. Buona settimana

      Elimina
  8. Ciao Edvige, ricambio con vero piacere visita e iscrizione.
    Complimenti e a presto
    ciao!
    Cecilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima un abbraccio e buona settimana

      Elimina
  9. golosissime!!! da provare ! un abbraccio, Renata

    RispondiElimina
  10. Questa ricetta te la copio subito, però userò il salame.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mepiace il salame ma ai miei cotto no solo nel panino ma li rifaccio sicuramente. Buona giornata

      Elimina
  11. oh ma che buone, meno male che ho già cenato che mi fai venire fame!!!! :-) ciaoooo!!

    RispondiElimina
  12. Mi viene proprio voglia di ricominciare la cena a vedere queste belle frittelle! Ciao Edvige, bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro una buona giornata e grazie.

      Elimina
  13. Ciao, piacere di conoscerti, grazie per essere passata da me, ti seguo anch'io ....
    Se no sei riuscita neppure a fotografarle significa che sono riuscite proprio bene, di solito generano un effetto compulsivo, una tira l'altra :-)
    Un suggerimento, provale senza trito e solamente spolverate di sale, il classico street food napoletano!!!!
    A presto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si lo so, a me piacciono ovviamente alcune cose le conosco mio suocero era napoletano verace. Li farò di nuovo cosi semplici grazie di tutto anche di essere passata e aggiunta è un piacerone. Un abbraccio e buona giornata.

      Elimina
  14. Senza tanti commenti, io li proverei subito!!!
    Cara Edvige sei veramente brava, con la B maiuscola.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissimo amico buona giornata.

      Elimina
  15. ah peròci credo che ti ha incuriosito! incuriosisce molto anche me... ok lo confesso: vorrei mangiar eil prodotto finito di più ahahahah
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito ti dovrei invitare quando li rifaccio.....buona giornata bacioni.

      Elimina
  16. Saranno andare a ruba. Non avevo mai sentito parlare della "pasta cresciuta", ora ne so una in più.
    In bacio
    Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è molto conosciuta a Napoli anche come street food semplici cosparsi di solo sale.
      Sono passata da Stefano.
      Un bacione cara
      Edvige

      Elimina
  17. Ho preso accuratamente nota, grazie.
    Buona giornata
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e se li fai senza nulla e poi li sali una volta fritti è il classico ..cibo da strada..di Napoli. Bacione- Mandi

      Elimina
  18. Ciao Edvige, spero che vada tutto bene lì da te! Mi piace questa ricetta...mi piacciono i fritti, quelli fatti bene! Devo provare a fare queste frittelle quanto prima!! Un abbraccio e buona serata, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazier cara tutto ok. Si ottime e si prestano a tantevarianti.

      Elimina
  19. La pasta cresciuta si ritrova in molte regioni con altri nomi e anche in altri stati, è il classico modo facile per riciclare la pasta del pane avanzata, Sempre buonissime queste frittelline, trovo molto appetitosa la tua variante con la cipollina e il prosciutto cotto, più delicata ma pur sempre saporita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si penso anch'io magari con altri nomi, io non faccio mai il pane e quindi che vengano riciclati avanzi non lo sapevo si impara sempre. Grazie cara bacione.

      Elimina
  20. SwagBucks is a very popular get-paid-to site.

    RispondiElimina