"Kestrel" un falco ed un personaggio cinema della serie Fantastici...Wolverine

"Kestrel" un falco ed un personaggio cinema della serie Fantastici...Wolverine
Lo splendido volo del falcone - Sfondi dal web con programma PictureThrill

Benvenuti Amici e Grazie di seguirmi

venerdì 29 aprile 2016

Vellutata o crema di porri, patate con aromi, crostini e polvere di funghi porcini secchi

Si ogni tanto mi sbizzarisco e siccome volevo una minestra di verdure ho optato per questa vellutata  in base a quanto avevo in dispensa e frigo.
Ingredienti pochi e leggeri, aromi che penso tutti li tengano freschi o in polvere  e la polvere di funghi porcini per la quale ho usato lo stesso sistema che avevo fatto per la polvere di posciutto crudo.
E' un piatto che si mangia caldo ma anche a temperatura ambiente e per questo molto adattabile a questa serata con i miei che non sapevo quando sarebbero arrivati.

Ingredienti per 4 persone
4 porri di grandezza media
4 patate grandi o 5 medie
100 ml di panna fresca 
aromi quali prezzemolo, aglio, rosmarino, timo e maggiorana (io parte freschi parte in polvere)
1 piccolo pezzetto di zenzero (10 g inclusa la buccia)
1 cipolotto nuovo di Tropea oppure 2-3 scalogni
1 confezione piccola di funghi porcini secchi
1 pane integrale o secondo gusto da tagliare a fette oppure 
1 confezione di pane cassetta senza crosta
olio
brodo



Procedimento

Per prima cosa accendendete il forno a 100° e su carta da forno sulla leccarda vuotate il sacchetto di funghi freschi  ben sparsi e li lasciate per 45-50 minuti prima di controllare se sono ancora un pò umidi. Se sono gia asciutti diciamo che si spezzano facilmente, spegnete il forno e li lasciate fino a che questo non si sarà raffreddato o fino a quando dovrete nuovamente utilizzarlo per i crostini di pane. 

Togliete dai portti l'estrema parte verde quella proprio dura e sfogliate le prima foglie che sono sempre le più sporche di terra e controllate il resto. Tagliate a pezzi non servono proprio piccoli inclusa la parte verde. In una casseruola , un pò d'olio e fate andare i porri che si appasiscano un pò ma non prendano colore. Copriteli con del brodo anche di dado quello di verdure senza glutammato e fate andare coperto per una ventina di minuti. Se sono abbastanza teneri aggiungete a tocchetti le patate pelate ricoprite con brodo, aggiungete gli aromi freschi o polvere incluso lo zenzero pelato e a piccoli pezzetti o grattugiato e fate andare ancora per una decina di minuti.
Con un frullino ad immersione frullate tutto, salate e rimettete sul fuoco con la panna fresca e fate andare ancora per 5 minuti o fino a che non avrà la densità che volete.
Tagliate a fette il pane e togliete la crosta e fate tanti piccoli bastoncini - lo stesso se usate il pane cassetta - e sistemateli su carta forno sulla leccarda. Spruzzate un pò d'olio, il rosmarino ed un pò di sale e fate andare sotto il grill fino a quando il pane non sarà dorato e croccante.
In un mixer frullate a polvere i funghi porcini.

Impiattate la vellutata/crema in una ciotola o bel piatto fondo, contornate con i crostini di pane e spolverizzate con la polvere dei funghi porcini e servite.

Buon appetito.


NOTA Affluente

  • La polvere dei funghi porcini che vi avanza metteteli in un contenitore va bene anche uno di plastica per alimenti purchè abbia un coperchio e lo potete tenere anche per un mese assieme agli altri vostri aromi secchi - non serve frigo.
  • Allo stesso modo potete anche fare la polvere di prosciutto crudo. Con lo stesso sistema mettete delle fette sottili prive di grasso sulla leccarda e a 100° li lasciate per circa 1 ora. Controllate se sono diventate croccanti, spegnete, lasciatele fino a che forno si sarà raffreddato e poi nel mixer li rendete in polvere. Barattolino ma questo lo dovete conservare in frigo vi durerà circa 10 giorni forse anche più ma controllate che non abbia odore forte perchè un pò di grasso rimane sempre.

