Una coppia di anitre "germani reali" sulla scaletta di accesso al lago Woerther

Una coppia di anitre "germani reali" sulla scaletta di accesso al lago Woerther
Foto personale

Benvenuti Amici e Grazie di seguirmi

martedì 19 luglio 2016

Kartoffel-Lauch-Rahmsuppe alias "Vichyssoise" alias zuppa di porri e patate

Questa zuppa famosa in Francia sembra sia un invenzione del cuoco francese Louis Diat che la creò quando era chef al Ritz-Carlton nel 1917 a New York. Diat creò una zuppa che gli ricordava l'infanzia ed in onore della città di Vichy, centro importante molto vicino alla propria città di origine Allier (Montmarault) la chiamò "Vichyssoise". E' una zuppa o crema molto semplice in parte viene cotta e poi il tutto frullato appunto a crema.
Va servita fredda ma su questa rivista tedesca - ho voluto riportare il loro titolo - la propongono calda e secondo me è ugualmente buona anche se la preferisco fredda come l'ho in effetti anche servita.
L'occasione, maritozzo con il piede in gesso ed il suo amico che vive a Venezia in visita a casa nostra.
E' una zuppa facile e sicuramente la rifarò quanto prima.
Ecco la ricetta.

Ingredienti per 6 persone (noi in 3 mangiata 2 volte)

1 cipolla media ho usato il cipollotto fresco di Tropea
500 g di patate novelle
2 porri belli grandi
2-3 cucchiai di olio
4 cucchiai succo di limone io ho usato il lime
250 + 100 g di panna fresca
250 ml di latte -
100 ml di brodo vegetale 
1 cucchiaio di erba cipollina


Preparazione
Pelare la cipolla, le patate e tagliare tutto a dadini non ha importanza la grandezza dopo viene tutto frullato. Pulire il porro e tagliarlo a pezzetto tenedo a parte un pezzo della parte verde che taglierete sottile e vi servirà per guarnire. 
In una casseruola bordi alti con un pò di olio fate cuocere per una decina di minuti la cipolla, patate e porri, salate e pepate. Aggiungete 700 di acqua, il succo di limone o lime, 250 di panna fresca, il latte ed aggiungete il brodo oppure un granulato che si scioglie direttamente. Cuocere per circa 20-25 minuti coperto a fiamma media. Controllare se sufficiente sale e pepe.
Quando cotto frullate il tutto rendendolo a crema. Se vi sembra denso aggiungete un pò di latte o se troppo liquida cuocete scoperto per alcuni minuti. 
Battete la panna liquida lasciandola ancora un pò morbida e tritate fino l'erba cipollina e le rotelle di porro che avete lasciato a parte.
Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigo per almeno 1 ora.
Impiattate o in un piatto fondo o in un grande bicchiere come ho fatto io.
Completate con un pò di erba cipollina e le rotelline di porro e servite.

 scusatemi prima di servire avevo pulito il bicchiere ma quelli puliti me li hanno presi fuori di mano

Io ho servito a parte del crostini tostati di pane ai 4 cereali spalmati di una crema composta da piselli, porro,sedano cotti e frullati assieme. Niente foto li hanno mangiati ancora prima :D :D 

E' piaciuta che hanno fatto il bis :) :)

Buona giornata a tutti.

NOTE Affluenti
  • Come dicevo l'ho assaggiata tiepida è buona ma da fredda è sublime ed estiva.
  • Se aumentate l'acqua e diminuite latte e panna fresca diventa più leggera.
  • Se vi piace il sapore del porro che emerga potete aumentare ma non diminuire il quantitativo di patate.
  • Qualcuno usa mettere anche il sedano ma a mio gusto non è da usare.
  • Sono sicura che le mie amiche chef conosceranno senz'altro questa famosa zuppa ma l'ho voluto riproporre perchè sono passati anni dall'ultima volta che l'ho fatta
Stampa il post

domenica 17 luglio 2016

Intermezzo domenicale !!! ......TAG - DE TUDO UM POUCO .....

