Golfo di Trieste e citta da Monte Grisa - Tempio Mariano

Golfo di Trieste e citta da Monte Grisa - Tempio Mariano
Si vede una diga sul fondo perchè verso sinistra riva ci sono stabilimenti balneari - Clic sulla foto per andare al sito Webcams travel da dove è stata tratta

Dove trovarmi

domenica 13 marzo 2016

Intermezzo Domenicale !!! ... Il "CRISTO velato " - la Scultura italiana nascosta ...

Il "Cristo velato" l'ho visto e sentito parlare per la prima volta su FaceBook da una persona o gruppo .. non ricordo ma, ha suscitato la mia solita "curiosità" e naturalmente e stato il via per la ricerca di informazioni.
Ho scoperto così che il Cristo velato è una scultura marnorea di uno scultore italiano  Giuseppe Sammartino o Sanmartino, nato e morto a Napoli 1720-1793.
La scultura realizzata nel 1753 è considerata una dei maggiori capolavori sculturei mondiali tanto che tra gli estimatori vi era anche il famoso scultore Antonio Canova che, tento di acquistare l'opera e asserì che avrebbe dato dieci anni della propria vita per poter essere l'autore di un simile capolavoro.
La scultura si trova nella Cappella Sansevero di Napoli conosciuta anche come la chiesa di Santa Maria della Pietà o Pietatella  ed è considerata tra i più importanti musei di Napoli.
Questa chiesa è oggi sconsacrata, attigua al palazzo della famiglia i principi di Sansevero che vi accedevano direttamente attraverso un vicolo sormontato da un ponte sospeso per poter appunto accedere privatamente al luogo allora di culto.
La cappella ospita oltre al Cristo velato - conosciuto in tutto il mondo per il suo "velo marmoreo" che si adagia sul Cristo morto anche la "Pudicizia" ed il "Disinganno". Un insieme complesso ma singolare anche per il suo significato, sculture però non dello stesso autore.
E' troppo lungo riportare tutte le meraviglie di questo museo e vi consiglio caldamente di leggere il resto a questa PAGINA  Posso solo aggiungere per invogliarvi che oltre ad essere stato concepito come luogo di culto lo stesso è sopratutto un tempio massonico carico di simboligie addebitato al genio ed al carisma di Raimondo di Sangro Principe di San Severo nella sua duplice veste di committente ed ideatore dell'apparato artistico della cappella.





Come nota aggiuntiva, l'incarico alla scultura del Cristo velato fu data ad un altro scultore italiano, Antonio Corradini che purtroppo morì prima e fece in tempo solo a fare un bozzetto presente oggi al museo nazionale San Martino sempre a Napoli.

Vi auguro una buona lettura e una buona domenica.
:k :k :k


NOTA Affluente

  • Se qualche amica che risiede a Napoli non conosce questo Museo, succede nemmeno io conosco tutte le meraviglie della mia città dovute al fatto che le abbiamo in casa :( :( , di andarlo a vedere ritengo che sia unico nel suo genere e di grande valore sia per le sculture presenti che sono  legate non solo a simboli eterici ma anche altri e tutti assieme costituiscono per la varietà uno dei più importanti musei italiani. 
  • Tutte le informazioni presenti in questo post sono state prese da WIKI  inclusa l'immagine di cui sopra e da qui sono poi partita a tutte le altre informazioni i cui link sono diretti cliccando sui nomi degli scultori e non solo evidenziati anche dalla "manina" del vostro mouse.  
  • Le altre due sculture presenti sono di scultori diversi come la "Pudicizia" dello scultore italiano Antonio Corradini (a cui il Cristo velato era stato commissionato ma morì prima di realizzarlo) ed il "Disinganno" dello scultore Francesco Queirolo, ma parleremo nel prossimo post altrimenti sarebbe troppo lungo:  "Stay tuned"

Stampa il post

32 commenti:

  1. Buongiorno cara Edvige e grazie della condivisione. L'Italia è un museo a cielo aperto, certamente è impossibile conoscere tutto, ma tanti non cercano nemmeno di sapere. IO ne avevo sentito parlare, però non ho avuto ancora la fortuna di vederlo. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente io non lo sapevo pur essendo stata a Napoli più volte. Sai si va nelle città o per incontri familiari oppure per visitarla ed i musei sono sempre all'ultimoposto. :(
      Buona domenica.

      Elimina
  2. Cara Edvige , bellissima questa scultura , non ne
    avevo mai sentito parlare . Guardandola bene , penso
    a quanto deve aver lavorato lo scultore a fare tutte le pieghe del velo . Veramente un'opera di grande arte .Grazie di averla condivisa .
    Qui c'è il sole . Buona giornata . Umarmung .
    PS Più tardi vado a vedere il resto indicato .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura non è solo questione di pieghe ma mantenere anche la parvenza di trasperenza è il massimo per me. Buona domenica.

      Elimina
  3. Ciao Edvige,come amante dell'arte in tutte le sue espressioni non potevo non visitare Napoli per ammirare il "Cristo velato" e le altre innumerevoli opere artistiche che la città offre.
    Ti segnalo un opera di Tullio Lombardo (1455-1532)poco conosciuta ma per me di grande valore artistico "Doppio ritratto" museo Correr,Venezia.
    Felice domenica,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della segnalazione. Come dicevo all'amico più sopra quando si va a visitare una città i musei rimangono in fondo a meno che non sono quelli più noti e sulla bocca di tutti. Mi piace l'arte ma confesso o ci vado appositamente per vederla ma se vado in visita cittadina il più delle volte passa in cavallerie :(
      Buona domenica.

      Elimina
  4. deve essere proprio una meraviglia! una ragione in più per visitare napoli, città in cui non sono mai stato :)) grazie per averlo condiviso, buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, indipendentemente dal resto.....rimane sempre una gran bella città. Buona domenica.

      Elimina
  5. mamma mia che meraviglia. non sono mai stata a napoli ma sicuramente questa sarà una delle prime cose che andrò a vedere perchè è meravigliosa anche solamente in foto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io ho fatto per annui campeggio nel Golfo del Policastro prov.Salerno e quindi vicino a Napoli e non ci sono mai andata :(
      Buona domenica.

      Elimina
  6. E' stupendo, ho sempre visto le immagini, in foto, in tv e in video ... ma non sono mai stata a Napoli. E' davvero meraviglioso, come tante cose che abbiamo in Italia, del resto. Grazie delle info, sempre preziose. Un abbraccio Edvige e buona domenica. Vado a sbirciare la ricetta che hai fatto tratta dal nostro libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di essere passata. Buona domenica.

      Elimina
  7. MOLTO INTERESSANTE CARA. BUONA DOMENICA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara buona domenica anche a te. Bacioni.

      Elimina
  8. Carissima Edvige, come sempre un post estremamente interessante:)). Non ho mai visitato la città di Napoli nè ho mai sentito parlare di questa splendida statua, che, a
    ragione, è stata definita uno dei maggiori
    capolavori scultorei a livello mondiale...sono rimasta incantata dal velo marmoreo che cala sul corpo del Cristo evidenziando, senza
    nascondere,particolari anatomici del corpo (la piega delle ginocchia,del gomito, le dita della mano e i particolari del volto) un'opera
    che merita considerazione e che mi piacerebbe vedere..se dovessi passare per Napoli sicuramente non potrò esimermi dal visitare
    questo museo, ricco di capolavori di altissimo livello:)
    un bacione e buona domenica:)
    Rosy
    ps: dal momento che domani partirò per la Sardegna e mi tratterrò due settimane, ci
    tenevo a salutarti e a fare i miei migliori e più sinceri auguri di Buona Pasqua a te e famiglia:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazier carissima Rosy, ti auguro buon viaggio, Buona Pasqua a te e Famiglia arrivederci a presto.

      Elimina
  9. Il Cristo velato è stupendo, mi piacerebbe vederlo dal vivo! Brava un bellissimo post! ^_^ Bacioni

    RispondiElimina
  10. È proprio vero che non conosciamo le bellezze più vicine a noi..pensa che nella mia Regione per il prossimo appuntamento del Fai sono in lista anche luoghi del mio paese! !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante se sono luoghi particolari fammi sapere vado a curiosare. Buona serata

      Elimina
  11. Una meravigliosa scultura, Edvige, e un post interessantissimo! Bacioni e buona settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie veramente stupenda. Bacio

      Elimina
  12. Interessante intervallo Edvige, come sempre
    Non conoscevo questa scultura .... davvero molto bella !
    Un bacione buona serata e migliore settimana appena iniziata

    RispondiElimina
  13. Grazie Edvige, non lo conoscevo.
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te amica mia e buona serata.

      Elimina
  14. Frequento Napoli da tanti anni, ogni angolo è bello e ricco di meraviglie, come, del resto, tutta la nostra bellissima Italia.
    Dal vivo il Cristo velato è ancora più spettacolare.
    Grazie per aver richiamato l'attenzione su un tesoro ancora a molti sconosciuto.
    Buona serata, a presto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che tu l'abbia visto e pensare che sono stata parecchie volte a Napoli pazienza forse un giorno.... Grazie cara e buona serata.

      Elimina
  15. Una scultura meravigliosa, che non ho ancora avuto modo di vederla! Ho visitato Napoli diverse volte, spero di poter visitare questo capolavoro! Buona serata, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io nella tua stessa condizione ma forse ci rifaremo...
      Buona serata ciaooo :k :k

      Elimina
  16. Edvige, quante cose meravigliose che ci racconti! Non conoscevo il Cristo velato...è spettacolare! La prossima volta che vado a Napoli, visiterò questo museo per poter apprezzare un tale tesoro! Un abbraccio carissima e grazie per aver condiviso, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary sei una rararissima del gruppo che ho il piacere di leggere. Grazie carissima amica un forte abbracco e bacioni. <3 <3 :k :k

      Elimina