Stampa il post

martedì 26 aprile 2016

RANSOMWARE ...malware = virus iniziato in Russia ora in tutto il Mondo

In quest'ultimo periodo anche quelli che non s'intendono d'informatica o non si tengono al corrente dei nuovi attacchi di virus per proteggere i propri Smart, iPod, iPad, iPhone, PC e tutti i multimediali rischia anche senza fare nulla di trovarsi un "Ransomware" un virus che limita le sue azioni sul proprio dispositivo quale esso sia e per riaverlo utilizzabile deve pagare un "riscatto = ransom in inglese + ware ovvero malware/virus.
Alcune informazione su cosia sia un "ransomware" ..... è un tipo di malware che limita l'uso del proprio dispositivo e deve pagare per rimiovere tale limitazione. Bloccando il sistema si intima all'utente di pagare un riscatto per sbloccare oppure possono anche "cifrare o criptare" il sistema chiedendo sempre il riscatto per dare i codici e riportare i file cifrati o criptati leggibili.
Inizialmente si sono diffusi in Russia ma ora sono presenti in tutto il mondo.
La nota casa di antivirus McAfee già nel 2013 aveva registrato 250.000 diversi tipi di "ransomwere" ed il più famoso al momento è stato CryptoLocker un virus che ha ottenuto circa 3 milioni di dollari con la richiesta riscatto prima di essere reso innocuo dalle autorità.
Questi virus che si diffondono come dei "trojan"(tipo cavallo di Ulisse), dei "worm" virus che penetrano nel sistema attraverso allegati o simili o anche sei servizi della rete che cripterà i file sul vostro "hard disk" indifferente quale dispositivo o adottanto altri sistemi tipo "chiave privata" casuale con una fissa "chiave pubblica" e l'autore è l'unico a conosce la chiave per la decriptazione ovvero la possibilita di leggere ed accedere ai propri file mediante i pagamento richiesto come riscatto ad ottenere questa chiave liberatoria.
Vi invito a continuare la lettura di tutte le informazioni di cui parte sono le sopra descritte prese da Wiki a questo LINK .

In pari tempo, attraverso il sito dell'amico Vinnie GUIDAMI.Info  troverete tre bellissimi articoli e vi passo qui di seguito i rispettivi link per facilitarvi la lettura

Programmi gratis per PROTEGGERE e DECRIPTARE i File dai Ransomwere

Come sapere quali RANSOMWERE ha infettato il Computer

Programmi per COSA FARE se un Ransomwere ci ha infettati e come risolvere

Riportare per esteso cosa fare, come fare, cosa usare è impossibile ci vorrebbero più post e sarebbe difficile collegare l'uno agli altri ma, se leggendo questo poi andate a vedere gli articoli segnalati potete prendere facilmente nota di cosa potrete fare nel malaugurato caso di avere "Quest'Ospite Indesiderato" e fare in modo di risolvere il problema senza sottostare a ricatti nel caso che i file fossero talmente importanti da non poter rinunciare ad accettare questa violenza.
Su ogni pagina segnalata di questi post troverete tutti i collegamenti ai vari programi ed agli articoli che vi avvisano di cosa fare e non fare. L'immagine che riporto qui sotto e tratta da uno degli articoli di Vinnie Guidami Info. che riporta l'avviso che i vostri file sono stati criptati ed i termini del ricatto.



Vi confesso che la decisione di fare un post è a seguito dell'avvenuto fattaccio a due mie amiche blogger che hanno avuto la brutta sorpresa di trovare tutti i loro lavori di ufficio ma anche di casa bloccati con il ricatto di pagare un sacco di dollari per riprendersi tutti i dati. La Polizia Postale purtroppo è al corrente e può solo consigliare di non aprire messaggi da sconosciuti e men che meno aprire gli allegati che usualmente nel momento stesso che vengono aperti s'installano i virus ecc. bloccando tutto il pc e/o i dispositivi e rendendo inutile i vostro lavoro anche di anni.

Fate molta attenzione anche se alle volte purtroppo anche stando attenti al massimo possiamo incappare in un qualcosa che ci sembra tanto innocente senza pensare che sarà anche il più dannoso.

Buona giornata.


Stampa il post

domenica 24 aprile 2016

Intermezzo Domenicale !!! GROTTA GIGANTE sita nel Carso Triestino - una delle Meraviglie dicono del mondo a Trieste

La "Grotta Gigante" (Briščkova jama in sloveno, Riesen Grotte in tedesco) è la più grande cavità turistica al mondo. È sita nel Carso triestino, nel comune di Sgonico, in provincia di Trieste. E' stata scopeta nel 1840 da Anton Frederick Lindner (nel corso di una ricerca finalizzata a scoprire il corso sotterraneo del fiume Timavo e sfruttarlo per l'approvvigionamento idrico di Trieste), fu rilevata dagli speleologi nel 1897 e destinata alla fruizione turistica dal 1908 dal Club dei Turisti Triestini.  L'illuminazione elettrica venne realizzata nel 1957.
Da questa foto si nota all'interno la caratteristica forma della stalagmite a “pila di piatti”, tipica della Grotta Gigante, dovuta alla notevole altezza dalla quale cadono le gocce.


Interno Grotta Gigante 

La successiva foto in bianco/nero è stata pubblicata nel 1926. Da notare il rapporto tra le persone e la stalagmite


Tutte le foto e parte dell'articolo è stato tratto da Wikipedia.....link     Grotta Gigante  da dove potrete trarre altre informazioni su questa meraviglia quali la morfologia, strumentazione, percorsi ecc. La foto grande rappresenta una visita notturna alla Grotta Gigante possibile solo dopo l'avvento dell'illuminazione elettrica ed altri accorgimenti in merito alla sicurezza del visitatore.

A questo link  http://www.grottagigante.it/  sito ufficiale troverete tutte le indicazioni come orari, come fare per raggiungere la grotta, scienza, storia, foto, prenotazioni per le visite ecc.

Posto qui ancora altre foto della Grotta Gigante che purtroppo non permettono di vedere la magnificenza nella realtà.

Grotta Gigante ...una via 

Visita Grotta Gigante notturna

Il sentiero e vicino si vedono le scale 

Una veduta panoramica con dei turisti...sembrano piccoli

Io spero che a qualcuno venga voglia di venire a vedere questa meraviglia e...vi confesserò che IO non ci sono ancora andata. Come tutte le cose che hai vicino dici sempre...è li quindi puoi andare quando vuoi.
Le Grotte di Castellana e quelle di Postumia nella vicina Slovenia sono andata a vedere ma...questa purtroppo non sta più nelle mie gambe.Ci sono ben 500 scalini che si devono fare in discesa e poi in risalita e purtroppo il mio ginocchio non potrebbe sostenere questo carico frenante sopra tutto in discesa per cui credo che mi accontenterò della panoramica video.

NOTA Affluente 

Questo post che vi ripropongo l'ho scritto nel marzo 2010 praticamente dopo 4 mesi scarsi dalla nascita del mio blog. Purtroppo di visite ci sono state ma commenti "ZERO" e pensare che questa Grotta Gigante, dalla sua tipologia ecc. è unica al mondo ed è in Italia.
Ho pensato, perchè non mettere anche una meraviglia di casa mia oltre a quelle già messe e sparse in Italia ??? Detto e fatto ed ecco la prima proprio della mia città.
Dal sito ufficiale  Grotta Gigante da cui avevo tratto moltissime informazioni, in questi 6 anni hanno aggiunto la possibilità di vedere la Grotta Gigante a rilievo laser da diverse posizioni sempre diverse e nuove che già vedendole sembra di essere all'interno della grotta stessa.
Fermo restando che vi consiglio di passare al sito perchè presenta delle immagini fantastiche vi metto qui tre videi collegati dal sito a YouTube con i relativi link nel caso che la mia videata per qualche motivo sparisse.
Il PRIMO video in rilevo lasera scanne con visita completa alla Gotta Gigante e questo è il LINK
Il SECONDO video in rilievo laser una visita alla Grotta Gigante vista dall'alto e questo è il LINK
Il TERZO video in rilievo laser panoramica - la COLONNA DI RUGGERO e questo è il LINK




Io vi consiglio di andare a vedere su YouTube penso che sia più in grande e molto più nitido. Qui sul blog per stare dentro allo spazio concessomi ho dovuto ridurre la grandezza del video, vedete voi come vi sembra meglio anche potendo ingrandirlo cliccando in fondo a destra anche da qui.  Come gia detto prima per me sarà impossibile vederla fare 500 scalini oltre il resto non è più nel mio ginocchio. Funziona benissimo ma avendo un tendine in accoppiata con il menisco sopra tutto la discesa che bisogna frenare è dolorossimo come anche nuotare a "rana" che richiede un angolatura particolare di nuoto al ginocchio :D :D nuoto lo stesso ma mezzo "rana" e mezzo "delfino" con le gambe come dire la necessità aguzza la mente :) :)

Spero che questa volta qualcuno vorrà lasciarmi un salutino.
Buona domenica.

Stampa il post