Helsingor - Danimarca - Luogo di villeggiatura

Helsingor - Danimarca - Luogo di villeggiatura
Blog dell'amica Alice - viaggio in Danimarca click immagine per leggere il viaggio

30/09/12

Gnocchi di susini (prugne)

Sembra che le prugne o susini sono la sessa cosa ma io ho trovato un sito che scientificamente dice che in realtà pur essendo le prugne o susine la stessa cosa,  in realtà il susino è diverso.

Questo è il link per la dettagliata spiegazione   Differenze tra prugna e susina
queste sono i susini come gli chiamiamo sempre a Trieste

Personalmente ho un vago ricordo che i "susini" erano più chiari e tondeggianti mente le "prugne che noi chiamiamo susini" sono queste ovali di colore scuro blu/nero/viola.
I gnocchi di susini sono un piatto austriaco che a Trieste viene presentato nel periodo proprio dei susini e nei ristoranti sono serviti come "primo".
Da quando sono nata e anche dai miei cugini austriaci i gnocchi li abbiamo sempre mangiati come dolce. Avevo un amico che nato il 15 agosto veniva festeggiato da me che li facevo tutti per lui 20  + 20 per noi  conditi rigorosamente con la cannella per lui  e zucchero con  pane grattuggiato passato nel burro per noi.
Mi alzavo alle 6.00 per prepararli (montagna di patate passate) per portarli poi  nella mattinata tardi per festeggiare sia il Ferragosto che il suo compleanno a casa sua. Grigliate mefistofelica per circa 8 persone che durava quasi tutta la giornata e nel mezzo le grandi nuotate nel mare proprio di fronte alla villetta.... ah che ricordi !!!!!

Bando alle chiacchere questi sono i miei gnocchi.......

Ingredienti per circa 20 gnocchi

20 susini medi maturi morbidi ma non sfatti
900 gr di patate
1 uovo intero + 1 tuorlo
farina q.b. (non metto il peso in quanto dipende dal tipo di patate)
pane grattuggiato
zucchero
burro

Preparazione

Cuocere le patate e nel frattempo snocciolare i susini ... si pigia sulle due estremità ed il frutto si apre per estrarre il nocciolo.
Quando le patate sono cotte, passarle e lasciare che si raffreddino.
Nel centro mettere l'uovo intero ed il tuorlo ed aggiungere un pò di farina e cominciare ad amalgamare. Io uso subito le mani ma potete iniziare con una forchetta. Aggiungere ancora farina a me sono bastati circa 250 gr. ad occhio e cominciate a lavorare l'impasto. Ricordateci che più farina aggiungerere più ve ne verrà richiesta quindi se vi sembra che l'impasto sia suffientemente compatto non aggiungete altra.
Lasciate riposare giusto il tempo per mettere una pentola con acqua bollente leggermente salata per cuocere gli gnocchi ed in una padella con due/tre cucchiatate di burro buttate il pane gratuggiato a tostare con un pò di zucchero semolato e quando pronto chiudete il fuoco.

Tagliate un pezzo del panetto e fate il solito cordoncino come si fa per i gnocchi di patate ma solo lo lasciate più grosso. Formate una palla appiattitelo e prendete un susino, al posto del nocciolo mettete un chucchiano di zucchero, chiudete e mettendolo nel centro della pasta appiattita cercate di avvolgerlo chiudendolo da tutte le parti in modo che il susino rimanga completamente coperto e chiudo. Passatelo in un pò di farina e continuate a preparare gli altri con lo stesso sistema.
Io non avvolgo mai tanto impasto attorno al susino perchè mi piace sentire il frutto ma se voi li volete più grandi aumentate la quantità dell'impasto per ciascu gnocco.

 Questa volta ho fatto un paio di foto...

Poi non appena l'acqua bolle buttate gli gnocchi magari fate la prova con uno che non si disfi e poi gli altri non tutti in una volta. Quando affiorano scolateli e buttateli nella padella giarandoli nel pane grattuggiato che si avvolgano completamente.


I miei non sono proprio tutti uguali qualcuno è più piccolo..... Io non ci metto troppo zucchero perchè non mi piace ma se avete piacere potete cospargeli con zucchero a velo.
Potete anche aggiungere la cannella oppure sostituire il pane grattuggiato con questa soltanto.
Sono molto buoni se accompagnati da una composta di susini come quella che ho postato quale accompagnamento ai  Gnocchi di ricotta e composta di susini  che può anche essere fredda è piacevole e perfetta con gli gnocchi caldi.

Per me non esiste alcuna versione salata, ma so che ha Trieste qualcuno a casa e qualche ristorante non ci mette lo zucchero ma solo il pane grattuggiato passato nel burro e senza lo zucchero al posto del nocciolo nel susino.
Inoltre questi gnocchi molti li fanno anche in inverno usando le prugne secche fatte rinvenire nel rum o altro oppure la marmellata di susini che si acquista o qualcuno la fa da se,

Io sono abituata da sempre a farli solo quando è la stagione dei susini.
Un salutone e se qualcuno le prova a fare mi dica se sono paciuti.

Ciaooo a tutti

27/09/12

PREMIO " CUTIE PIE " .....

....finalmente dopo il grido di aiuto sono riuscita a rintracciare l'amica, ma anche con un piccolo suggerimento che mi ha indirizzata sulla strada giusta, insomma lavoro di gruppo!!!!!
Vorrei ringraziare tutte le meravigliose amiche che mi hnno sostenuta, mi sostengono e spero che continueranno a farlo.  Farò sempre in modo che ogni vostro commento abbia la mia risposta personale è una cosa a cui tengo molto. In pari tempo colgo l'occasione per scusarmi se qualche volta non commento tanto spesso ma, pur essendo in pensione, il tempo non mi basta maiiiiiiiii.
Ho ripreso anche a dipingere, nipote fa la prima superiore e un aiutino ci vuole......, qualcosa con la figlia....insomma il tempo ancora oggi non mi basta mai e poi dicono che in pensione ci si annoia !!!! Cavolate!!!!!!! Grazie.

