04/12/11

Topinambur o tartufo di canna o patata selvatica e carciofo del Canada

Topinambur o tartufo ecc. o altro nome con la quale è conosciuto è un vegetale ma, per gioco di parole, è poco conosciuto.
E' un alimento che se utilizzato in modo semplice,  per la presenza di inulina,  abbassa la glicemia, fa dimagrire e contrasta la ritenzione idrica. 
E' molto interessante l'argomento e quindi vi chiedo gentilmente di documentarvi andando su questo sito, il link è diretto     Topinambur....contro glicemia e ritenzione e......

Le mie intenzioni non erano quelle di andare alla scoperta di questo vegetale, bensì condividere con voi un modo di cuocerlo. Di ricette ne troverete tantissime perchè è come si dice un passpartout e si accompagna con tutto ed è molto gustoso. 
La maggior difficoltà secondo me risiede nel pulirlo privandolo della buccia che per la presenza delle sue  protuberanze viene resa difficile.  Usualmente io acquisto quelli che hanno protuberanze molto piccole in modo da eliminarle durante la pulitura oppure siano molto grosse. In questo modo le taglio e le pulisco separatamente. La foto che vedete e presa dal web con Google e le protuberanze sono belle grosse.....
 



Il modo più semplice per gustarli  è pulirli, tagliarli a pezzi e stufarli assieme ad un pò di cipolla oppure scalogno meno aggressivo aggiungendo alla fine un pò di sale e pepe. E' ideale come contorno ad un piatto di carne oppure  uno  di  formaggio o a delle  uova strapazzate. La ricetta però che voglio condividere con voi è la seguente:

Ingredienti
10 topinambur di media grandezza cercando di non acquistare quelli con troppe protuberanze
olio per friggere (semi)
maionese
erba cipollina
sale e pepe

Svolgimento
Dopo averli puliti con un pelapatate oppure con la mandolina cercate di affettarli molto sottili.
In una capiente padella oppure nella friggitrice fate dorare queste sottili fettine che diventino croccanti ma non bruciate. Fate assorbire il grasso in eccendenza su della carta apposita, salatele e pepatele leggermente e tenetele al caldo.
Dividete la maionese acquistata  o fatta da voi  in piccole ciotoline quanti sono i commensali, mettete le ciotoline nel centro di un piatto piano e contornate con le cialde croccanti di topinambur. Ogni commensale intingerà nella maionese. Potrete anche usare salse diverse : salsa rosa, agrodolci, dolcipiccanti ecc. a secondo del vostro gusto ed a quello degli ospiti.
E' un antipasto splendido e tiene occupati gli ospiti.... tempo che magari userete per preparare qualche piatto dell'ultimo minuto.

Ad ogni modo io queste cialde croccanti le intingo in una salsa di zenzero.... e vi passo la mia ricetta:

Ingredienti
1 patata media
40 gr di zenzero fresco
250 gr di vino bianco
200 gr di panna o crema di latte

Svolgimento
Mettete in una casseruola il vino, la panna, la patata ed il zenzero a pezzi dopo averli pelati e cuocete il tutto per circa 20 minuti.
Lasciate raffreddare e poi frullate il tutto fino a che diventa una salsina densa. Aggiustate di sale e pepe e potete servirla sia calda che fredda. Naturalmente mettendola nel frigo risulterà molto più densa.

NOTA
Se vi piace il piccante potete aumentare la quantità di zenzero altrimenti potete anche diminuirla se non piace troppo piccante. Tenete presente che lo zenzero è molto piccante e viene usato anche nelle confetture in particolare in quella di albicocche o arancio dando quel sapore dolcepiccante che si accompagna molto con la selvaggina o brasati.
Non usate mai per le salse la maionese pronta a base di yougurt in quanto è molto dolce rispetto a quella classica anche se più leggera. Al caso, se usate quella di yougurt,  dovrete aggiungere del limone o meglio ancora un pò di aceto di mele perchè la maionese viene fatta non solo con il limone ma anche con l'aceto.

Ciao a tutti

Nessun commento

Posta un commento

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole