Splendida grafica

Splendida grafica
Un lavoro dell'amica grafica Greis e link sull'immagine per il suo sito

Dove trovarmi

mercoledì 23 ottobre 2013

"LE FALESIE"

Cosa sono le "falesie" lo posso immaginare da articoli presentati alcuni giorni fa sulle "Falesie di Duino" a Trieste. Ma esattamente cosa sono e perchè si chiamano cosi e perchè sono così importanti da ordinare ai natanti di navigare dalle ...falesie... ad una certa distanza, suscita la mia curiosità.
Parliamo prima di quelle di casa mia......

Le Falesie di Duino è una riserva naturale in un aerea protetta del comune di Duino-Aurisina in provincia di Trieste istituita nel 1996 e fa parte delle riserve naturali regionali del Friuli Venezia Giulia.
Si articola su 107 ettari di cui 63 a mare ed interessa oltre a Duino-Aurisina prende anche oltre Duino anche Sistiana (La Baia di Sistiana) al confine con la provincia di Gorizia.
La riserva si affaccia su un ampia ed alta scogliera in territorio carsico sull'Alto Adriatico, costa ricca di calcari fossiliferi del Cretacico ( il Cretacico o Cretaceo, corrisponde al terzo e ultimo periodo dell'era Mesozoica). La caratteristica principale è dalla dalla "falesia" bianca che scende perpendicolarrmente sul mare.Vegetazione etoerogenea ed il bosco gode della presenza del corvo imperiale, il passero solitario ed il falco pellegrino.
Da notare che gran parte di questo tratto di costa adriatica è sormontata dal "sentiero Rilke" intitolato al poeta Rainer Maria Rilke che visse in questa zona e trovò l'ispirazione per la sua poesia. Il percorso si congiunge con la baia di Sistiana al centro di Duino ove si trova il famnoso castello dei principi Thurn und Taxis alias Torre & Tasso.
Ma di questo merita che se ne parli separatamente, magari in altro post perchè qui entriamo nella  storia.
Tutto e ancora di più lo trovate QUI

File:Rilke 05.jpg
Falesia della Riserva Naturale di Duino viste dal Sentiero Rilke 

Ma cos'è in realtà la FALESIA.....

....... è una costa rocciosa  con pareti a picco, alte e continue. Possono essere falesie "morte" o inattive, quando separate dal  mare o spiaggia e falesie "vive" o attive, quando sono battute direttamente dal mare, come nel caso appunto delle Falesie di Duino nella provincia di Trieste.
Le caratteristice sono diverse dovute alla tipologia nella composizione della roccia come granito, calcare, arenaria ecc. Anfratti naturali come in Francia e dobbiamo anche pensare alle innumerevoli grotte ed anfratti naturali presenti nelle falesie stesse che  hanno ospitato nel passato alle comunità neolitiche.

Il sito che si arampicata definito così nella falesia,  s'intende una fascia rocciosa in arrampicata/salita sportivamente parlando. Grandi falesie nel mondo sono Céüse in Francia, Siurana in Spagnia e Mišja Peč in Slovenja.

Altre nozioni interessanti le trovate QUI



da Wiki ho scelto le bianche scogliere di Dover

e
le falesie di Etretat immortalate da olti impressionisti

Buona giornata cari amici.

PS.
La prossima una mia ricetta
Stampa il post

22 commenti:

  1. Grazie, Edvige. Immagini magnifiche e spunti sempre interessanti.
    Buona giornata
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara amica ti auguro una buon a giornata.

      Elimina
  2. Belle le nostre falesie. Interessante post Edvige, la nostra città è bellissima! Bacioni ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara uno sfizio che mi sono tolta. Buona serata

      Elimina
  3. paesaggio bellissimo! grazie per averlo condiviso con noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di averlo letto e visto un abbraccio e buona serata.

      Elimina
  4. wow bellissimo! sono stato a duino lo scorso anno con il cai. abbiamo fatto il sentiero Rilke! non sapevo però si chiamassero falesie! ciao buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SDentiero Rilke pensa che io non l'ho mai fatto :( al solito le cose di casa nostra vengono sempre trascurate e...nemmeno io :(
      Ciao buona serata.

      Elimina
  5. Grazie Edvige!!! Splendide foto e interessanti le info :-) un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara un abbraccio e buona serata

      Elimina
    2. Grazie cara buona giornata

      Elimina
  6. Brava, la falesia di Duino non la conoscevo.
    Buona giornata
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci avevo pensato mai nemmeno io e la vedi bene proprio dal sentiero Rilke. Buona giornata cara.
      Mandi

      Elimina
  7. Grazie Edvige per questo bellissimo post. E' proprio vero che ogni giorno si impara qualcosa di nuovo. Oggi grazie a te ho imparato cosa sono le falesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie l'abbiamo imparato assieme anch0io pur avendole in casa non lo sapevo fossero chiamate cosi. Noi è mai troppo tardi apprendere ed evviva alla mia curiosità.
      Buona fine settimana.

      Elimina
  8. Sai che non ricordavo si chiamassero falesie?sono stata a quelle di Etretat, molto sugegstive!piacere di aver scoperto questo tuo bellissimo spazio!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara sono anch'io passata da te e mi piace il tuo blog solare e abbiamo amiche in comune. Etretat sono stupende ma in assoluto mi coinvolgono quelle di Dover cosi bianchè e terribili.
      Buona fine settimana.

      Elimina
  9. Delle volte mi incanto nel guardare il panorama della baia di Duino... è davvero un gioiello e mi fa piacere che tu lo faccia conoscere così bene anche a chi, come me, non ne sapeva molto!
    Ciao, Tatiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo in due è stata casuale e poi la mia curiosità a fatto il resto. Abbiamo bellezze in casa che non vediamo tanto sono sempre li.... Buona fine settimana cara un abbraccio.

      Elimina
  10. WOW certo che sono davvero spettacolari! non credo di averle mai viste con i miei occhi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima un abbraccio e buon a fine settimana.

      Elimina