29/11/11

Le foto dell'amica Francesca

La mia cara amica Francesca ha "l'obiettivo facile" per parafrasare una famosa frase e fa delle foto stupende.
E' difficile scegliere anche perchè il suo obiettivo di ferma su vari soggetti ed anche collage delle stesse.
I bianchi/neri in contrasto di luce sono molto belli e ci vuole pazienza per cogliere l'attimo importante e come dicono i "fotografi" bisogna avere "buona luce" è come augurare "buon vento" a chi esce con la vela.

Propongo alcune delle sue ultime foto quelle che ovviamente piacciono a me, non quelle che sono le più belle , in quanto è molto soggettivo anche se il "bello" lo è per tutti.







Ogni foto ha il suo titolo ma io preferisco che voi andiate sul suo blog direttamente cliccando su questo link
Le splendide foto di Francesca per     per scoprire come sono state intitolate.
Francescesca merita una visita.
Ciaooo

PS.
Devo aggiungere una foto di Francesca bellissima trattasi del Tempo Voltiano a Como. Per sapeere dove si trovasse ho dovuto cercarlo su Wikipedia sembra un tempio in un luogo misterioso ad oriente super.....ma la dovete ingrandire qui oppure meglio ancora andata a vederla a schermo pieno sul blog suindicato di Francesca e leggete anche i commenti che sono tutti di persone competenti in materia. Ciaooo Francesca



27/11/11

Gianduiotto

Il"Gianduiotto" l'emblema della città di Torino ovvero il famoso cioccolatino dalla forma di una nave rovesciata è nato per una necessità nel periodo napoleonico.
Torino è stata già dal 1559 definita "golosa" in quanto fu proprio in quest'anno che si ha notizia della prima tazza di cioccolata presentata a corte nel periodo di Emanuele Filiberto di Savoia.
La definizione però di "ciocolate ossia cioccolataio", Torino attese il 1678 ottenendo la prima licenza ufficiale in merito. Tante furono le aziende che lavoravano al prezioso e goloso "nettare" e che sorsero nell'ottocento dando al cioccolato una forma come fu per il più  famoso cioccolatino il "Gianduiotto".
Questo cioccolatino però nacque per aggirare il blocco napoleonico che ridusse le quantità di cacao disponibile e quella che si trovara era venduta a prezzi esorbitanti.
Siccome il Piemonte è sempre stato notoriamente un coltivatore delle famose nocciole, queste sostituirono una parte del cioccolato per produrre questo cioccolatino. Il nome "Gianduiotto" fu proposto nel 1865 quando nacque la maschera di Gianduia dalla quale prese il nome e divenne quindi anche  il simbolo goloso della città di Torino.
Io credo che tutti abbiamo mangiato il famoso Gianduiotto, anche i meno golosi come me. A me la tazza di cioccolato - densa ed amara piace tantissimo ma i cioccolatini in genere no perchè non sono amante delle cose dolci preferendo di gran lunga il salato.
Forse un giorno inventeranno cioccolatini di salame.....
Come al solito mi avvalgo delle immagine che si possono trarre da Google come il cioccolatino Gianduiotto


Ciao a tutti e non fate indigestione.

26/11/11

Dessert per Natale

Siamo nel periodo dei Panettoni e quindi vi riinvio il link per la ricetta del Panettone e Crema che mi sembra proprio il periodo perfetto per provarlo e gustarlo.: Panettone e Crema

Inoltre mi permetto di invitarvi a curiosare cercando "dessert" all'interno del blog sulla sinistra per trovare e provare delle squisite creme usando gli agrumi che ora sono disponibili.


Questo panettone "Weihnachstkuchen" non ha nulla a che vedere con il nostro ma come vedete siamo imitati e questo è una foto presa da Google immagini ed è stata messa in rete dal sito www.mamas-rezepte.de che ritengo giusto citare.
Sempre dal mio blog troverete anche lo "Stollen" classico dolce di Natale ricetta di mia cognata che vive in Germania.
Ciao a tutti i golosoni



24/11/11

Ondina & Online

Ondina
Era il termine usato da Microsoft e significava essere connesso a qualcosa.

Online
è il termine adottato con l'uscita di  Office 97 e Xp sostituendo il termine "ondina" per indicare la connessione in questo caso specifica alla rete di internet.

Curiosando come al mio solito ho scoperto che la parola "ondina" inizialmente usata dalla Microsoft ha anche un altro significato molto più antico.
"Ondina" era un nome leggendario e si riferiva alle creature del folklore germanico.  Nei paesi Scandinavi invece queste creature erano chiamate "sirena".

