Interpretazione grafica dell'amica Greis

Interpretazione grafica dell'amica Greis
( base tutorial di Byllina - http://byllina.altervista.org/) Clic immagine per sito Greis

Dove trovarmi

lunedì 30 settembre 2013

"Luculliano"

Questo termine "luculliano" aggettivo in voga ancora oggi è dato per indicare "un pasto particolarmente sontuoso e raffinato " non necessariamente per tanti commensali ma anche per uno solo, sono il numero delle portate e la qualità dei cibi a definirlo tale.

Ma da dove deriva questo aggettivo "luculliano" ?????

Deriva nientepopodimenoche da....
Lucio Licinio Lucullo nato a Roma nel 117 a.C. e morto nel 56 a.C. ed era una generale romano.
Plutarco disse
« Vi erano d'obbligo, come antipasti, frutti di mare, uccellini di nido con asparagi, pasticcio d'ostrica, scampi. Poi veniva il pranzo vero e proprio: petti di porchetta, pesce, anatra, lepre, tacchino, pavoni di Samo, pernici di Frigia, morene di Gabes, storione di Rodi. E formaggi, e dolci, e vini. » 

Lucullo da Wiki.


Parecchi annedoti sono rimasti famosi sulla figura di Lucullo. 
Cicerone e Pompeo vollero farsi invitare a cena a casa sua e vi riuscirono ma richiesero che i cuochi non venissero avvisati. Lucullo però li lascio di stucco dicendo ai servi di approntare la stanza di Apollo in quanto come un codici, questi sapevano cosa dovevano preparare e quali pietanze e che ci sarebbero stati ospiti prestigiosi a cena. Lucullo aveva varie sale da pranzo con nomi diversi ognuna per una determinata occasione e quindi gli schiavi non potevano sbagliare.
Ovviamente Cicerone e Pompeo mangiarono le più squisite di tutte le pietanze.
Nota anche la frase che che egli disse,  quando uno schiavo vedendolo solo per la cena gli preaparò la tavola ma per una sola persona e Lucullo disse ...".hodie Lucullus cum Lucullo ovvero oggi Lucullo mangia con Lucullo " quindi doveva essere ugualmente una cena sontuosa.
Lucullo fu anche il primo a portare in Occidente la piante del ciliegio e dell'albicocco.
Altre notizie storiche e non solo di questo prestigioso personaggio romano le trovare a questo link  WIKI e note sono ancora oggi le "Fonti di Lucullo" a Bagnara.

Ovviamente qui ci vuole una ricetta ma siccome non ho trovato quelle che venivano cucinate a quei tempi, la mia amica Marina del sito MangiareBene ne parla ampiamente e conclude proponendo un piatto luculliano che sembra faccia parte delle sue cene basato su : aragosta tagliata a metà gratinata e coperta da ostriche e acciughe.

Purtroppo ricette con questa composizione non ne ho trovate ma credo che le foodblogger non avranno difficoltà a ricrearla. Ad ogni modo ne ho trovata una ed il lin è sotto la foto da dove l'ho presa



Spero che troverete interessante e ottima la ricetta alla quale potete sempre aggiungere ostrice e acciughe a vostra fantasia.

Un caro saluto e buona giornata.

Stampa il post

40 commenti:

  1. Cara Edvige, credo che posso dirti, buon appetito con questo favoloso piatto.
    Grazie delle tue visite a l mio blog, cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre un piacere venire da te. Grazie della visita e buona settimana.

      Elimina
  2. In effetti per questo piatto si può solo dire luculliano! Complimenti, a presto e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ed io aggiungo anche costosino....in rapporto le ostriche di allevamento costano di meno. Buona settimana cara.

      Elimina
  3. Sempre interessanti e ben fatti i tuoi post, cara Edvige, e poi questa aragosta deve essere di un buono pazzesco! :D Un abbraccio, buon inizio settimana! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio cerco di fare del mio meglio e enso che l'agasto vorrei farla solo che posso mangiarla solo io a marito sono proibiti tutti i crostacei. Buona settimana cara un abbraccio.

      Elimina
  4. Cara Edvige,io stò con Seneca,del buon cibo si deve gioire ma non strafogarsi e poi liberarsi nei "vomitatoi"tanto in uso in quel periodo.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh cosi detto fa schifo anche se a quell'epoca non era cosi. Non erano tutti come Seneca ciaooo buona settimana.

      Elimina
  5. Mmmmm che piattino prelibato complimenti per il tuo post super dettagliato come sempre! Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara è andrenalina per me buona settimana.

      Elimina
  6. non conoscevo l'origine di questo termine, grazie per avercelo illustrato così bene!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere essere stata utile ciao cara e buona settimana.

      Elimina
  7. Raffinatissimo piatto, Edvige. Ahhh...tu ci vizi! Ottima cucina e food for thought!
    Un caro saluto
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima d'accordo con te come sempre un abbraccio e buona settimana.

      Elimina
  8. Io non credo che il busto in marmo sia quello di Lucullo: con quello che mangiava doveva essere un po' più cicciottello!
    Bè, aragosta e ostriche non è proprio un piatto per tutti i giorni, però dev'essere buonissimo! Un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma forse la foto e quella quando faceva la guerra non dopo che era andato in pensione....mi sembra anche giovane...Questo piatto come disse Don Abbondio in positivo - s'a daffare.... Buona settimana.

      Elimina
  9. adoro tutti i crostacei!,ma le ostriche non mi piacciono...
    Buon lunedì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me non piacciono...crude, ma si possono mangiare cotte alla francese in forno coperte da uno zabaglione salato che è una meraviglia allora si che sono buone. I crostacei li adoro. Ciaoo cara buona settimana.

      Elimina
  10. Interessante sapere l'origine di alcuni termini, grazie per la condivisione! Delizioso questo piatto, molto raffinato! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa vuoi sono curiosa.....ciao buona settimana.

      Elimina
  11. S'ha daffare, s'ha daffare proprio.Ma ci provo con l'aragosta surgelata: sarà meno sublime, ma anche meno cruento:-)
    Non sapevo che Locullo avesse portato qui le ciliegie.Grazie Locullo e grazie Edvige per il post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anch'io con quella surgelata e ti diròcosta anche meno sempre la si trovi la fresca...Grazie a te della visita e buona giornata.

      Elimina
  12. Ecco, lo vedi, non lo sapevo.... sempre utilissima tu!!! Un bacione cara Ed!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara troppo buona buona giornata baseto.

      Elimina
  13. ...non seguo solo blog di cucina...ed il tuo è parecchio interessante....mi faccio un giro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mi fa piacere un abbraccio e buona serata

      Elimina
  14. Molto interessante il tuo post, fa sempre bene sapere qualcosa in più!!
    Bravissima Edvige!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara ti auguro una buona settimana.

      Elimina
  15. Troppo divertente questa nuova immagine, Edvige, ma dove le trovi? Ti abbraccio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simpatica le estrapolo da una serie che mi mnada il solito amico austriaco. Non hanno vinoli di copiatura puoi copiare quando vuoi sono a disposizione fai salva immagine e memorizzi sul tuo pc. ciaooo

      Elimina
  16. Questa la sapevo!!!! Almeno una, mi sorprendi sempre Edvige ma stavolta mi sono sentita come uno studente che non ha studiato, all'interrogazione improvvisa e invece..., conoscevo la risposta!! Ah,ah,ah!!! Buona serata a te, Assunta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai alle volte si scordano le cose che non sono tanto usate mi rinfresco la memoria pure io. Buon proseguimento di settimana.

      Elimina
  17. ma la foto è bellissima...sempre del solito amico?
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sempre dal solito amico e lo dico anche a te le foto non hanno blocchi sono a disposizione e puoi salvarla su tuo pc. Buona serata

      Elimina
  18. Risposte
    1. Grazie Chiara altrettanto anche a te un abbraccio.

      Elimina
  19. Si vede che Lucullo non faceva la spesa ai tempi nostri eheheh...Ottima questa ricetta, mi accontento di leggerla ;)
    Un abbraccio carissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo ma quello che trovava una volta ora non si trova più ma non sarebbe nemmeno di nostro gusto a parte l'aragosa. Ciaoooo

      Elimina
  20. Che meraviglia ! la storia di lucullo non la conoscevo in questi termini, grazie Edvige.
    Buona giornata
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te della visita buona giornata.
      Mandi

      Elimina