Rimetto la foto per fare le cose per benino......



...sembra quasi un francobollo...... e posso finalmente ringraziare Anna e Lara - Cognate in cucina  che hanno voluto assegnarmi questo premio.

 - 1) Devo citare anche chi ha creato questo premio  La Creatività di Anna  e lo faccio molto volentieri.

 - 2) Dire tre cose carine del mio blog e di me stessa:  lascio ad altri dirlo, io ho gia detto troppo in alto a sinistra quando è nato il blog.....

- 3) Assegnarlo ad altri 10 blogger.......tutti sono adorabili !!!!!!!! 
Ma io, sempre dal cappello Harry Potter estraggio e passo quindi il testimone  a :

Francesco (un uomo ci sta bene),  
Dario&Simona  (se volete farvi belle andate a vedere)
Savina,  
Raffaella,
La Fata Golosa,
Melania,  
BiancaneveRossa
Vaty, , 
Lucilla,  
La borsa di Mary Poppins 

Un caro saluto a tutti e grazie ancora alle Cognate Anna e Lara.
Ciaooooo

Nota personale
Molte blogger sono felici di ricevere questi premi/riconoscimenti ma hanno problemi di tempo (comprensibile) o difficoltà nell'assegnare in quanto si vorrebbe sempre darlo a TUTTI. 
Personalmente sono convinta che questi riconoscimenti o come li volete chiamare sono una piacevolissima parentesi tra un post e l'altro, oltre un'opportunità di far conoscere altri blog alle amiche che  ci seguono e che naturalmente seguiamo.
Quindi anche il passare "avanti" con selezione non è uno sgarbo ma un opportunità di dare e ricevere.
Ho letto anche di qualcuno che definisce questi premi "patacche" e che girando più/meno sempre attorno alle stesse persone sono anche da ritenersi inutili e le regole........
Definirle patacche mi sembra un opinione gratuitamente ineducata (per usare un eufemismo) in quanto chi lo crea ha lavorato affinchè quest'immagine rappresenti un qualcosa che il creatore cerca di infondere per trasmetterlo agli amici.
La regole:
- menzionare da chi ci è pervenuto e ringraziarlo è il minimo  che nasce spontneamente e non ritengo sia una regola.
- passarlo ad un tot.numero di blogger ..beh! qui se uno non ha tempo può dimezzarle o farlo in tempo successivo dopo aver ringraziato....nessuno stà con il fucile puntato!!!!! 

Siccome la mia modesta opinione personale l'ho espressa più volte e mi scuso se l'ho ripetuta, ma è stata una conseguenza a quanto ho letto in giro... e non mi ripeterò più.
Qualsiasi premio mi venga assegnato sarò Felicissima di riceverlo e,  lo passerò senz'altro avanti fermo restando che lo darò a TUTTI virtualmente ma,  devo anche rispettare colui o colei che ha fatto la selezione e tra tanti mi ha scelto.
Un abbraccio a tutti.

26/09/12

AIUTOOOOOOOOOOOOOOOO

Ho avuto a causa del temporale un black out al mio computer ed ho perso, non so come, un sacco di cose inclusa una parte di posta e indirizzi salvati sul mio account collegato a questo blog.

Non trovo più il link della carissima amica che mi ha voluto assegnare questo premio

alla quale chiedo scusa perchè so il nome ma non riesco a collegarlo per trovare il blog.
Chiedo anche scusa per non aver ancora adempiuto a fare il post come d'uso ma un insieme di cose incluso il mio occhio che ora sta quasi bene mi hanno impedito di farlo.
Per fortuna che molte cose sono programmate e quindi il blog non  stato fermo.

Grazie e cercherà di farmi perdonare.
Ciaoooo a tutti

24/09/12

Julia Child ...gourmand

Facendo zapping ho visto il film Julie & Julia che probabilmente molte di voi l'avranno  visto anche perchè è la storia di una grandissima "gourmand" che ha rivoluzionato la cucina francese di quel periodo circa 50 anni fa scrivendo un libro per le donne americane.
Il libro è   Mastering the Art of French_Cooking    è un lbro con ricette francesi le cui autrici sono  Julia Child americana , Simone Beck e Louisette Bertholle entrambe francesi.
L'idea di scriverlo era per portare a conoscenza delle donna americane della buona cucina e come diceva Julia "per quelle che non hanno aiuti in casa".
Hanno avuto molte dfficoltà per vedere pubblicata la loro fatica che inizialmente doveva essere composto da 7 libri: antipasti, primi carne e pesce, secondi carne e pesce, contorni, dessert, uova e formaggi. I volumi sono poi stati suddivisi in due e pubblicati dalla casa editrice Alfred A.Knopf  con un primo volume nel 1961 ed il secondo nel 1970.

Nel 2009 questo libro (2) è stato rivalutato con il film di Nora Ephron appunto "Julie & Julia" basato sul romanzo (inizialmente era un blog) di Julie Powell  che aveva deciso di provare le 524 ricette in tempo di 365 giorni  ovviamente rifacendosi anche alla vita di Julia Child sia la parte privata che quella esclusivamente gastronomica.

Foto da Wiki

Julia ChildJulia Carolyn McWilliams  da nubile nasce a Pasadena nel 1912 e muore a Santa Barbara nel 2004 all'età di 92 anni. E' stata una cuoca "gourmand", scrittrice e personaggio televisivo statunitense.
Conseguentemente al successo del libro fu insignita della  Presidential Medal of Freedom  conferita dal Presidente degli Stati Uniti che è assieme alla Medaglia d'oro del Congresso concessa con un atto del Congresso stesso la massima decorazione degli Stati Uniti.

