Il riposo della guerriera "Ciccia"

Il riposo della guerriera "Ciccia"
Troppo stanca deve riprendersi per fare la ronda stasera - Foto personale

19/07/16

Kartoffel-Lauch-Rahmsuppe alias "Vichyssoise" alias zuppa di porri e patate

Questa zuppa famosa in Francia sembra sia un invenzione del cuoco francese Louis Diat che la creò quando era chef al Ritz-Carlton nel 1917 a New York. Diat creò una zuppa che gli ricordava l'infanzia ed in onore della città di Vichy, centro importante molto vicino alla propria città di origine Allier (Montmarault) la chiamò "Vichyssoise". E' una zuppa o crema molto semplice in parte viene cotta e poi il tutto frullato appunto a crema.
Va servita fredda ma su questa rivista tedesca - ho voluto riportare il loro titolo - la propongono calda e secondo me è ugualmente buona anche se la preferisco fredda come l'ho in effetti anche servita.
L'occasione, maritozzo con il piede in gesso ed il suo amico che vive a Venezia in visita a casa nostra.
E' una zuppa facile e sicuramente la rifarò quanto prima.
Ecco la ricetta.

Ingredienti per 6 persone (noi in 3 mangiata 2 volte)

1 cipolla media ho usato il cipollotto fresco di Tropea
500 g di patate novelle
2 porri belli grandi
2-3 cucchiai di olio
4 cucchiai succo di limone io ho usato il lime
250 + 100 g di panna fresca
250 ml di latte -
100 ml di brodo vegetale 
1 cucchiaio di erba cipollina


Preparazione
Pelare la cipolla, le patate e tagliare tutto a dadini non ha importanza la grandezza dopo viene tutto frullato. Pulire il porro e tagliarlo a pezzetto tenedo a parte un pezzo della parte verde che taglierete sottile e vi servirà per guarnire. 
In una casseruola bordi alti con un pò di olio fate cuocere per una decina di minuti la cipolla, patate e porri, salate e pepate. Aggiungete 700 di acqua, il succo di limone o lime, 250 di panna fresca, il latte ed aggiungete il brodo oppure un granulato che si scioglie direttamente. Cuocere per circa 20-25 minuti coperto a fiamma media. Controllare se sufficiente sale e pepe.
Quando cotto frullate il tutto rendendolo a crema. Se vi sembra denso aggiungete un pò di latte o se troppo liquida cuocete scoperto per alcuni minuti. 
Battete la panna liquida lasciandola ancora un pò morbida e tritate fino l'erba cipollina e le rotelle di porro che avete lasciato a parte.
Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigo per almeno 1 ora.
Impiattate o in un piatto fondo o in un grande bicchiere come ho fatto io.
Completate con un pò di erba cipollina e le rotelline di porro e servite.

 scusatemi prima di servire avevo pulito il bicchiere ma quelli puliti me li hanno presi fuori di mano

Io ho servito a parte del crostini tostati di pane ai 4 cereali spalmati di una crema composta da piselli, porro,sedano cotti e frullati assieme. Niente foto li hanno mangiati ancora prima :D :D 

E' piaciuta che hanno fatto il bis :) :)

Buona giornata a tutti.

NOTE Affluenti
  • Come dicevo l'ho assaggiata tiepida è buona ma da fredda è sublime ed estiva.
  • Se aumentate l'acqua e diminuite latte e panna fresca diventa più leggera.
  • Se vi piace il sapore del porro che emerga potete aumentare ma non diminuire il quantitativo di patate.
  • Qualcuno usa mettere anche il sedano ma a mio gusto non è da usare.
  • Sono sicura che le mie amiche chef conosceranno senz'altro questa famosa zuppa ma l'ho voluto riproporre perchè sono passati anni dall'ultima volta che l'ho fatta