Le "ondine" non  hanno anima ma la potrebbero avere solo sposando un mortale e dando alla luce un figlio. Queste crearure erano  talvolta benevoli come pure maligne e la più nota in assoluto è "Lorelei". Seduta su una roccia in riva al Reno, con il  suo  canto  attirava i pescatori che affogavano come conseguenza per seguire la scia del  suo canto. 

Da questa leggenda Carlo d'Ormeville e Angelo Zanardini scrissero un libretto dalla quale fu tratto l'Opera lirica Loreley musicata da Alfredo Catalani (1886-87).  Heinrich Heine, poeta tedesco,  scrisse invece una ballata.

Questa roccia che prende il suo nome "Lorelei" si trova in Germania a Sankt Goarshause che è un paese distante 30 Km da Coblenza a sud,  sulla costa est del Reno.

Come vedete curiosando ho scoperto il significato della parola "ondina" la cui origine si perde in un lontano passato sia come luogo che come tempo.

Questa foto rappresenta l'"ondina" sulla rupe a Coblenza, in tedesco Undine o Wassernixe




mentre questa che segue è la sirenetta di Copenhagen - Danimarca che in tedesco e danese è Sirene o Siren


Da ricordare anche la famosa favola "La Sirenetta" di Hans Christian Andersen


Lo scopo di questo post non è raccontarvi la storia di queste due figure risalenti a leggende ma farvi vedere come da una semplice parola, data in un contesto completamente diverso, curiosando ci porti a scoprire tantissimo e che molto probabilmente  non avrei/avremmo mai saputo.
Certo non sono cose che ci servono nella quotidianità ma come bagaglio culturale personale è un qualcosa di più che possiamo - perchè NO - dare sfoggio all'occasione della nostra conoscenza.

Ciao a tutti

22/11/11

Creare Immagini GIF Animate

L'amico Vinnie ha trovato un programma semplice e veramente speciale, l'ho provato ed è fantastico.
Le sue spiegazioni sono così chiare e semplici che è difficile sbagliare.
Io posso solo aggiungere una cosa:
- per diminuire la velocità di presentazione delle foto che andrete a scegliere dovete portare il valore del "frame delay" evidenziato da Vinnie in blu a valori molto alti. Per tre foto e vedere bene il passaggio da una foto all'altra - io ne ho scelte tre - ho messo il valore di "1000". Giusto per darvi un indicazione.

Per il programma, istruzioni ecc. vi rimando con link diretto alla sua pagina   Animazione immagini  e da questa pagina troverete un altra riguardante un precedente post  per  la trasformazione video in Gif animata.


Come potete vedere io ho messo il frame delay a 1003.
Vi faccio notare anche che per trascinare le immagine s'intende cliccare con il mouse sulla foto e trascinarla nello spazio vuoto e qui automaticamente verrà scritto il percorso da dove si trova la foto sul vostro pc o altra memoria.
Inoltre l'unico formato non valido è il "bmp" e quindi rinominate la foto se la volete inserire con "jpg".

Spero che vi sia utile e magari è un occasione per fare un omaggio virtuale a qualche parente ed amico anche su foto di un vostro viaggio.
Ciaooo a tutti


19/11/11

Istituto Ettore Majorana di Piano Notaro - GELA

Ho scritto parecchie volte qui sul mio blog di questo Istituto per quanto riguarda il settore messo a disposizione di tutti con programmi gratuiti accompagnati da tutorial e video creati con l'apporto di liberi programmatori dal Prof.Antonio Cantaro docente di questo istituto.

Apprendo ora che l' Istituto  Majorana sembra debba chiudere ovvero smembrato e gli alunni suddivi in altre scuole.

Ritengo che sarebbe veramente un peccato per le così tante cose messe gratuitamente a disposizione di tutti, accompagnati da esaurienti spiegazioni per l'aiuto,  non solo sull'installazione di quel tal programma ma anche sull'uso dello stesso.

Vi invito pertanto a leggere,  cliccando sul link diretto, per conoscere sia  i motivi di questa decisione e rendervi conto della quantità enorme di materiale a cui, come detto, tutti possono accedere senza spendere una lira...si fa per dire oggi euro!!!!!




Ciaooo e grazie.

16/11/11

Vino: NOVELLO & NUOVO

 Il vino "Novello" è già in commercio dal 6 di novembre mentre il  famoso Beaujolais Noveau francese che è il capostipite di questo tipo di vinificazione sarà in vendita dopo il 21 novembre.
Capostipite perchè è nato nel 1934 come risultato di ricerche di una équipe francese, ed uno degli esperimenti consisteva nella conservazione di grappoli a bassa temperatura a contatto con anidride carbonica. L'uva utilizzata era quella coltivata nel  Beaujolais da cui prese il nome. Praticamente quella che oggi viene chiamata "macerazione carbonica" e che fu utilizzata anche da viticoltori italiani tanto che le aziende ora sono oltre 250. Il Veneto, Trentino ed Emilia Romagna sembra siano i maggiori produttori.
La legge italiana e francese su questa produzione è molto diversa. Quella francese prevede che il vino "Novello" deve contenere per essere tale il 100 per cento di prodotto derivante dalla macerazione carbonica e per produrre il famoso Beaujolais Noveau devono venire utilizzate uve dai vitigni  Gamay.
In quella italiana invece prevede che per definirsi Novello è sufficente che contenga il 30 per cento del prodotto derivato dalla macerazione carbonica e si utilizzano circa 60 uve diverse ovvero i vitigni utilizzati.



Il vino "Novello" va consumato entro breve tempo massimo 6 mesi per non perdere tutti gli aromi e sapori organolettici del prodotto. ha una bassa gradazione alcoolica: 11 gradi. Non è costoso ma non incontra il favore da parte degli intenditori di vino, piace  ai giovani....ed anche tantissimo alla sottoscritta.
Vi raccomando non confondetelo con il "Vino Nuovo" in quanto sono due bevande completamente diverse e prodotte anche in modo diversissimo.

Evviva...alziamoci i calici e brindiamo!!!!

Ciaoooo

12/11/11

Il RE di un rione : Tigro

In questo mio post  TIGRO avevo scritto su "Tigro" il gatto "RE" di un rione di Trieste.
Sembra che questo gatto apparso non si sa da dove ed ora, da quest'estate è sparito e non si sa come ne cosa possa essere accaduto.


Ripropongo una delle foto già messe nel mio post precedente, è in posa davanti al conosciutissimo ortolano luogo di sua prefernza per le sue dormite e coccole (carezze) che riceveva dai clienti e gente di passaggio.
Ci sono stati anche articoli sui giornali che hanno parlato di lui rendendo popolare a tutta la città e,  maggiormente ora, per la sparizione di Tigro e la conseguente disperata ricerca.  La gente del rione era così affezionata che hanno anche consultato una cartomante per sapere dove fosse finito.
Inutile, non si è trovato assolutamente nessun indizio e tutti pensano che considerata la bellezza e socievolezza di questo gatto dal colore crema-rosato qualcuno l' abbia portato con se.
Altri dicono che i gatti quando si sentono vicino alla loro fine cercano dei posti nascosti rispetto a dove vivono abitualmente. La gente del rione asserisce però che il giorno prima stava benissimo, dormiva su una delle sue solite sedie del Bar vicino e non dava assolutamente segno che stesse male.
Vi chiederete come mai all'improvviso ritorno sull'argomento????
Oggi acquistando una rivista ho trovato una novella che parla proprio di TIGRO - Re di un rione di Trieste, della sua scomparsa. della vita sociale che faceva libero ed indipendente, di quanto tutto il rione e non solo amava questo gattone e, ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Era talmente popolare  tanto da essere fotografato da noti professionisti e tanti hanno scritto su di lui.
Il più disperato è l'ortolano che aveva un feeling fortissimo con lui tanto che battendosi il petto, Tigro gli saltava in braccio. Una zampata di Tigro come una firma sul vetro è stata incorniciata e dice che nessuno mai laverà quel vetro. Ovviamente è esposta anche una foto.

Tigro, voglio sperare che non ti sia accaduto nulla di brutto, che tu abbia deciso di visitare altri luoghi e trovare altre avventure oppure che qualcuno solo e disperato ti abbia accolto per avere compagnia oppure tu hai sentito la sua solitudine e l'hai seguito per dargli conforto con la tua compagnia.
Se esiste un posto ove vanno tutti gli animali e sono sicura che esiste, avrai tanta tanta compagnia e da lassù ci guarderai con quella tua solita aria di sufficienza : da RE.

Ciao Tigro ovunque tu sia!!!!

Ciaooo a tutti


11/11/11

11.11.11 - giorno palindromo 11:11:11 ora

Avevo quasi dimenticato la particolarità della data di oggi: 11.11.11 .... ed è più che unica e l'altra ancora più partucolare fu  9 secoli fa nel Medioevo e precisamente 11.11.1111.

Questo giorno "palindromo" (significa che si legge sia da destra che da sinistra) alla quale si sono appassionati anche scienziati, sembra che in  Cina le richieste per per sposarsi oggi siano migliaia, mentre in  paesi come l'India ed il Messico i matrimoni vengono celebrati con rituali particolari vigenti in questi luoghi.
Questa data legata sotto certi versi a rituali spirituali, a molti fa anche paura in quanto sembra sia una data funesta.
Superstiziosi che si affidano alla numerazione associano il N. 1 a Dio ma ripetendolo come in questo caso per ben 6 volte viene associato al Demonio. Per questo motivo a chi ci crede fa paura sia nel senso che possa accadera qualcosa di brutto come pure a qualcosa di grande che porti a cambiare indifferente in quale direzione il  mondo. Molti incontri, cerimonie quant'altro viene organizzato per la data odierna alla quale i superstiziosi e curiosi potranno presenziare per condividere le loro credenze, paure e anche speranze.

Sul web in merito a questa giornata trovate di tutto e di più : concorsi fotografici per immortalare particolarità su questa giornata, cortei, cabala e tarocchi, la simbologia ecc. ecc.

Inoltre il palindromo  11/11/11 alle ore 11:11:11 è irripetibile in questo millennio 2000 quindi io e tanti altri sarà molto difficile che lo rivivremo.

Vi do qui una link diretto per una delle tante pagine che scrivono su questa giornata  11-11-11
Cosa dire ancora..... nulla penso che ormai è detto tutto.

Ciaooo


10/11/11

Una minestra troppo salata...

Ieri ho fatto una minestra e non ho pensato che usare un dado e poi anche salarla sarebbe stata una minestra "super salata".
E' difficile togliere l'eccesso di sale su una pietanza finita ed aggiungere acqua in questo caso non avrebbe risolto la situazione. Alle volte in stufati o sughi di carne l'aggiunta di un pò di latte o panna risolve un pò la situazione del salato.
Mi sono ricordata di una cosa che faceva mia suocera: prendeva delle patate crude, le pelava e tagliava a spicchi o fette grosse e le aggiungeva alla minestra a fuoco spento. Dopo circa un'ora a secondo della quantità, le toglieva dalla minestra e merviglia....questa aveva perso il tremendo sapore di salato.
Naturalmente ho provato subito anch'io ed essendo le patate degli assorbenti naturali (assorbono  liquidi, grassi) hanno assorbito in questo caso anche il sale. Non è che la ministra o altro liquido sarà diventata all'improvviso  senza sale  ma almeno ora era gradevole al palato e quindi da gustare. Provare per credere.
Ovviamente il quantitativo della patate è in rapporto alla quantità di minestra, brodo ecc. che avete preparato. Su un litro di prodotto finito calcolate una patata media. Ricordatevi di togliere poi le patate che rimangono crude e salate non sono nemmeno riutilizzabili.

Ciaooo a tutti

08/11/11

REPAIR...programma per la formattazione USB

Tante sono le cose che il mio solito amico Vinnie sul suo blog Guidami trova quasi ogni giorno. Ovviamente sono cose tutte molto interessanti ma, io uso e rendo noto anche attraverso il mio blog quanto consiglia a mio giudizio e secondo i miei interessi.
Ovviamente quando linkate l'indirizzo che vi lascio ed è diretto, vi consiglio sempre di fare una bel giretto perchè le utilità sono tante.

Questo programmini è veramente utile e, vi rimando al link   Guidami - Repair   perchè riportare con le mie parole quanto è stato scritto è impossibile e non sarebbe corretto.

Vi consiglio di scaricare questo programmino che serve per forzare la formattazione delle chiavette USB che alle volte hanno delle protezioni che non ci permetton o di usare con da noi applicate.

Io l'ho scaricato e lo tengo di riserva in caso di necessità.
Nella stessa pagina troverete le istruzioni sia di questo programma come anche d'altro utilissimo sempre per le chiavette USB.

Ciaooo


01/11/11

Questa volta scrivo un post solo per me...solo una tantum ....
Ho indicato i link per il concorso fotografico di un amico e di mia figlia Elena ed ho pensato perchè non vi posso partecipare anch'io?????

Detto e fatto e quindi mi sono iscritta con tre foto che a me sembravano molto belle e rispecchiavano il famoso "cogli l'attimo" in una giornata particolare.

Purtroppo però siamo sempre alle solito ovvero soltanto chi è iscritto a Facebook può accedere a questa pagina per cliccare "mi piace" non ci sono altre strade in quanto il concorso è stato bandito proprio dalla Leica attraverso questo social network.
Non ho molte ambizioni in merito, i concorrenti sono una "FOLLA" da tutte le parti e quindi credo che le chance sono molto molto poche sia perchè non sono una di quelle che ha tantissime conoscenze..., sia perchè le altre foto sono senz'altro più avvincenti delle mie, ma come si dice "tentar non nuoce".

Per chi è iscritto a Facebook ecco il link diretto  Edvige Concorso Leica  e grazie anticipate.

Aggiungo due foto che non fanno parte del concorso ma giusto per metterne qualcuna e farvi decidere se vale la pena di votarmi.....

un lavoro di intaglio splendido su un unico pezzo di legno

Il "Palazzo dei Cardinali" a Castiglione sul Lago


Ciaoooo
Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole