Fantasy - Immagine dell'amica del "Rifugio degli Elfi" - clic immagine

Fantasy - Immagine dell'amica del "Rifugio degli Elfi" - clic immagine
Immagine da https://www.facebook.com/groups/1481388275215394/

Dove trovarmi

domenica 9 aprile 2017

Intermezzo Domenicale !!! ... curiosando sull' " UOVO di PASQUA "


   BUONA DOMENICA DELLE PALME  
un augurio a tutti portato dalla Colomba



Siamo ancora nel periodo della Quaresima che precede la Santa Pasqua. Uova di cioccolata, Colombe e quant'altro si usa mangiare in questa ricorrenza e mi sono chiesta , dove e quando e nata l'usanza dell'uovo di Pasqua ?????
Sapete che per cosi poco non mi perdo e per quanto conoscessi già alcune storie su come ecc. ho voluto approfondire per poter condividere qualcosa di più completo ed interessante.

 
 Uova di gallina decorate a mano


"OMNE VIVUM EX OVO " dice ...ogni essere vivente (proviene) dall'uovo (nel senso di germe).
Questo motto ha spiegato per secoli il principio che la vita non può avere origine dal nulla e si rifà alla "Biogenesi"  che è la teoria secondo cui gli organismi viventi si riproducono continuamente solo a partire da altri organismi viventi. Sulla "Biogenesi" un interessante articolo lo trovate QUI

L'uovo di Pasqua oggetto tradizionale è divenuto nel tempo uno dei simboli della stessa festività cristiana assieme alla colomba. Nel cristianesimo simboleggia la resurrezione di Cristo ma è anche correlato alla festa pasquale sino dal Medioevo.
Prima del cristianesimo le uova hanno rivestito un ruolo simbolo della vita. In alcune credenze pagane e mitologiche il cielo e il pianeta venivano considerati due emisferi che creavano un unico uovo mentre,  gli antichi Egizi lo consideravamo il fulcro dei quattro elementi dell'universo come l'acqua, aria, terra e fuoco. Praticamente l'uovo rappresentava la ripetizione della nascita dell'universo ma anche quale simbolo da scambiarsi come augurio di fertilità e quindi l'eterno ritorno alla vita.
Il dono delle uova è documentato già dagli antichi Persiani con la tradizione di scambio con semplici uova di gallina all'avvento della stagione primaverile. 
Come detto lo scambio si sviluppò nel Medioevo con uova decorate ma,  come regalo alla servitù. La diffusione come regalo pasquale probabilmente sorse in Germania dove era diffusa la tradizione di donare semplici uova che in origine venivano bollite e avvolte con delle foglie o assieme a dei fiori per assumere una colorazione dorata. Poi si passò alla creazione di uova artificiali fabbricate o rivestite in materiali prezioni come argento, platino e oro destinati ovviamente agli aristocratici e nobili. Si ricorda che Edoardo I re d'Inghilterra dal 1272 al 1307 ordinò qualcosa come 450 uova rivestite d'oro per donarle nell'occasione della Pasqua,
Da ricordare ancora le uova decorate da un famoso orafo Peter Carl Fabergé alla quale lo Zar nel 1883 commissionò un dono speciale per la zarina Maria e cosi nacque il primo famoso uovo Fabergé che oggi tutti i collezionisti che possono cercano di acquistare.

In tempi più recenti l'uovo di Pasqua più diffuso e celebre è l'uovo di cioccolato..... ma a questo punto continuate a leggere.......altrimenti scrivo un romanzo :D


 Uova classiche decorate


Uova dei gigli di Fabergé

 Uovo pasquale in una Piazza a Zagabria
Uovo di cioccolotato decorato

I "credits" di quanto sopra sia come info.che come immagini sono tratte da WIKI  mentre la colomba è tratta dal web ma non posso citare la fonte perchè è su una pagina di lottomatica.

Da vecchi ritagli di giornale e da appunti che ho trovato (non miei erano della mamma), sembra che le uova di cioccolato siano state ideate da Luigi XIV (re di Francia) che ordinò ai suoi pasticceri di realizzarle ma si parla anche che l'idea sembra provenisse dalle Americhe che era la patria della pianta del cacao da dove si trae la cioccolata. Ad ogni modo l'unica sicurezza, se si può dire tale, il donarsi queste uova di cioccolato risale ai primi dell'800 ed è da ripartire tra Germania e Francia. Erano comunque molto pesanti e costose essendo piene non come quelle di oggi che sono vuote all'interno a meno che di non inserire una sopresa o altro come si usa ora nel nostro ttttttmpo.
Per concludere, in molti paesi e di religione diversa come gli ortodossi.... rimane l'uso di regalare uova sode magari decorate a mano o colorate ad esempio con le bucce di cipolla.

Anche se ancora in anticipo Buona Pasqua.


NOTA Affluente

Merita che andiate a vedere tutta la collezione di  uova Fabergé a questo LINK  dalla quale ho tratto questi che a parere mio sono favolosi

 Uovo di Pietro I il Grande (1903)

Uovo del "Memoria di Azov" (1891).

E, non meno interessante la figura di Peter Carl Fabergé o Karl Gustavovič Faberže, un orafo e gioielliere russo nato a san Pietroburgo nel 1846 e morto a Losanna nel 1920 e che erroneamente molti pensano dato il nome con la quale è conosciuto fosse francese. Ma diciamo che non è del tutto errato in quanto gli antenati paterni erano ugonotti della La Bouteille, Piccardia -  sito in Francia da dove dovettero scappare. Molto avventurosa la sua vita ed interessante che vi invito a leggere Peter Carl Fabergé

Stampa il post

26 commenti:

  1. Risposte
    1. Buona domenica anche a te ciaooo.

      Elimina
  2. Cara Edvige, che belle sono le tue uova bene decorate, la domenica delle palme sembra che brilli ancora di più.
    Auguro a te una buona domenica delle palme, con tutto il cuore.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrenttanto a te e famiglia un abbraccio e sorrisone.

      Elimina
  3. E' proprio vero che non si finisce mai di imparare. Buona domenica delle palme cara.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina sai, io imparo assieme a voi. Buona domenica delle Palme

      Elimina
  4. buona domenica delle palme anche a te cara!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  5. This is just so good!

    Bloglovin
    STYLEFORMANKIND.COM

    RispondiElimina
  6. Sai Edvige , non mi ero proprio mai chiesta perchè
    a Pasqua si regalano le uova . Il tuo post è
    veramente esauriente ed interessante .Ora esco per
    una passeggiata , c'è un sole splendido . Al
    ritorno mi vado a leggere i link che hai segnalato.
    Grazie e buona serata . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura ma se leggi il commento di Rosy lei ha fatto un "sunto" :D :D
      Buona serata.

      Elimina
  7. Carissima Edvige come sempre i tuoi post catturano la curiosità e forniscono risposte ai più svariati interrogativi:).Io stessa ignoravo il significato di sacralità e di vita
    collegato all'uovo già in periodo antecedente
    al cristianesimo (e a conferma di ciò basta pensare sia alla credenza pagana che considerava cielo e pianeta due emisferi che
    andavano a creare un unico uovo e sia la credenza degli egizi che consideravano l'uovo al centro dei quattro elementi dell'universo
    (acqua, aria, terra e fuoco). A ulteriore conferma di quanto scritto ricordiamo l'usanza presso i Persiani di donare le uova in
    occasione dell'avvento della stagione primaverile (loro, al pari dei Greci e Cinesi ritenevano il cambio di stagione alla pari come quasi l'inizio di un nuovo anno).
    Nel cattolicesimo è interessante rilevare come, collegandosi alla precedente tradizione
    pagana, che considerava l'uovo simbolo di vita,si cercò di rielaborare questo significato in prospettiva alla resurrezione
    di Cristo. Infatti si creò una sorta di analogia tra l'uovo visto come un sasso senza vita e il sepolcro di Gesù (anch'esso un
    elemento inanimato). Così come all'interno dell'uovo vi era una nuova vita pronta a svilupparsi a partire da un qualcosa di
    apparentemente inanimato
    .anche il Sepolcro conteneva un corpo che sembrava morto (quello di Gesù) ma destinato
    alla vita cioè alla resurrezione.
    Nel Medioevo venne naturalmente mantenuta tale simbologia derivante dal Cristianesimo e con
    tale prospettiva prese piede l'usanza, in occasione delle festività pasquali, di donare le uova.
    Si trattava di semplici uova decorate ma sempre nello stesso periodo iniziò ad affermarsi l'usanza di fabbricare uova
    artificiali fabbricate o rivestite in argento, platino e oro, destinate, ovviamente , a personalità nobili.
    Ma recentemente la tradizione dell'uovo vero e proprio decorato è dovuta all'orafo Fabergè (dal quale prende nome l'uovo omonimo) in
    platino smaltato bianco contenente a sua volta un uovo dorato anche a sua volta conteneva due doni (una riproduzione della corona imperiale
    e un pulcino d'oro). Proprio da questo famoso uovo ebbe origine l'usanza di introdurre un dono all'interno dell'uovo.
    Recentemente è largamente diffuso l'uovo pasquale di coccolato, dapprima prodotto a livello artigianale e successivamente industriale, assumendo (come tante altre cose) una connotazione decisamente consumista, criticata dagli ortodossi, che in polemica a quest'aspetto, privilegiano il consumo, in occasione di tale ricorrenza, delle uova di gallina:).
    Grazie mille ancora per il post, un bacione e buona domenica:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maio direi grazie a te che andando a curiosare hai fatto un riassunto di tutto e benissimo brava e buona domenica.

      Elimina
  8. È bello essere a conoscenza dell'origine delle tradizioni e grazie per aver fatto questa interessante ricerca
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di avermi letta, sai io sono molto curiosa in tutto ed anche il campo gastronomio nel mio piccolo non ha segreti anche se la materia prima qui per piatti del mondo non si trovano ma almeno conoscere e già qualcosa. Buona settimana.

      Elimina
  9. Mi piacciono i tuoi intermezzi, imparo sempre un sacco di cose. Sei una fonte inesauribile di aneddoti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima ti ringrazio, questo che dici mi invoglia ancor di più a parte la questione che in fondo è cultura anche per me. Se non ci fossero tante visualizzazioni esterne sarebbe sterile ma in fondo non fa nulla io mi diverto. Un abbraccio e buona settimana.

      Elimina
  10. Che forte! In effetti mi chiedevo sempre anch'io da dove veniva questa tradizione. Che buone quelle al cioccolato 😀😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una curiosità legittima ed eccoci accontentati. Buona settimana ciaooo

      Elimina
  11. Bellissimo il tuo blog! Complimenti:-)
    Buona pasqua e tanti saluti dal lago di Levico.
    Romina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace non poter dire altrettanto trovo solo pubblicità per viaggio nel trentino. Grazie ma non sono interessata. Buona giornata

      Elimina
  12. Non solo sei una donna con una cultura infinita in continuo arricchimento, hai anche la generosità di condividere con i tuoi lettori il tuo sapere...grazie davvero, uno strucon!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina troppo buona è che sono curiosa e anche ho la fortuna di ricordare tutto, la mia memoria fotografica mi ha sempre aiutata dai 5 anni ad oggi :D :D Ciaooo strucon forte.

      Elimina
  13. Ciao Edvige,
    ti auguro di trascorrere una Serena Pasqua insieme ai tuoi cari.
    Nel mio blog c'è una sorpresa per te ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Iole ho usato il tuo widget anche questo anno per auguri lo trovi domenica.😚 buona Pasqua a te e famiglia

      Elimina