La cucina di Julia Child esposta allo Smithsonian National Museum of American History

Tutto quello che è evidenziato vi porterà ai link di Wikipedia con altre notizie molto interessanti sulla figura di questa Donna che viene ricordata per le sue ricette ma si distinste anche nel lavoro per la Patria. 
Entrò nella OSS (Ofice of Strategic Services) non potendo entrare per la sua statura(alta) nel corpo WACs (Women's Army Corps o nella U.S.Navy. Fu alle dipendenze di Donovan, nel settore ricerche Secret Intellingence division, ecc., senza dimenticare il suo periodo in Asia. Ma tutto questo potrete leggere direttamente su wikipedia e trovare tantissimo altro nel web.
Julia Child aveva un modo curioso e divertente di presentare i suoi piatti nei programmi televisivi, dava l'impressione di parlare con le pietanze modificando la sua voce a secondo di quello che stava preparando tanto che fu imitata in una transmissione "Olaf il cuoco svedese" che era un personaggio dei Muppet.
Google le dedico un doodle per il centenario della sua nascita che era il 15 agosto - 1912-2012!!! - come questa tratta dal web/google




questo è il link nel caso sparisca 

Sono riuscita a trovare un bellissimo video di Julia è in inglese però è simpatico sentire a 100 anni dalla sua nascita la sua voce particolare e capire perchè ha destato tanto interesse. Non ho mai fatto ricette tratte dal suo libro ma conosco molto bene uno dei suoi piatti più conosciuto e copiato il famoso  Boeuf Bourguignon.
Siccome la ricetta è molto lunga e questo posto di già per se stesso è lungo vi metto qui il link del sito Mangiarebene che vi da la ricetta originale tratta proprio dal libro di Julia Child. Io mi sono riproposta di farlo quest'autunno rispettando esattamente tutti gli ingredienti in quanto anche se vogliamo definirlo "spezzatino" già di questo le varianti ed i nomi sono tanti e credo che definirlo come uno dei tanti, senza togliere nulla a nessuno,  sia fare un torto alla grande gourmand  Julia Child.

Spero di non avervi annoiato e mi scuso con quelle che la conosco di già ma io come Julia Child l'ho scoperta da poco anche se conosco alcune sue ricette ma non sapevo di quanto grande è stata.

Ciaoo a tutti.

22/09/12

Ancora un premio "Simplicity" sono veramente Onorata

La mia cara amica  Selenia del blog "La Porta dei Sogni di Selenia" mi ha premiata passandomi il testimone di questo


e non ha alcuna importanza se l'ho già ricevuto. A me fa sempre piacere sapere che un AMICA ha pensato a me e conoscete la mia idea in merito e quindi pur assegnandolo virtualmente a TUTTI, mi piace pensare che passando il testimone faccio conoscere a TUTTI gli amici altri blogger che in questo  modo possono avere maggior visibilità ed un incentivo a continuare: il passa parola qui funziona!!!!

Andiamo alle  regole....

1) rispondere alla domanda fissa - che cos'è la semplicità ? 

Ribadisco quello che ho giù scritto .......
"Parola difficile e facile allo stesso tempo da interpretare. La semplicità secondo me ha molte sfaccettature,  dipende molto da cosa si cerca, cosa si desidera avere e cosa ci viene dato e/o otteniamo. La "semplicità" di recepire un raggio di sole, goire di un sorriso di bimbo, godere di una carezza e perchè no alzarsi da tavola soddisfatti della semplicità del cibo offerto......è per me "semplicità".  Saper vivere e godere di ogni attimo senza cercare di modificare, nascondere o rettificare è già un atto di "semplicità". Nel mondo caotico di oggi la "semplicità" è la sola cosa che ci fa capire ancora che siamo umani e non robot.


2) Dedicare un'immagine a chi ti ha donato il premio:_ ecco per  Selenia 

...io ti  vedo offrire la luce dei sogni affinchè tutti possano aprire quella porta


 3) passare il premio a 12 blogger che si raccontano attraverso i loro post:

Questa volta ho deciso, secondo il mio pensiero,  di dare visibilità e spero anche un  incentivo a continuare,  a blogger per me nuovi, creati anche da giovanissimi ed ancora poco conosciuti.
Purtroppo io non sono per niente brava nelle ricerche e quindi ho approfittato della rubrica "Blogs Got Talent" della mia amica e concittadina  Chiara della "La voglia matta"...  estrapolando alcuni dei indirizzi che vengono da lei segnalati settimanalmente. E' particolare la piccola nota descrittiva sull'autrice/autore del blog segnalato che consiglio di dare un occhiata.
Chiara mi vorrà perdonare se io usufruisco del suo lavoro, cercherò anch'io d'imparare come si fanno le ricerche ma....alla prossima....:))


Spero che le blogger citate, che saranno da me avvisate, accettino il testimone e, chiedo gentilmente, sia in caso affermativo o negativo di darmi una piccola risposta in modo che non rimanga nel dubbio che il silenzio sia dovuto al mancato arrivo dell'avviso per questioni tecniche del mio computer.

Grazie ancora all'amica Selenia ed un abbraccio a tutti indistintamente.
Ciaooooooo

PS.
Per piacere chiedo a tutti i blogger che ancora tengono la verifica dei "CAPTCHA" ovvero dimostra di non essere un Robot  che personalmente IO come altri abbiamo serie difficoltà di poter dare il nostro contributo con i commenti. Per quanto riguarda ME io con i CAPTCHA NON riesco in nessun modo ad entrare  e quindi sarà difficile anche se siete miei AMICI che mi possiate leggere.
Grazie


21/09/12

POLLO al CURRY

Questa sera non avevo voglia di fare ...cucinate particolari.... essendo andata dall'oculista con le gocce avevo una pupilla super dilatata....insomma ci vedevo bene da un occhio solo.
Ho deciso quindi di fare un piatto super collaudato che uso quando proprio non ho tempo o non ho voglia di cucinare. Il petto di pollo tagliato a fettine lo surgelo separatamente e quindi ho la quantità giusta che mi serve. Il curry che mi piace tanto ne metto parecchio però ognuno si regola secondo il proprio gusto... da questo bel colore giallo solare.