Ho parecchi post in lavoro fermi inerenti alle bellezze della nostra Italia che avevo iniziato a postare alla Domenica come richiesto da alcune amiche. Purtroppo non sono riuscita a concluderli per i motivi a voi noti e non è possibile farli in fretta hanno bisogno di ricerche accurate e quanto condivido deve essere il più possibile esatto.
La mia amica del blog " La Cuochetta e il piccolo Chef " ha ricevuto un  "TAG - De Tudo Um Pouco "


da passare ad altre blogger dopo aver rispettato le regole fatte da chi ha iniziato/avuto l'idea di questo gioco che serve per conoscerci meglio sopra tutto tra blogger che hanno appena iniziato la loro avventura.
Le regole sono

- Rispondere a tutte le domande
- Nominare almeno 11 blog con meno di 500 followers
- Inserire nel post il logo del TAG
- Inserire il link al blog che ci ha nominati

Le ultime due regole sono state fatte, il link è al'inizio del post ed il TAG si vede bene.
La seconda regola quella di nominare almeno 11 blog mi  penalizza perchè tutte le amiche che mi seguono sono bravissime ed hanno dei blog fantastici. Però considerando che non tutte abbiamo gli stessi follower forse non è del trutto sbagliato usare questo sistema per dare nuovi indirizzi magari di blog di nicchia o di argomenti ecc. che al di fuori del nostro non andremmo a cercare. Quindi rispetto anche questa regola ma ho deciso di ammpliare così :

- nomino queste almeno 11 blogger secondo me particolari nel contesto dei loro post rispetto al mio, segnalo anche una carissima amica appena nominta "capo" nel corpo Guardie Forestali che parla della natura, un pò di moda e manualità non solo di cucito.....


- e amplio in questo modo cioè aggiungendo ....

UN INVITO A TUTTI GLI AMICI AD ACCETTARE LA MIA NOMINATION PRELEVANDO IL TESTIMO E  PARTECIPANDO A QUESTO SIMPATICO GIOCO PER CONOSCERCI UN POCO MEGLIO AUMENTANDO IL "ALMENO" 11 INDICATO ED IO LO CONDIVIDO CON TUTTI


- e proseguo con le 12 alla quale rispondo molto volentieri.

Qual'è il tuo stile di musica preferito ??
Parlare di stile mi è difficile, mi piace tutta la musica ben fatta, scritta e presentata. D'altra parte ho in famiglia un genero professore d'orchestra, una suocera profesoressa di musica e personalmente da giovanissima - avevo 10 anni - avevo cantato in una gara arrivando tra le prime tre con un disco che purtroppo nel corso degli anni è andato perduto. Essendo classe 43 lascio a voi immaginare quanti stili di musica mi sono passati davanti e quanti cantanti ora ancora all'apice della gloria ho visto nascere come Eros Ramazotti, Zucchero che sono ancora oggi i miei preferiti. Vi ricordate della Cinquetti con "Non ho l'età" che vinse un San Remo ??? giusto per farvi mente locale. Qualche musica moderna degli ultimi anni mi è paciuta ma prutroppo tutto è molto passeggero e non rimangono nella memoria come la musica del passato che ancora oggi ogni tanto viene riproposta magari in chiave moderna.

Qual'è il capo di abbigliamento che preferisci ??
Non ho una preferenza mi piace seguire la moda adeguandola ai mie gusti sia come abbinamenti sia anche considerando, per quanto ancora giovanile, le mie attuali primavere (72). I leggins con una bella maglia o altro mi stanno bene le gambe sono magre e per fortuna non sono "troppo in carne" il peso anche se non la forma che va con l'età è quella di quando avevo 30 anni.

Qual'è la tua scarpa preferita ??
Nessuna e tutte. Il tacco sta sempre bene ma le snikers sono comodissime ed anche le ballerine che con i leggins a me stanno super bene ma.... i tacchi li devo dimenticare doloretti alla pianta dei piedi mi vietanto portarli :( a meno che non mi portano in ...macchina :D :D :D .

Camicia o maglione ??
Nessuno dei due preferisco le T-Shirt leggere in estate con maniche corte o lunghe per l'inverno. Ho sempre caldo e preferisco verstirmi come una cipolla per potermi svestire....

Pantalone o pantaloncini ??
I pantaloni sempre e da sempre leggeri, pesanti, particolari con taglio o stoffe stretti o larghi a secondo se tinta unita o fantasia. Pantaloncini fino ai 50 anni ora al ginocchio o alla pescatora altrimenti corti si ma in campeggio :D :D 

Capelli alla moda o tradizionali ?? 
Qui sorrido non ho mai seguito la moda ne come taglio ne come colore sempre all'incontrario. Ho sempre avuto i capelli ricci quando di moda erno lisci alla "svedese" e quindi cortissimi anche 1 cm.
Di base sempre castano-rosso e visto che già a 18 anni i capelli diventano bianchi non mi restava altro da fare. Ancora oggi a 72 anni rossi, taglio a scalare e sono diventati lisci i ricci sono scomparsi ma sempre rossa :D :D Alla modo...no adoro il "copper" ovvero rame.

Lisci o ricci ??
Seguendo quanto sopra ora forse li vorrei ricci.

Dolce al cioccolato o gelato ?? 
Dolci NO, non sono mai stata golosa preferisco il salato. Ma adoro i gelati rigorosamente di frutta di qualsiasi tipo sorbetto, granita o altro. In inverno cioccolato fondente e menta ovvero un after eight.
Oggi non dovrei nessuno dei due combatto con la glicemia ma in estate al gelato non rinuncio :) :)


Dolce o salato ??
Per i motivi di cui sopra preferisco il salato.

Come definisci il tuo stile ??
Personale in tutti i sensi. Dalla moda prendo quello che mi piace e che mi stà bene e lo abbino magari a qualcosa che ho da parecchi anni. Non bisogna seguite la moda solo per essere alla "moda" è la cosa più sbagliata è imitare indipendentemente se sta bene. Lo stile lo creaiamo con il nostro "io" ci deve stare bene, dobbiamo vederci bene ed essere soddisfatti della nostra scelta e qualsiasi critica favorevole o meno non ci riguarda .... non possiamo accontentare tutti ma solo noi stessi.

Sei un tipo consumista ??
No, cerco di acquista anche cose pazze ma che possono essere abbinate a quanto ho in casa e la stessa cosa vale sia per il mangiare che per il resto. Certo qualche sfizio me lo cavo ma lungi dall'essere consumistico.

Ti consideri vanitosa ??
NO, non mi sono mai agghindata in tutti i sensi per dare parvenza di essere vanitosa. Certo non sono mai passata inosservata ma sempre come mi sono proposta mai per sfoggio anzi ho sempre odiato questo tipo di ostentazione che, scusatemi, è sempre appannaggio delle persone insicure o che vogliono ad ogni costo emergere perchè altrimenti non avrebbero storia. Bisogna fa emergere le proprie possibilità curarle ma essere sempre se stessi: guardarci allo specchio e dirci anche oggi sono IO.


Ho risposto di getto di come ho sempre visto e di come mi vedo ancora oggi a 72 anni e mezzo. Sono felice di come sono grazie anche alle mie attività sportive che pratico a tutt'oggi. Ho mantenuto come dicevo la mia struttura e peso come gambe braccia e viso magri ma, purtroppo, il corpo si modifica e quindi si rilassa... ma posso e faccio ancora la mia figura.
Non metto foto non mi piace ma se qualcuno è in amicizia con me su FB mi potrà vedere in quelle due che mi sembra di avere messo. 
Spero che non me ne vorrete se come Intermezzo leggerete questo post ma ho avuto piacere di raccontare qualcosa di me che esula dal nostro campo di cucina e simili come informatica ecc. qualcosa di leggero.
Grazie ancora cara Marina.

Buona domenica a tutti.
Stampa il post

mercoledì 13 luglio 2016

Nuova Rubrica: Cucina e Pasticceria: Piccolo glossario tecnico e non solo: "F" - seconda parte



Proseguiamo il Piccolo Glossario con la lettera "F"

"F"


Fiammeggiare: semplicemente spruzzando un liquore o altro fortemente alcolico a cui dando fuoco al momento di servire si ha una fiamma alta e molto coreografica. Fiammeggiare è anche passare la fiamma con un cannello o altro su pollo o cacciagione per eliminare la peluria.
Chi non ricorda la famosa "lampara" che veniva portata in tavola per preparare le "crepes suzette" oppure "i rognoni flambè" ???? A Trieste c'era un famoso ristorante ora scomparso da anni il proprietario si chiamava Venturi ed il suo locale era conosciuto come "Venturi alla Luna". Lui faceva i "datteri (di mare) flambè " una squisitezza parliamo degli anni 60 ed io avevo 18 anni. Quanti ne ho mangiati ma siccome ero sempre in "bolletta" e parlando la lingua tedesco gli portavo clienti ed in cambio lui mi offriva questa prelibatezza....bei tempi in tutti i sensi :D :D 
Qui di seguito due immagini tratte dal web

 Il famoso "cannello" preso da web ma è perfettamente uguale al mio ottimo per caramellare



la lampara con il "maitre" che sta facendo le crepes suzette all'arancia un classico



Fondente: principalmente trattasi di zucchero cotto composto da acqua e glucosio che raffreddato e lacorato finchè diventa bianco e consistente. 
Il fondente è l'italianizzazione del marchio commerciale fondent che è stato ideato da Rodolpge Lindt - marchio del famoso cioccolato LINDT, prodotto tramite concatura un procedimento da lui inventato nel 1880. Nell'uso popolare il "fondente" viene spesso erroneamente ma ormai è una consuetudine, inteso come cioccolato amaro in prevalenza oltre il 60% di cacao.
Se avete piacere di sapere cos'è la concatura e quale macchinario viene usato vi rimando a questo LINK.
Per fondente s'intende anche la glassa o ghiaccia che è una preparazione soprattutto di pasticceria e si rivestono tutto od in parte alcuni dolci con lo scopo di abbelirli o esaltare il apore. La sua caratteristica è di asciugare formando però un guscio lucido sul dolce e, le glasse possono essere colanti o di pasta.
Vi lascio un immagine ..dolce .. con il link sotto per eventuali informazioni sulla glassa colante o di pasta e anche questa assieme alle informazioni prese da Wiki.






Frangipane: è una crema cotta preparata con latte, farina, zucchero, burro, mandorle in polvere e profumata con l'essenza di mandorle. Si utilizza per farcire torte o per foderare il fondo delle crostate. Comunque la base di questa crema parte dall'essenza di mandorle con l'aggiunta della farina, ecc.
La crema "frangipane" ha una sua bellissima storia da dove deriva il suo nome. 
Benchè sia riconosciuto il fatto che il nome della crema derivi dal cognome italiano "Frangipani o Frangipane" che è il nome gentilizio di una nobile e potente famiglia romana, di antichissime origini citata almeno dall' XI secolo. Una leggenda dice,  anzi vorrebbe,  che la famiglia discendesse dalla "gens Anicia" ovvero da quelli Anicii cioè invitti.. cosi suona diciamo il vocabolario italiano.
Comunque in quanto all'origine esistono varie teorie ed io vi riporto quanto dice Wiki. Inoltre vi lascio anche le parole che sono linkabili direttamente se siete curiosi per saperne di più:

  • un pasticcere del XVI secolo, creatore di un liquore aromatico con un sapore simile a questo
  • la ricetta della crema sarebbe stata donata dal conte Cesare Frangipani a Caterina de'Medici in occasione del suo matrimonio con il futuro re di Francia;
  • Muzio Frangipani, un botanico italiano, avrebbe visitato le Antille nel 1493 e avrebbe insegnato ai marinai che lo accompagnavano che l'odore "delizioso" sentito in prossimità di Antigua era originato da un arbusto (Plumeria alba), il cui nome comune divenne "frangipani"
  • un pronipote di Muzio Frangipani, marchese del XVII secolo e maresciallo nell'esercito di Luigi XIII, avrebbe ideato l'aroma della frangipane con lo scopo di coprire l'odore di cuoio dei guanti e delle scarpe. Oltre a quella dell'aroma, gli viene attribuita anche l'invenzione della ricetta
  • Maurizio Frangipani, un monaco italiano pioniere della profumeria, avrebbe osservato che i princìpi dei profumi erano solubili nell'etanolo

Torta al cioccolato fondente con cuore di crema frangipane e QUI  la storia con ulteriori informazioni sulle origini di questa crema - tutto da Wiki



Spero che questo glossaria vi sia utile e lo troviate interessante per tutte le informazioni che attinenti con la parola non avreste mai immaginato da cosa derivano. Io mi sono divertita anche se veramente la ricerca è in fondo un "lavoraccio" ma fino a quando in fondo mi fa piacere e mi diverte scrivere non ci sono ne saranno problemi.

Un abbraccio e buona giornata.

Il link che ragruppa tutto il glossario dalla A alla Z


NOTA Affluente

  • Della lettera "F" ci sono ancora frappè, fritti, frullare e frusta come utensile e credo che sono termine di uso ormai comunissimo e quindi penso che con questa lettera finisce anche il post. Il prossimo sarà con a lettera "G" e, speriamo che le curiosità con quelle parole non siano così ampie da dover dividere nuovamente in prima e seconda parte :D :D se basta !!
  • Vorrei rimarcare e ricordare a chi mi legge che arrivando alla "Z" ho pensato di raccogliere tutte queste parole ed informazioni in un PDF che poi sarà consultabile da tutti. Devo ancora trovare non il programma già in mio possesso ma la formula per poterlo poi rendere a disposizione di tutti ma ho tempo prima di arrivare alla "Z".
  • Vorrei ancora scusarmi se il tempo intercorso tra i post sono lunghi ma purtroppo fare una ricerca corretta ed il più possibile esatta richiede del tempo e considerando i problemi personali di questi giorni ed il caldo forse ha fatto si che i tempi siano più lunghi 
  • Non so quando riuscirò a continuare ma ho paura che per questa rubrica passeremo a Settembre
  • Grazie ancora di avermi letta fino a qui.

Stampa il post