Dal gruppo FB "Dragon Life"

Dal gruppo FB "Dragon Life"
Gruppo creato da " Il Rifugio degli Elfi " link su immagine - FB https://www.facebook.com/groups/1481388275215394/

Dove trovarmi

venerdì 13 dicembre 2013

"Strucolo" ovvero strudel di ricotta e spinaci in ...straza

Da noi a Trieste lo strudel è lo "struccolo" che può essere il classico di mele come anche salato basta che sia arrotolato. Che poi sia fatto con farina e uova oppure con le patate l'aspetto e la sostanza non cambia come ripieno sia salato che dolce. Infatti a Trieste esiste una vecchia ricetta dello "strudel in straza" ovvero avvolto in un canovaccio e cotto nell'acqua. Questa Strucoli in straza è un mio vecchio post del 2010 con la ricetta.
Qui invece parliamo di uno strudel salato che mia figlia  me li ordina specialmente per il suo compleanno ma che io sono stufa di rifarlo.Visto che lo devo fare questa volta non per lei ma per il nostro amico che viene da Venezia ecco la mia ricetta.

Ingredienti per 5 persone (+ 1 strudel che mia figlia si porta sempre a casa)
1 kg di spinaci surgelati
800 gr di ricotta mista di mucca e pecora *
120 gr di burro
50 gr di parmiggiano grattuggiato
2 uova
12 + 12 cucchiai colmi di farina **
sale
100 gr di prosciutto cotto a quadretti piccoli  (facoltativo)
tanto parmigiano




Procedimento
In una capiente pentola cucinate gli spinaci surgelati e poi fateli scolare. Prendete un tovagliolo di stoffa da buttare e mettete nel centro una cucchiata di spinaci chiudetelo sempre più stretto per strizzare gli spinaci ed eliminare quanta più acqua possibile. Potete fare anche con le mani o altro sistema nel passino schiacciando con la forchetta ma questo vi assicuro è il più facile ed il più efficace per eliminare l'acqua.
Sminuzzate gli spinaci e passateli in una casseruola con 20 gr. di burro e quando sono caldi aggiungete poco alla volta la ricotta e mescolate per amalgamare. Una volta completato, aggiungere un 50 gr di formaggio (per un panetto), amalgamate e mettete il tutto da parte perchè si raffreddi.

In una terrina versate la farina, 12 cucchiai perchè io faccio sempre due panetti separati, nel centro un uovo e con una forchetta amalgamate aggiungendo come misura per l'acqua il mezzo guscio per due volte.
 L'impasto deve essere morbido ed elastico non troppo per tirare una sfoglia sottile.
Quando amalgamato, su una spianatoia un pò infarinata, versato l'imposto e continuate a lavoarlo fino a quando non vi si attaccherà più sulle dita.
Pulite la spianatoia e copritela con una canovaccio come da foto, infarinatelo e cominciate a stenderlo sottile ma non a velo altrimenti si rompe.

Riempitela con l'aiuto di una forchetta con metà dell'impasto lasciano liberi i bordi cira 1 cm. e poi aiutandovi con lo stessa tela arrotolate.  Chiudete le due estremita ed avvolgetelo completamente ed immergetelo in acqua bollente come da foto. Io non possiedo una pentola sul tipo della pescera ove lo strudel starebbe disteso, lo devo arrotolare come vedete e quindi non essendo immerso completamente lo lascio cuoce 10 minuti e poi aiutandomi con i guanti alle mani per non scottarmi, lo giro prendendolo per le due estremità e lo cuocio per altri 10 minuti. L'acqua devo bollire ma non fortissimo.Se voi avete la pescera o altra pentola alta in modo che possa restare completamente immerso non serve girarlo ed in 20 minuti è pronto.


Quando cotto, lo estraete con l'ausilio dei guanti mettendolo su un piatto da portata e svolgendo il telo come vedete dalla foto



Essendo caldo ovviamente si raddrizza  subito.
Lo tagliate a fette grossette (non ho foto non sono venute flash cilecca), e lo condite con:

- sciogliete i 100 gr di burro o più se necessario facendo soffriggere i dadini di prosciutto cotto condendo poi le fette e con l'aggiunta di abbonadante formaggio

- sciogliete solo il burro con l'aggiunta di qualche foglia di salvia se piace e condite le fette semplicemente cosi sempre con l'aggiunta di abbondante formaggio

*
la ricotta non deve essere quella di qualità sottile tipo seta ma quella un pò a grana grossa io la trovo qui quella trevigiano o friulana.

**
Non ho mai pesato ho sempre fatto con il numero dei cucchiai come da ricetta originale. I cucchiai colmi non rasi ovviamente.

NOTA
Questo strudel lo faccio da tanti anni me l'ha insegnato una vecchia cuoca casalinga triestina. So che altri lo pennellano di olio o burro con della chiara d'uovo e lo passano in forno.
Altra versione è che la sfoglia viene fatta con le patate, molto più grossa e friabile e poi passato anche al forno.
Alla mia famiglia piace questo. Poi la figlia che si porta via sempre uno tutto per loro, lo taglia a fette il giorno dopo riscaldandole in una padella con del burro ed i bordi diventano croccanti.
Alle volte lo lascia intero, lo rimette in uno strofinaccio/telo e lo immerge per 5 minuti nell'acqua bollente.

Ciaoooo a tutti.

Stampa il post

46 commenti:

  1. Chissà che bontà!!!
    Ciao, cara Amica, buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara buona fine settimana anche a te.