Non ho fatto foto...vedere il pollo.. sarebbe stato difficile quindi questa dal web è quella che si avvicina di più

Ingredienti per 2-3 persone
1 petto di pollo
125 ml di panna fresca
3-5 cucchiai di curry (lo trovate pronto confezionato)
150 gr di olive verdi snocciolate
Sale –pepe – olio

Preparazione
Fatevi affettare il petto di pollo dal vostro macellaio a meno che non abbiate un coltello super affilato e fatevi fare circa 4-5 fettine non troppo spesse.
In una padella da bordi alti, in un po’ d’olio anche di semi mettete le fettine di pollo, saltate e lasciate che prendano una bella crosticina da entrambe le parti.
Spolverizzate il curry sulle fettine, aggiungete la panna fresca un po’ di sale e fate cuocere a fuoco basso il tutto girando spesso le fettine.
Dopo circa 10 minuti di cottura aggiungete le olive snocciolate con il loro liquido se acquistate la confezione pronae oppure aggiungete 2-3 cucchiai di acqua oppure anche di vino bianco se ne avete a portata di mano.

Lasciate cuocere per altri 10 minuti e fate attenzione che il sughetto non diventi troppo denso.
Impiattate le fettine con il loro sughetto e le olive ed accompagnate con fettine di pane morbido oppure con del riso o anche con piccolissimi gnocchetti di farina.

A me non piace il pollo ed il petto in particolare è molto secco ma in questo modo acquista sapore e morbidezza e lo mangio molto volentieri.
Ciaooooo

PS.
Nulla di grave la stessa cosa dell'altro occhio accaduto 5 anni fa. Praticamente quello che tutti dicono...vediamo le mosche...in realtà io quelle non le vedo ma solo una pallina ovale opalescente e trattasi (questo è valido per tutti) di una gelatina ovvero una cellula vivente che stà dietro alla retina che  con il passare degli anni si secca e degenera e crea quelle strisce nere o altro che vediamo quando guardiamo il cielo o muri bianchi. L'unico inconveniente è che più danneggiare la retina con questa sua ...diciamo secchezza non apportando i benefici alla quale è destinata e quindi è meglio far controllare.
L'ho e me la tengo la devo solo addomesticare :)) ovvero fare in modo che stia in un angolino e non vada da destra a sinistra e viceversa.
Ciaooooo





17/09/12

PEPOSO......toscano

Questa ricetta dal nome particolare è da un pò che la volevo postare ma ho sempre rimandato nella speranza di rifarla per fare le foto ma a questo punto mancandomi la ricarica del rimanente 20% delle mie batterie....via la trasmetto. Certo come al solito tutti i piatti che si mettono nel proprio blog si trovano già nel web in mille versioni diverse e purtroppo non esiste più la "novità" abbiamo tutto e di più......ma possiamo sempre aggiungere qualcosa di personale per renderla un pò più unica....

"Il nome è legato al Brunelleschi (Firenze 1377-1446), Architetto costruttore della Cupola del Duomo di Firenze (conclusa nel 1436) e la ricetta, di umili origini, della quale ne sembra l’inventore e di cui ne era ghiotto, cadde nel dimenticatoio per moltissimi anni e riscoperta solo di recente.
Si narra che gli operai, addetti alla costruzione della cattedrale fiorentina, ......."    la continuazione la trovate   QUI  mentre quella che vi riporto io è una ricetta che mi è stata data da un amica ed io l'ho preparata quest'inverno ma non ho fatto foto....:(( ritengo comunque che il piatto sia autunnale dato le calorie...che apporta!!!!!

La foto l'ho presa dal web, una è con la polenta e l'altra con le fette di pane toscano che è senza sale.


 Ingredienti per 4 persone
- 1 kg di polpa di manzo (è richiesta la chianina ma solo se siete in Toscana)
- 7 spicchi d'aglio
-  1 lt di vino rosso (Chianti se siete in Toscana) ma forse lo trovato anche in quale centro commerciale
- salvia, rosmarino, sale e pepe in grani

Procedimento
La carne va tagliata a cubetti (io di solito questo me lo faccio fare dal macellaio che ha un coltello super...) e la mettete in una pentola che possa poi essere messa in forno. Usualmente viene usata quella di ghisa o di coccio ma quella che usate sempre da forno va più che bene. Aggiungete l'aglio senza sbucciarlo solamente pestato un pò, gli aromi incluso un cucchiaio di pepe in grani aggiungendo il litro di vino e lasciate marinare per un minimo di 3 ore.
Io vi consiglio di prepararlo alla sera lasciandolo in marinatura tutta la notte nel frigo per cuocerlo il giorno dopo.
Il forno va scaldato a 160° e la pentola va messa nel forno coperta lasciando un piccolo spiraglio per la fuoriuscita del vapore. Fate cuocere per almeno 4 ore comunque fino a quando la carne risulterà mooolto morbida. Se il sugo vi sembrerà troppo liquido basta che scoperchiate del tutto la pentola e lasciate ancora nel forno per una decina di minuti.
Viceversa che vi sembra troppo densa, quando la tirate fuori la pentola levate tutti i pezzi di carne ed il fondo bagnatelo ancora con un pò di vino mescolando bene in modo che il sugo si amalgami e diventi della consistenza secondo voi giusta e versatela sulla carne.

Il piatto si mangia con delle fette di pane toscano o comunque non salato tostato mentre io vi suggerisco di utilizzare fette di polenta leggermente abbrustolite sulla griglia.

Diciamo che questo piatto di carne così cucinato assomiglia a tantissimi cosidetti "spezzatini al sugo" che vengono fatti in tutte le regioni italiane ed anche all'estero come l'Austria e la Germania che conosco bene.
Certamente l'ingrediente principale è sempre la carne che puà essere bovina e/o ovina. Gli altri ingredienti variano dalla grande quantità di cipolla che da il sugo, al pomodoro, ai peperoni, con o senza patate ecc.
A Trieste esiste uno spezzatino che si chiama "Calandraca" e la ricetta la trovate   QUI  con la sua  particolare storia.

Spero che questo piatto e quello della mia città siano di vostro gradimento e vi saluto caramente.

Ciaoooo a tutti


15/09/12

Blog "Diamante" Award.......per me

Fioredicollina...l'amica Fiore mi ha pensata passandomi il testimone (come io amo definirlo) ed  assegnato questo magnifico "Diamante" che è doppiamente gradito considerando che lo ricevo alla mia ..tenera età un Award... è il massimo



Ovviamente come tutte le assegnazioni ci sono delle regola da rispettare che  per questo "Diamante" sono: 

1) Citare chi ha creato questo premio: il "Premio Diamante" 
     che è stato ideato da  Roberta-Roby Beauty  per il raggiungimento delle 100 followers sul suo blog;
2) Essere iscritte al mio blog; 
    che cambio perchè preferisco definire AMICI che mi stanno seguendo 

 3) Premiare 5 blogger  e ringraziare chi vi ha assegnato il premio....
     ho ringraziato Fiore in apertura e ........ passo il testimone a.....
  

Il "testimone" come lo chiamo io lo darei a tutti sia ai miei amici lettori come a quelli che sono solo di passaggio ma  ribadisco ancora una volta che, dire "di prenderlo a chi passa" invece di passarlo il piacere è diverso, spero mi capiate e che nessuno me ne voglia.
Mi auguro che qualcuno vada a curiosare (è anche questo lo scopo ..far conoscere) e credo che ci saranno, come accade sempre in tutti i blog, delle belle sorprese.

Grazie ancora a Fiore

Ciaoooo a tutti


13/09/12

Volevate vedermi.......ECCOMI !!!!!!!!

L'amica Scleros è fantastica. Basta vedere il suo blog con 
Aveva fatto qualcosa di analogo per l'amica Spiessli e come regalo di compleanno che sarà tra breve ha fatto per me questa bellissima "rivisitazione" della sottoscritta. Vi ssicuro che il campione dato ha solo da perdere.........mi ha fatta BELLAAAAAAAA e giovaneeeeeeeeeeee.

Grazie cara amica non ho parole e, l'ho messa per il momento,  sulla sidebar ma devo trovare una collocazione migliore ed inoltre questa sarà il mio profilo su FB e se ci riesco anche su Twitter (nonostante ci vada raramente).

Cosa ne dite........

 Edvige

... ehehehehehe ..... mi piace da matti.
Grazie cara amica veramente di cuore e devo dire che nessuno fino ad oggi ha fatto qualcosa spontaneamente per me.
Grazie ancora un abbraccio ed un grossimo bacione.




10/09/12

HIKIKOMORI ......

...no non è una parolaccia ma una parola giapponese che significa "stare in disparte" e che oggi questo fenomeno si è presentato sotto ampio raggio in un milione di adolescenti che scelgono di isolarsi fisicamente dal mondo e passare "oggi" tutto il loro tempo al computer con internet e varii social network.

Questo fenomeno era già conosciuto come potete leggere da questo articolo del 2009 scritto sul  Archivio Storico del Corriere della Sera che da un ampia spiegazione secondo approfonditi studi psichiatrici.

Certo questo, diciamo fenomeno, è stato rilavto a Tokio in particolare ma sta prendendo piede in tutto il mondo. Ne parla WIKI  e si parla ampiamente sul webe questo è un altro articolo redatto da uno studio ad ampio raggio che ne fa un quadro tristemente completo  QUI .

Ho letto questa parola in un racconto e come sempre curiosa per capirne di più mi sono trovata di fronte ad una cosidetta nuova piaga della modernità e quindi ho pensato di informarvi perchè sono sicura che la maggioranza di voi ha figli sicuramente adolescenti e quindi più sensibili a chiudersi con internet in quanto un segnale forte è già quello di vedere che tutti gli adolescenti ed ora non solo girano con il cellulare in mano in attesa.....e lo guardano come fosse una fonte d'ispirazione o di salvezza perchè mi sono accorta che il dialogo esiste solo tramite SMS - MMS - ed altro mezzo come CHAT e simili ma la buona sana conversazione si stà completamente perdendo per strada.

Non ho figli ma ho un nipote di presto 14 anni e quindi mi sento coinvolta nel problema.
Non esprimo consigli o altro non è mio compito e sarebbe poco educato ma posso dire solo una cosa....meditate e state attenti sempre!!!!

Da questo sito psicologico ho trovato un video ovviamente che si riferisce al Giappone ma può essere applicato in qualsiasi parte del mondo molto chiaro


ed una foto tratta dal web, certo è all'esasperazione ma rende l'idea dell'essere schiavi di.....


Ciaoo a tutti

09/09/12

Pulcino PIO ...demenziale.....

Io non conoscevo questa..... canzone (sul tipo vecchia fattoria) che rappresenta il "tormentone" estivo ed è anche presente sui telefonini ma, dopo aver letto il post dell'amica  CHIARA   sopra tutto perchè la sua bambina è rimasta affascinata dal "trattore" ho voluto andare a vedere e sentire.
Effettivamente è demenziale ma concordo con la "nana" di Chiara che la finale è il pezzo migliore ....sarò anch'io una traviata.....Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Quindi per quelle amiche che non l'hanno mai ascoltata o che non la conoscono la metto qui così vi passate la domenica ....se non avete niente di meglio da fare.....potete sempre pensare a personaggi sostitutivi e aggiungere la finale...del Trattore... ahahahahaha



Non vogliatemene... ma qualche volta la datata si diverte.....

Buona domenica a tutti, ciaooooo

PS.
Di video su YouTube ce ne sono un infinità sul tipo ...chi più ne ha più ne metta.... e quindi vi metto anche questo...ahahahah



07/09/12

Bagno "Lanterna" alias "PEDOCIN" sulla TV francese.....

Dal quotidiano locale leggo oggi quest'articolo


che mi parla di un video che si trova già su YouTube "Pedocin (Chacun sa plage) - Pedocin - ciascuno la sua spiaggia.....

Siccome l'intervista è in francese anche se gli intervistati parlano in italiano ma non si capisce, dovrei rifare la conversazione togliendo quanto dice la presentatrice ma scusatemi, accidenti alla mia confusione, non trovo il programma.
Quindi se leggete l'articolo riporta in linea di massima il pensiero dei bagnanti cioè la volontà finale che il muro non si ...TOCCA. Alcune foto del video sono del tempo che fu.....




A questo LINK ce un altro video della televisione Belga in sottofondo si sente qualcosa in dialetto, quanto fanno vedere penso sia stato estrapolato dal video francese ma qualcosa è anche diverso vedete voi.
Ci sono dei video italiani fatti anche dalla RAI ma non recenti. Siccome la situazione non è cambiata metto qui un video della RAI 3 del 2010 che mi sembra ben fatto




Beh! cosa volete che vi dica questo bagno comunale "La Lanterna" - alias "PEDOCIN" è unico in Europa ed io dopo il 16 mi trasferisco qui perchè è permessa la balneazione fino al 30 settembre - anche se questo bagno per le cure elioterapiche è aperto tutto l'anno salvo Natale e Capodanno - perchè dove vado ora dopo il 16 non esiste più la balneazione in quanto non ci sono i bagnini per la sicurezza delle bagnanti.
Inoltre anche risparmio....biglietto entrata 1.- euro contro 5.- euro !!!!!!!!!

Ciaoo a tutti.

06/09/12

PREMIO SEMPLICITY

La carissima amica  Loretta Stefoni  del blog "Nella ruga del Tempo" una poetessa che ha ricevuto tantissimi rinoscimenti, premi internazionali ecc. per i suoi lavori documentati sul suo blog, ha pensato a me ed ha voluto premiarmi regalandomi il 


che io accetto e ringrazio di cuore. Le regole per accettare il premio sono tre:

1) rispondere alla domanda fissa - che cos'è la semplicità ?

Parola difficile e facile allo stesso tempo da interpretare. La semplicità secondo me ha molte sfaccettature,  dipende molto da cosa si cerca, cosa si desidera avere e cosa ci viene dato e/o otteniamo. La "semplicità" di recepire un raggio di sole, goire di un sorriso di bimbo, godere di una carezza e perchè no alzarsi da tavola soddisfatti della semplicità del cibo offerto......è per me "semplicità".
Saper vivere e godere di ogni attimo senza cercare di modificare, nascondere o rettificare è già un atto di "semplicità". Nel mondo caotico di oggi la "semplicità" è la sola cosa che ci fa capire ancora che siamo umani e non robot.

2) Dedicare un'immagine a chi ti ha donato il premio:_ ecco per Loretta


questa immagine che mi ha molto colpita per la "semplicità" nell'approccio e la fiducia verso l'uomo che porge a loro il pane.....come tu che doni a tutti noi in un infinito la tua poesia

3) passare il premio a 12 blogger che si raccontano attraverso i loro post: 

Questa è la parte più difficile perchè io meriterei il premio a metà in quanto "mi racconto" raramente ma cerco di trasmettere me stessa attraverso i miei moltplici interessi.
Siccome io sono convinta, pur dandolo virtualmente a tutti, sia giusto assegnarlo con la "nomination" come è stato fatto per me. Ho cercato tra i miei amici quelli che parlano di stessi, della loro vita insomma si raccontano in prima persona rispettando per quanto possibile una delle 3 regole e quindi lo passo a :

SclerosChiaraSarayFiore (non solo per questo blog)Kika alias KikeCristinaRenataMonicaAliza, Greis. Giancarlo, Ale

e sono molto curiosa dell'immagine che coloro che ne avranno voglia mi dedicheranno,  del "come" loro vedono,  senza averla mai vista ma solo interpretando i suoi post, questa attempata signora che gira nei blog :-)) - ^---^

Ciaoooo a tutti

Asparago ....di MARE


Si, avete letto bene non ho sbagliato parlo dell'asparago di mare o silicornia che si trova in pescheria essendo un prodotto ittico.
Cucinato ha un odore forte di mare ed un sapore meno aggressivo delle alghe anche se non è un alga, salato ma basta lavarlo e poi non mettere sale dopo averlo cucinato.
Si puo cuocere a vapore ma utilizzando solo le punte che sono tenere oppure in acqua per circa 10-15 minuti.
Per spiegarmi meglio vi posto le mie foto

Questo è il ramo dell'asparago di mare il ramo centrale è durissimo e da tutti gli altri bisogna tagliare i rametti piccoli che sono tenerissimi ....



....come potete vedere da questo passino il cui contenuto ho risciacquato più volte per togliere l'eccesso di sale. NON buttate via i rami più grossi cuoceteli ugualmente e poi li spellate come vedete nella foto qui sotto. L'interno è come un filo di paglia duro o se volete una sottile spina di pesce ma il verde che sta attorno è buonissimo un peccato buttarlo lo mettete assieme al resto.

 Scusatemi ma la foto non è delle migliori ma nonostante le varie prove questa è la migliore.

Si usa anche fare una frittata ovviamente con le parti tenere e si possono mangiare anche crudi conditi sempre le punte che sono tenerissime.
Non è facile trovare, non tutte le pescherie lo tengono perchèsopra tutto al nord è poco conosciuto.
Vi rimando ad alcuni link molto interessante  QUI QUI  che sono pagine sia da wikipedia che inerente alla zona di coltivazione di cui sembra la principale sia in Sicilia.
E' un pò laborioso il tutto se non trovate rami piccoli in quanto anche qualche punta è duretta e quindi la dovete spellare tra i denti tiranto l'interno con il dito ma....ne vale la pena.
Io li ho fatti  ultimamente tre volte sempre conditi con olio e limone e/o aceto se preferite aggiungendo anche del pomodoro ciliegino.

Provatelo !!!!!
Ciao a tutti.



05/09/12

Troppo forteeeeeeeee

Su FB un mio carissimo amico ha messo questo video ed io lo metto qui perchè è veramente troppo forte



  

non necessita di alcun commento e....dopo questo ne potete vedere altri anche sul granchio....

Ciaooooo

04/09/12

Fotografie per raccontare Trieste

Dal "Il Piccolo" quotidiano di Trieste odierno si parla di "Sessant'anni di fotografie per raccontare Trieste" e si riferisce agli scatti fotografici di Ugo Borsatti che nel 1952 aprì il suo studio a Trieste ed il suo archivio con  i suoi scatti celebri, è stato dichiarato di interesse storico dai Beni culturali.

Ho fatto una piccola scanarizzazione di questa pagina con tre foto di U.Borsatti che racchiudono un pò la storia di Trieste di quel periodo....


- la famosa Birreria Dreher che veniva prodotto in loco ed il locale omonimo incontro di Triestini alla vecchia maniera austriaca con bevute di birra, salsiccie ecc. ma sopra tutto musica e ballate..... non erano molti i divertimenti in quel periodo e ora la birreria non esiste più

- Claudia Cardinale famosa interprete di "Senilità" girato a Trieste nel 1962

- la famosa BORA di Trieste che  sferza i passanti nel 1956 data di questa foto, dove nei punti nevralgici come quello che vedete sono tirate le corde alla quale i cittadini ai "refoli" particolarmente forti si aggrappava per non cadere...è difficile che noi cadiamo abbiamo una postura che ci viene geneticamente data da quando nasciamo......ma le persone anziane hanno bisogno di supporto anche se oggi queste corde non esistono più e non perchè la bora è sparita anzi è più forte che mai ed il perchè non le mettono....non lo so!!!

Avevo scritto in passato su questa bora e su Trieste e chi ha voglia di dare un occhiata basta che diciti nel cerca ..La bora di Trieste". Io non metto i link mi sembra fuori luogo farmi altra pubblictià non era nell'intento di questo post.

Chi vuole leggere l' ARTICOLO  completo clic, qui invece a questo link Comune di Trieste trovate un interessante articolo e se cliccate in fondo dove ce scritto "fotogallery" vi si aprirà una pagina di foto di storia che non rappresenta solo Trieste ma il periodo di 60 anni di come eravamo e che vale per tutti i contesti di quel periodo.

Ciaooo a tutti



02/09/12

TABASCO

Io adoro il piccante e quindi uso tantissimo oltre al pepe ed al peperoncino e/o paprika in polvere, anche altre salse come la Worcester, Angostura, Colata di Alici, ecc. che non solo sono per il piccante ma anche per dare un sapore particolare ad una pietanza di carne, pesce e/o di verdure.
Giorni fa ho assistito zippando ad una trasmissione che parlava di come nasce il Tabasco salsa a base di peperoncino che ora la produzione ha messo in commercio oltre alla classica piccante anche una dal colore etichetta verde più dolce mentre in America questa salsa ha ulteriori diversificazioni dalla classica che però non sono richieste sul mercato italiano, forse in qualche negozio specifico a Milano.

Credo che la trasmissione sia Come è fatto che potete vedere su RealTime ed io vi racconto quello che ho visto corredata da link sulla pagina ufficiale del più grande produttore e quello della classica bottiglietta

prodotta dal 1860 dalla Famiglia  McIlhenny .
In sintesi vi racconto quello che ho visto.
Il peperoncino usati è il Capsicum frutescens var comunque esistono anche anltre varietà che danno però un sapore diverso più/meno piccante alla salsa. 

Il peperoncino lungo e rosso viene raccolto a mano e soltanto quello matura e dal colore esattamente uguale al tester che viene usato dai raccoglitori che è un bastoncino di legno colorato di rosso la gradazione esatta di come deve essere il peperoncino da raccogliere.
Questo viene macinata abbastanza fine inclusi i semi alla quale viene aggiunto il sale. Il tutto viene posto in botti di legno, non molto grandi di un legnao  particolare per la macerazione. La botte riepita quasi fino all'orlo viene coperta per bene e poi chiusa dal suo coperchio e gli anelli di ferro che tengono le assi assieme vengono anche saldati. Sul coperchio viene versato ancora del sale che lo copre tutto e quando avviene la fermentazione i liquidi escono da alcuni buchi del coperchio e assorbiti da questo sale. La fermentazione in queste botti dura 3 anni.
Aperta, viene verificato che la fermentazione è completata e poi il suo contenuto veiene miscelato per renderlo liquido con l'aceto e viene tenuto cosi per delle settimane.
Poi viene passato attraverso delle macchine che tolgono tutti i semi rendendo la salsa liscia e non necessità di alcuna cottura in quanto l'aceto è il suo conservante naturale. Successivamente passa alla riempitura nelle classiche bottiglietti non prima di aver verificato il sapore della stessa.

Dopo questra trasmissione la curiosità era grande e quindi sono andata alla ricerca di tutta la storia e la trovate  QUI  ma è in inglese e quindi ho trovato anche su wikipedia la storia anche se sintetizzata ma con tante altre informazioni che trovate   QUI.
Ho trovato anche una bellissima pagina in inglese purtroppo con l'elenco di tutte le ricette nella quale è previsto l'uso del Tabasco  QUI 
A proposito di TABASCO questo è il nome vero di una città del Messico.

Sulla pagina di Wikipedia che vi ho indicato è inserita anche la ricetta per fare la salsa in casa in quantità ovviamente limitate.
Siccome a me piace tantissimo il piccante, ho provato ad eseguirla apportando alcune modifiche secondo il mio palato in quanto una produzione casalinga non può certamente competere con la grande produzione del Tabasco.

La mia ricetta
Ingredienti
- 500 gr di peperoncini - io ho trovato dei peperoncini un pò più piccoli e grossi ma piccanti
-  30 gr di sale grosso
-   5 gr di zucchero semolato
- 50 cl di aceto io ho scelto quello di mele


 Preparazione

Tritare i peperoncini completi ovvero inclusi i semini non il manichetto verde abbastanza finemente. Aggiungere il sale e mettere il tutto a macerare in un contenitore sterile che possa venir chiuso ermeticamente. Io ho trovato un contenitore di legno ed alla chiusura ermetica ho praticato un piccolissimo foro. Tra il coperchio ed il suo contenuto ho inserito un tovagliolo o garza fitta è uguale pulita.
Cercate un contenitore che abbia un coperchio leggermente concavo o comunque rimanga un piccolo spazio in modo da aggiungere sullo stesso del sale (non fa parte dei 30 gr indicati) a chiusura ermetica (ricordatevi di praticare un piccolo foro) e lasciate fermentare in un luogo tranquillo per almeno 1 mese o se non avete fretta anche di più. Pensate che l'originale fermenta nelle botti per 3 anni.
Togliete il sale dal coperchio che tramite il foro avrà assorbito il liquido della fermentazione, aprite e cambiate contenitore calcolando che dovrete aggiungere l'aceto, mescolate bene in modo che l'impasto si sciolga e lasciatelo riposare chiuso per almeno una settimana se di più è meglio.
Io l'ho lasciato macerare 3 mesi e fatto riposare per 3 settimane con l'aceto.
Dopo travasate il tutto in un colino a maglie strette e spremete il liquido,  nel colino vi rimaranno i semi.
Assaggiate come vi sembra. Se è troppo piccante per voi aggiungete lo zucchero altrimenti lasciate cosi ed al caso potete aggiungere ancora un pò di sale fino per farlo sciogliere più facilmente.
La bottiglia va conservata in frigo.
Vi consiglio di utilizzare quelle bottiglie che come i vasi Bormioli hanno la chiusura ermetica.
Una volta aperto dovete obbligatoriamente conservare in frigo.

Consiglio
Se la usate poco dimezzate le dosi indicate in modo che il risultato sia per una sola bottiglia. Con i quantitativi indicati io ho riempito 3 bottiglie da 175 gr l'una.

Spero che lo troviate interessante e utile.
Ciaooo a tutti.

01/09/12

....FOLLOWER ...ovvero AMICI ...chiedo AIUTO



Carissimi amici, dopo il post di ieri sono andata a guardare tutti gli avatar ed ho scoperto che  9 di questi sono  GRIGI che sono passando sopra con l mouse si riesce a leggere a chi si riferiscono.
Purtroppo anche cliccando su ognuno di essi non riesco ad accedere al loro rispettivo blog perchè non esiste il collegamento.
Partendo dal PRIMO da sinistra vi indico i nomi e chiedo gentilmente a chi si ritrova di scrivermi per darmi il link del loro blog e anche di ripetere l'iscrizione per vedere se riesco a togliere questa figura GRIGIA.
Alcuni nomi erano di amici che avevo traccia del loro blog ma ora non riesco a ritrovarli più pur ricordandomi di avere già commentato loro post.
Cosa sia successo nel circuito blogger non ne ho la più pallida idea e spero che in questo modo mi possiate aiutare e se qualcuno si ritrova in uno degli avatar normali non GRIGI me lo faccia presente si vede che a me è sfuggito.

Isabel Fontana
edy
Lucija Kontic
Giuliana Fabris
Pane Burro Alic (questo ricordo di averlo visto)
Lagrandeabuffata (ricordo anche)
Savina Tecla Palmieri (c'era il suo avatar ora non lo trovo più)
elenaandriolo
lorenzo basti

Grazie infinite per l'aiuto.
Un abbraccio ciaoooooo

PS.
Si potrebbe inviare un messaggio come friend connect ma nonostante ci abbia provato non funziona nemmeno questa possibilità di contatto.



200....come si dice followers ma io preferisco AMICI

BiancaneveRossa nel suo commento mi ha fatto notare che gli amici sono arrivati a quota 200.
Quando ho aperto il mio blog circa 2 anni e mezzo fa non avrei mai pensato di raggiungere questa "popolarità" e questo grande numero di visite che per me è enorme pari a 61000 come visitatori singoli e oltre 87000 dal contatore che però include anche le pagine visitate.
L'esperto di blog quando ho aperto e mi ha aiutata in tante cose mi disse ...." se non fai un blog a monotema nessuno ti leggerà".... io me ne sono fregata ! Fare a monotema non rispecchiava il mio carattere ed inoltre io faccio le cose che mi divertono e stuzzicano il mio interesse nella ricerca ecc. un monotema mi avrebbe tremendamente annoiata e avrei chiuso tutto quasi subito.

Così invece ho avuto l'onore di conoscere tantissime persone in vari campi.... cucina, grafica, poesia, fotografia ecc. e tra queste anche persone che hanno ricevuto ambiti premi nei loro settori e che sono anche riportati in giornali, riviste ecc. ovviamente del settore.

Io ringrazio tutti i miei 200 amici senza alcuna esclusione e mi dispiace tantissimo che molti di loro non aggiornano più il loro bellissimo blog anche da tanto tempo ma io non me ne spossesso nella speranza che prima o dopo ritorneranno.

Purtroppo un così grande numero, (altri ne hanno anche il doppio e triplo), non mi da la possibilità come tempo di poterli visitare ogni giorno tutti lasciando i miei commenti. Purtroppo devo fare delle scelte ma a rotazione cerco di essere il più presente possibile e rispondo sempre singolarmente a tutti i commenti che ricevo.

Chiedo quindi SCUSA agli amici che forse non mi trovano spesso in visita da loro ma come ho detto nei precedenti post non sempre è dovuto alla mancanza di tempo ma a quei maledetti CAPTCHA che in quest'ultimo periodo non riesco a bypassare e quindi sono costretta a ritirarmi in buon ordine e non posso lasciare nemmeno un messaggio sul loro account perchè molti non lo mettono.

Un abbraccio virtuale a TUTTI un GRAZIE DI CUORE e spero di riuscire a portare sempre delle cose interessanti altrimenti ditemelo.

Un tulipano olandese "arcobaleno" preso dal web immagini con google per tutti voi

Ciaooooo e buona fine settimana.

PS. 
Scusatemi se ho evidenziato in ROSSO che mi avete detto è difficile da leggere ma volevo proprio questo colore che rappresenta l'amore verso gli amici ed essendo poche spero che si possano leggere bene.
 
Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole