Un bellissimo tramonto lato mare da casa mia

Un bellissimo tramonto lato mare da casa mia
Dal balcone interno nella grande corte dal 7° piano

Benvenuti Amici e Grazie di seguirmi

giovedì 23 ottobre 2014

Torta salata di pasta sfoglia con salmone, formaggio e fantasia

Torte salate ne ho mangiate, viste fare e fatte in questi anni parecchie.
Il bello del farle e che puoi usare tantissimi ingredienti miscelandoli con fantasia e gusto e fare in modo che nessuno degli ingredienti usati emergano sugli altri. I sapori si devono amalgamare e creare un sapore nuovo piacevole ed invogliarti una prossima volta per inventarne una nuova.
Ho letto da qualche parte un abbinamento con formaggio e pesce e da questo l'idea.....


Ingredienti per una teglia di  24 cm
1 confezione di pastasfoglia rotonda (le grandezze sono standard per tutte le marche)
50 g di salmone fresco o surgelato (io surgelato)
100 g di salmone affumicato già affettato
2 uova
500 ml di latte
20 ml di panna fresca - fiordilatte
50 gr di stracchino (piccole confezioni)
formaggio grattugiato q.b.(parma, gruyere, pecorino)
sale - pepe
1 manciata di rucola 



 

Preparazione
Preriscaldate il forno a 170° (mio ventilato) e srotolate la confezione di pasta sfoglia e senza ungere la tortiera usando la carta forno della confezione foderate la stessa cercando di mantener alti i bordi.
Bucherellate il fondo, copritela con altra carta da forno e  fagioli o altro per lìuso affinche non si gonfi. Lasciate cuocere per 15 minuti e se notate che i bordi imbruniscono troppo coprite la tortiera con un foglio di carta alluminio.


Nel frattempo fate bollire in una casseruola il salmone fresco o surgelato in 500 ml di latte. Deve essere coperto ed a inizio bollitura calcolate 5 minuti, spegnete e fate raffreddare lasciando il salmone immerso nel latte.


In una capiente ciotola, usate solo 100 ml di latte (parte di quello usato per cuocere il salmone) e aggiungete le uova, la panna fresca, sale, pepe e sbattete con una frusta per amalgamare gli ingredienti. Tritate finemente la rucola ed aggiungetela.

Assemblate i vari ingredienti nella tortiera come segue:

- dopo aver tolo i fagioli e la carta da forno, mettele sul fondo spezzetando il salmone cotto nel latte dopo averlo scolato

- tagliate a piccoli pezzi il salmone affumicato preaffettato e spargetelo in ordine sparso rispetto al salmone precedente

CONSIGLIO:
Invece di coprire il fondo separatamente con i due salmoni, è molto meglio includerli spezzettati assieme all'impasto di latte-uova-ecc. in questo modo è più uniforme come strato e basta un unica operazione. Io l'ho fatta con la seconda tortiera il giorno dopo su richiesta di mia figlia (ha comperato però lei tutti gli ingredienti  ...risolino)





A questo punto versate  l'impasto di latte, ecc. e fate in modo che sia ben livellato magari muovendo la tortiera stessa. Aggiungete a cucchiaiate in ordine sparso lo stracchino e abbondante formaggio grattugiato, io ho usato misto parma e gruyere.
Mettete in forno preriscaldato a 170° per 30-40 minuti.


Vi consiglio di coprire la teglia per i primi 30 minuti e di lasciarla scoperta per i restanti per evitare che i bordi di pasta sfoglia diventino troppo scuri.
Lasciate raffreddare prima di gustarla e poi tagliatela a fette.


Un insalata completerà il piatto che diventa così piatto unico come abbiamo fatto noi.
Come al solito è avanzata una bella fetta che come piccolo spuntino è stata mangiata il giorno dopo ovviamente fredda a temperatura frigo ed era gustosissima,  per me meglio di calda o tiepida.

Buon appetito.
Stampa il post

martedì 21 ottobre 2014

Vellutata di fagioli cannellini con gamberi avvolti in fettine di bacon

Io adoro le vellutate di legumi come dico io "compositi" ma non le minestre di verdure o u brodi che siano di carni bianche o rosse.
Principalmente  assieme crostacei oppure a pesci che io ritengo saporitissimi come la triglia, lo scorfano ed ovviamente il pesce azzurro come alici, sarde e sgonbri. 
Come crostacei uso i gamberi e se surgelati sono quelli del Pacifico o India, scampi questi se trovo freschi per usare il carapace oppure molluschi come cozze, vongole veraci, canolicchi.
Mi piacciono anche perchè si possono usare i legumi sia quelli già cotti in barattoli da 400 g come i secchi che possono essere ceci, lenticchie, piselli secchi spezzati, fagioli rossi o cannellini, ecc.  La zuppa che vi propongo rispecchia come ingredienti aggiuntivi quelli che mi piacciono di più ma le aggiunte fermo restando la bese possono variare a gusto personale.
Ad ogni modo utilizzando a parte i legumi che hanno un costo contenuto, usando crostacei e filetti di pesce surgelati la spesa per 4 persone è molto contenuta e la zuppa completata con fette di pane sciocco tostate e magari sfregate con un pò di aglio fresco e olio evo possono rappresentare benissimo un piatto unico leggero, nutriente e saziante. Potete al caso sempre completare se usate i crostacei con una parte fare dei spiedini grigliati conditi solo con olio, limone e prezzemolo.
Passiamo alla ricetta...

Ingredienti per 4 persone
2 barattoli di fagioli cannellini da 400 g
2 spicchi aglio
1 carota
1 cipolla bianca o 2 scalogni (io scalogno)
1 presa di prezzemolo, dragoncello, erba cipollina tutto surgelato fresco da me
8 gamberoni Pacifico surgelati con codino
500 ml di brodo vegetale 
(1 dado gel oppure  brodo vegetale fresco fatto da voi)
500 ml di brodo di pesce 
(dal carapace dei crostacei)
sale e pepe q.b.
100 g di bacon (già confezionata) o pancetta affumicata tagliata molto sottile 
50 ml di vino bianco

 


Preparazione
Preparate la cipolla o lo scalogno affettato sottile, la carota e lo spicchio d'aglio e soffriggete leggermente senza che si colori troppo in un casseruola alta con un pò d'olio.
Sfumate con il vino lasciandolo evaporare.
A)
Se usate i crostacei freschi, togliete il carapace che metterete a cuocere in 500 ml di acqua e quando cotti li spremete in modo che l'acqua di cottura assorba tutto il sapore che utilizzerete poi aggiungendo 500 ml di brodo vegetale
B)
Se invece utilizzate i crostacei surgelati con il codino, togliete quest'ultimo e metteteli in una garza legando stretto l'apertura ma userete in questo caso 1 litro di brodo vegetale


Aggiungete nella casseruola il contenuto di un barattolo di fagioli oppure l'equivalente cotti dopo l'ammollo se usate i secchi e aggiungete la quantità del liquido indicata se avete usato il punto A) ma se avete usato il punto B), dovete aggiungere il liquido indicato ed il sacchetto chiuso nella casseruola e lasciate bollire tutto con coperchio per entrambi i casi per 20 minuti a fuoco basso.

Se avete usato il sacchetto toglietelo e poi frullate tutto con un frullino ad immersione in modo che il tutto si addensi. Correggete di sale, aggiungete un pò di pepe ed il secondo barattolo di fagioli interi scolati (ovviamente stesso quantitativo se usate quelli secchi cotti da voi).
Mescolate e cuocete ancora per circa 10 minuti in modo che prendano sapore poi spegnete e lasciate coperto.


Avvolgete con una fettina di bacon o pancetta il gamberone o il crostaceo da voi scelto e rendetelo croccante in una padella antiaderente senza l'aggiunta di ulteriori grassi, basterà quello rilasciato dalla pancetta o bacon.

Impiattate la vellutata, completate con 2 gamberoni croccanti ed una fetta di pane tostato che porterete separatamente in tavola.

Il mio piatto con i gamberoni


Vi assicuro che è squisita.


VARIANTE
Siccome mio marito non può mangiare i crostacei, ho dovuto inventami una variante.
Ho acquistato per me dei gamberi surgelati. Per marito una confezione di "surimi" al sapore di granchio che altro non è che merluzzo a sfoglie arrtolato come bastoncini. Si possono trovare anche il surimi a forma proprio di gambero ma sempre di merluzzo trattasi.
Quasi tutta la confezione surimi a bastoncini meno sei li ho tagliati a pezzi e messi a cuocere assieme al battuto ed ai fagioli ed ho frullato poi il tutto. Il sapore ricordava un pò il brodo di carapace vero.
Ho avvolto con il bacon questi bastoncini di surimi interi che ho lasciato indietro appositamente e resi croccanti in padella e completato la vellutata per mio marito con questi.
Per me ho invece utilizzato i gamberoni sempre resi croccanti con la pancetta o bacon.
Se avete persone intolleranti ai crostacei potete tranquillamente usare i "surimi" ma leggete gli ingredienti in quanto normalmente il sapore è...quasi chimico ma potreste trovare che il sapore è stato dato da farina di crostacei e quindi non andrebbe bene per gli intolleranti.
Il surimi a bastoncino

Il surimi avvolto nel bacon per marito

Stampa il post

domenica 19 ottobre 2014

Intermezzo Domenicale !!! .....andiamo in Perù




Un piccolo viaggio tramite le immagini di un posto meraviglioso siamo a  Machu Picchu.
Questo è un sito archeologico situato in Perù a circa 2430 m.s.l.m.
Fa parte dei Patrimoni dell'umanità stilati dall'UNESCO dichiarata tale nel 2007.
Si trova nella valle dell?Urumbamba  e i turisti che la visitano sono tantissimi (400 mila nel 2003) che ha suscitato una preoccupazione nell?UNESCO  per ventuali danni ambientali dovuto al volume di visite. Le autorità che ricavano ovviamente vantaggi economici ritengono che non sussistano problemi considerando l'estremo isolamento della valle sufficiente a limitare eventuali danni.
Altre informazioni interessanti le trovate su WIKI

Come al solito questo video conevertito solo per modificare l'estensione PPS in AVI e poterlo postare senza alcun'altro cambiamento. La musica è sceltta dall'autore.

video
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      

Vi auguro Buona domenica.
Stampa il post