      Elimina
  2. Lo voglio assaggiare Edvige Strudel di Ricotta e Spinaci deve essere squisito e mi ispira davvero moltissimo -

    Un bacione ed un abbraccio carissima e buona giornata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti duirò è semplice veloce e fa bella figura. Un abbraccio e buona fine settimana.

      Elimina
  3. io me lo sogno!!! Ciao e buon fine settimana.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la tua gentile metà...non lo farebbe...... buona fine settimana.

      Elimina
  4. Io l'ho fatto tantissime volte, ma non sapevo che si chiamava strucolo. Adesso quando lo proporrò la prossima volta, lo presenterò col suo vero nome !!!
    Grazie e buon WE, Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma può essere che qualcuno lo definisca in modo diverso....resta il fatto che è buonooo. Buona fine settimana.

      Elimina
  5. Amo lo strucolo mia cara Edige e il tuo sembra fatto a regola d'arte! Ti mando un miaooooo ed un abbraccio per un felice we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara Yrma un abbraccio e buona fine settimana.

      Elimina
  6. Ciao Edvige come va? I preparativi per il Natale come procedono? Con le vacanze anticipate non ho un minuto libero e ultimamente non sono molto presente nel blog. Ma appena possibile vi leggo anche se non commento. Il tuo strucolo mi piace troppo, io lo faccio spesso, ma invece degli spinaci ( che non mi piacciono molto ) uso bieta o altra verdura.
    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sto cercando di mettere assieme un menù anticonvenzionale come sempre per la mia cena di Natale sempre fatto cosi per i miei....loro si aspettano sempre chicche strane...penso che oterò...te lo dico in messaggio. Le biete almeno quelle che trovo qui non mi piaccio per niente, non amo gli spinaci ma a Maritozzo piace da matti e poi assieme alla ricotta ed il formaggio le mangio anch'io ma il culetto dello strucolo... Buona fine settimana e presto di partenza. ciaooo

      Elimina
  7. Ho fatto una versione simile, ma aveva le patate! Davvero invitante il tuo, m'incuriosisce, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si esiste la versione patate ma quella bisogna fare in forno, questa invece si cuoce io la preferisco. Se hai la macchina per tirare la pasta le due misure poi messe assieme fanno uno trucolo gigante altrimenti due piccoli. Buona fine settimana.

      Elimina
  8. Buono!!! Me lo invii per posta? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si trovo il sistema ma tu al prossimo viaggio m'invii la spiaggia ed il mare....ahahahaha un abbraccio ..se tu vivessi vicino te ne farei uno intero. Buona fine settimana.

      Elimina
  9. E' vero, ci sono alcune ricette che alla fine ci stufiamo di fare perchè le facciamo troppo spesso, ma questa qui è davvero un peccato metterla da parte. Buonissimo! Felice week end :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io è eda sempre che la faccio...bastaaaaaaa ma cosa vuoi per compleanno di figlia sono buona....troppo buonaaaaaa ^______^
      Buona serata

      Elimina
  10. anche a me capita di scocciarmi di fare le stesse ricette :) particolare il bagno nell'acqua nn lo sapevo ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara grazie sei gentile e buona serata

      Elimina
  11. Che buono Edvige, questo lo faccio!!! Con la ricotta friulana naturalmente. Bacioni e buona domenica ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...basta che sia a grana grossa non seta. Buona serata

      Elimina
  12. Adoro questa versione salata, molto ghiotta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere tu sei un esperta in cucina. Buona serata

      Elimina
  13. Beh senti questa ricetta è una meraviglia!!! Complimentissimi e grazie per avercela proposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fugurati e quasi una ricetta familiare.....buona serata

      Elimina
  14. una prelibatezza per chi ama la ricotta e il burro.Complimenti Edvige
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...infatti la faccio più per loro io ricotta e burro non mi dispiace ma non ne vado matta.

      Elimina
  15. Interessante lo strudel in versione salata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio una anche in versione dolce di nonna ungherese brutto ma buono.... Buona serata

      Elimina
  16. Buonissimo!!!mi piace anche la pasta di questo strudel!!!!!!complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo provi dimmi.... Buona serata bacione.

      Elimina
  17. lo strucolo è proprio un vanto della nostra tradizione triestina, brava! buon we, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione e questo è da una rcetta di una vecchia perchè vissuta triestina. Ciaooo buona fine settimana

      Elimina
  18. Definire questa preparazione deliziosa è riduttivo, Edvige! Una vera sciccheria! :)
    Un abbraccio di cuore
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima troppo buona. Felice serata.

      Elimina
  19. Che buonoooo!!! Lo sai che lo faccio anch'io ogni tanto? Viene sempre benissimo ed è sempre apprezzato da tutti. Però la mia ricetta è leggermente diversa. Prima o poi lo posto anch'io.
    Ciao Edvige :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava postala queta è quella come scritto di una vecchia signora triestina che me l'ha data avevo...mi sembra 14 anni forse anche meno...troppo tempo..metti che vedo la tua dai.. Buona domenica

      Elimina
  20. davvero interessante, non conoscevo questa ricetta!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere provala vedrai che piacerà molto buona giornata cara,

      Elimina
  21. Bellezza, mi capiti a fagiolo...ho sempre adorato lo strucolo di mia suocera, ma siccome mi odia la ricetta non me la passa!!!!
    Grazie gioia!
    Baseto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di esserti stata utile. Buona serata

      Elimina
  22. Grazie Edvige, i primi spinaci di Milva entreranno di diritto nel strucolo :-) Un bacio e grazie ancora <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà sen'altro super buoni questa ricetta la rifaccio di sicuro. Ciaooo baseto

      Elimina