28 commenti

  1. Io non la conoscevo, ma non sono uno chef quindi va bene :D Mi piace molto l'abbinamento di ingredienti e la assaggerei molto volentieri, ma fredda sicuramente in questa stagione.
    Un bacio.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noooo lo chef non centra è solo curiosità dai falla è sublime fredda ovviamente. Ciaoooo Marina bacioni,

      Elimina
  2. Ecco una zuppa che ha me piace tanto!!!
    Cara Edvige, da noi qui usano molto nei ristoranti offrono come antipasto anche questa zuppa e con fesso che è veramente buona... Ciao e buona giornata cara amica,con un abbraccio e un sorriso:) Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lo so l'ho mangiata a Lausanne ad Orsey tanto tempo fa. Un abbraccio

      Elimina
  3. Buongiorno! Tengo presente questa ricetta per il mio papà! Grazie come sempre per le bellissime ricette! Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro che è fantastica buonissima. Sappimi dire se è paciuta Buona serata un abbraccio.

      Elimina
  4. si la conosco e mi piace moltissimo e sono d'accordo con te che il sedano non c'entra niente (sai non sapevo ci fosse una versione col sedano) invece di mangiarla due volte.. avvisaci che arriviamo ad aiutarvi ;.) spero che il piede del maritozzo sia in via di guarigione amica mia ..bacioni e grazie per la ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben volentieri non mi disoiacerebbe averti ospite :D prossima volta ti avviso :D Ciaoo carissima un bacione.

      Elimina
  5. Buona la tua zuppetta sia nella versione calda per i giorni freddi invernali che in estate, nella versione fredda. Auguri di buona guarigione al tuo maritozzo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara è sulla giusta strada anche se sarà lunghina. Un abbraccio e buona serata.

      Elimina
  6. adoro queste cremine delicate e molto saporite, brava!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  7. L ho fatta più volte ma non così. Non uso il limone non uso la panna ne erba cipollina ne latte. ..praticamente solo acqua. La proverò così appena si abbassano le temperature! InFo sempre piacevoli da leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ce anche la versione solo acqua per chi ka preferisce molto leggera buonissima ma cosi ancora di più almeno secondo me dopo averla provata... ciaooo cara piacere di leggerti. Buona serata un abbraccio.,

      Elimina
  8. L'ho fatto questa sera Zuppa di porri e patate.
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere spero sia paciuta. Buona serata cara
      Mandi

      Elimina
  9. Queste vellutate sono molto raffinate ed eleganti da presentare ai nostri ospiti a me piace molto prepararle soprattutto in inverno la tua proposta è di classe ed ha il sapore di altri tempi un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mia cara è veramente buona e se di solito mi secca rifare le stesse cos altrimenti non mi diverto questa è da rifareeee.
      Buona giornata.
      :k

      Elimina
  10. Non la conoscevo proprio questa zuppa... interessante il fatto che la si possa mangiare anche fredda, così diventa ideale anche per il periodo più caldo.

    RispondiElimina
  11. Great post! I love it so much.


    STYLEFORMANKIND.COM
    Bloglovin

    RispondiElimina
  12. Sai che la faccio spesso anche io? Ho imparato a farla a un corso di cucina fatto taaaaaaaantissimi anni fa. Io la faccio prevalentemente in inverno e la mangio calda ma anche fredda non deve essere male. Come sta il maritozzo? Spero meglio ... un bacio Edvige

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono buone entrambe ma la francese è solo fredda ma io adoro anche la calda e si fa veloce. Grazie meglio ma tutto il piede e caviglia rigidi e gonfi ci vorrà tempo e pazienza. Buona serata bacio

      Elimina
  13. non la conoscevo :) sembra ottima! buona serata, ciao Andrea

    RispondiElimina
  14. Buona questa zuppa, credo che la farò al più presto! Buona serata, baci!

    RispondiElimina
  15. La conosco questa zuppa, tanto invitante e gustosa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara buona fine settimana.

      Elimina
  16. Voglio provare a farla, magari in autunno e senza panna perchè al marito non piace. Grazie e buona serata.

    RispondiElimina

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole