30/09/11

Gnocchi di ricotta con composta di prugne

Non amo i dolci prediligo il salato e se fosse possibile anche il dessert dovrebbe essere salato.
Questi gnocchi di ricotta invece sono poco dolci ed abbinati con una composta di susini o prugne che è acidula diventa un dessert favoloso.
Questo dolce è di origine austriaca e si chiama "Topfenknödel mit Zwetschgenröster" infatti in Italia è difficile trovare e anche nella mia città che ha riminescenze austro-ungariche qualche casalinga lo propone ancora ma per assaggiarlo fuori casa bisogna andare in Austria.
Siccome è un dolce semplice ed ora siamo nel pieno periodo dei susini o prugne è l'occasione per provare qualcosa di inusuale.
La ricetta che vi propongo era di mia nonna di origine ungherese.


Foto da google immagini - sono i susini o prugne


Composta di susini o prugne ( Zwetschgenröster) 

Ingredienti per 4 persone
500 gr di susini o prugne non troppo mature
100 gr di acqua
150 gr di zucchero
1 limone - solo il succo
1 baccello di cannella
1 cucchiaino da tè di chiodi di garofano

Preparazione
Bollire nel quantitativo di acqua indicato per circa 5 minuti dall'inizio bollitura la cannella, lo zucchero, succo di limone e i chiodi di garofano. Fate attenzione che i chiodi di garofano hanno un sapore molto forte e quindi a vostro piacere potete ridurre la quantità anche ad uno solo ma non toglierli del tutto a meno che non abbiate intolleranze.
Togliete il nocciolo dalla frutta, tagliatela a metà  ed in una casseruola la fate cuocere a fuoco basso, con coperchio,  aggiungendo l'acqua aromatizzata ma levando prima sia il baccello di cannella che i chiodi di garofano.
Il tempo di cottura è di circa 30 minuti.
Tenete conto che la composta deve risultare abbastanza liquida e la frutta tenera ma non disfatta.
Fatela raffreddare e se vi sembra sia ancora troppo o poco acida potete aggiungere zucchero nel primo caso o succo di limone nel secondo.
Questa composta va ad accompagnare il gnocco di ricotta o anche altri dessert ma dolci asciutti non al cucchiaio e, deve essere fredda se il dolce da accompagnare è caldo o viceversa se il dolce è freddo. E' buonissima anche assieme ad una pallina di gelato di cioccolata (in questo caso meglio calda) o altro a vostro gusto. Infatti in certi ristoranti il gelato di crema o vaniglia o cioccolata viene accompagnato alle volte da frutta di bosco o salsa alle fragole calda.


Questa foto da google immagini rappresenta il gnocco di ricotta e la sua composta di susini


Gnocco di ricotta (Topfenknödel) 

Ingredienti per 4 persone
300 gr di ricotta (che deve essere passata in un colino)
60 gr di burro sciolto a bagnomaria
2 uova (1 uovo completo e 1  tuorlo)
80 gr di semolino fino oppure 80 gr di farina bianca
sale, un pizzico
zucchero vanigliato

Preparazione
In una terrina mescolare la ricotta, le uova, il burro sciolto a bagnomaria e la farina o il semolino e amalgamate il tutto molto bene aggiungendo un pizzico di sale ed un pò di zucchero vanigliato.
Porre la terrina in frigo perchè il composto deve rassodarsi, diciamo circa mezz'ora.
Nel frattempo in una capace pentola  portate ad ebollizione l'acqua leggermente salata.
Prendete la terrina dal frigo e se il composto vi sembra sufficientemente compatto (altrimenti rimettetelo in frigo) prendete l'impasto a cucchiaiate e formate con  le mani leggermente umide i gnocchi,  abbastanza grandi e gettateli nell'acqua bollente (non bollore forte) facendoli  cuocere per circa 8 minuti.
Vi consiglio di fare una prova con un solo gnocco per vedere che non si disfi. Al caso potete aggiungere ancora un pò di farina anche se avete utilizzato il semolino.
Scolateli con la schiumarola e fateli ancora sgocciolare in un colino.
Serviteli caldi con la composta di susini fredda.
Potete anche abbrustolire del pane grattuggiato nel burro leggermente zuccherato, passare i gnocchi e poi impiattarli con la composta quale accompagnamento.... sempre rigorosamente fredda. E' il contrasto che è molto piacevole.
A piacere potete spolverare i  gnocchi anche  con zucchero a velo vanigliato oppure con cannella in polvere.
Io ci metto anche un pò di zenzero in polvere perchè mi piace quella punta di piccante.

Spero che vi piaccia come piacciono a me e buon appetito.

Nota
Questa composta di susini o prugne può essere conservata anche in vasetti sterilizzati come una normale confettura solamente il consumo dovrà avvenire in un tempo inferiore dalle consuete confetture che attraverso lo zucchero oppure le buste apposite create per prepararle (fanno da conservanti naturali) queste hanno una  durata di molto più lunga anche 6 mesi se conservata bene, perchè come saprete lo zucchere è in questo contesto un conservante naturale con una cottura sostenuta.

Ciaooo


25/09/11

Giuseppe Mazzini...la sua torta

Un amica che vive a Genova mi ha raccontato che in occasione della Notte del Tricolore per i 150 anni dell'Italia le venne fatta gustare una torta chiamata con il nome di "Mazzini" e sembra che questa sia stata tradotta da lui stesso dal francese. Quindi non sarebbe una sua creazione bensì una ricetta gustata forse in Francia oppure in altro luogo ma originariamente scritta in francese. Si dice che Mazzini avesse una particolare predilezione per i dolci e che la ricetta fu inviata attorno al 1835 alla madre.

Vi passo la ricetta così come ricevuta e con il peso degli ingredienti in grammi in quanto originariamente erano in "once".

Ingredienti
100 gr di mandorle pelate
100 gr di zucchero
    1 limone
    2 uova
    pasta sfoglia surgelata che potete trovare nei supermercati

Procedimento
Pestare oppure meglio ancora mettere in un frullatore le mandorle con lo zucchero, sbattere i tuorli d'uovo con il succo del limone e montare a parte la chiara d'uovo. In una terrina amalgamate assieme tutti gli  ingredienti
Ungere di burro una teglia da forno,  sistemare la pasta sfoglia e versare l'impasto.
Io suggerisco invece di foderare la teglia con carta da forno in questo modo è più facile a cottura ultimata sfornare la stessa su di un piatto senza romperla.

Non ho la minima idea del tempo di cottura ma in base alla mia esperienza posso dire che il forno dovrebbe essere messo a circa 170° preriscaldato per un cottura di circa 30-40 minuti.
Poi stà a voi controllare con uno stecchino di legno se questo immerso viene ritirato asciutto o bagnato e decidere se terminare o prolungare ancora la cottura.
Lasciate raffreddare il dolce prima di toglierlo dallo stampo, spolverate di zucchero a velo e.....speriamo che vi piaccia.

Probabilmente,  anzi quasi certamente,  ricette di dolci veramente buoni ce ne sono tantissimi e questo non sarà uno dei migliori  però, visto che piaceva a Giuseppe Mazzini si può provare... che ne dite!!!!!!

Ah! .....dimenticavo, sembra che sia stato mooolto goloso della cioccolata e allora perchè non spolverare questo dolce solo con la cioccolata oppure assieme allo zucchero a velo ???? Da  provare.

Ciaooo a tutti

19/09/11

Process Explorer per trovare i programmi nel PC

Mi capita tante volte di scaricare un programma sul mio PC e di non trovare dove si è installato.
Usualmente l'installazione dei programmi avviene con un instradamento di memorizzazione definito ma non tutti agiscono allo stesso modo.
Il mio amico Vinnie propone una chicca proprio per quest'uso (dove le trova...è troppo bravo) ed io non faccio altro, dopo questa premessa,  rimandarvi alla sua pagina con link diretto dove troverete tutte le indicazioni ed istruzioni sull'uso  Guidami-Trovare cartella...

Ho scaricato il programma, non serve installazione ed è pronto all'uso.....stò aspettando al varco il programma nascosto ...:O))

Ciaoooo

17/09/11

Mastika o Mastica...una resina

A suscitare la mia curiosità sempre una ricetta con un ingrediente "la mastica".

Spiegare esattamente cosa sia sarebbe un post troppo lunngo per il mio piccolo blog quindi vi do solo un accenno e poi vi rimando ai link diretti dove potrete leggere tutto con molta calma e forse trovare anche un bellissimo luogo per le vostre vacanze.

Si, vacanze perchè questa resina si trova sull'isola Chios poco distante dalla costa turca nel mar Egeo settentrionale ed appartiene alla Grecia.
Come nome e come isola a parte il popolo greco e qualche turista è poco conosciuta e quindi poco visitata.
Gia abitanti dell'antica Roma conoscevano Chios proprio per la produzione della mastica :  (μαστιχα in greco).
Questa particolare resina proviene dalla secrezione del tronco e dei rami del lentischio di Chios "Pistacia lentiscus) dopo esser stati  incisi con un apposito oggetto affilato.
La pianta è diffusa un pò ovunque nel Mediterraneo ma, solamente a Chios,  il lentischio ha questa secrezione e, pur avendo cercato di produrla anche in tempi remoti in altri luoghi,  non si è avuto lo stesso risultato per la mancanza di questa secrezione.
Ovviamente sono nate delle leggende che definiscono questa una "lacrimazione", con la  sofferenza delle piante al passaggio di San Isidoro martirizzato,
Scientificamente la secrezione è dovuta al microclima particolare del sud dell'isola, al calcare del suolo ma soprattutto alla presenza di un vulcano sommerso nel tratto di mare antistante l'isola.
E' usata in medicina e serve anche per altri usi molto diversi tra loro..

Qui mi fermo e vi passo i link diretti e vi consiglio di leggere sono molto interessanti
Su uno di questi tre indirizzi troverete anche delle ricette ma ovviamente non dicono dove si può trovare la Mastika al di fuori del luogo di origine. Se lo trovate me lo dite?????
Ciaooo

Bettelmatt ......formaggio

Sono sempre stata molto curiosa e quando in una ricetta ho trovato scritto "aggiungereBettelmatt", sono andata immediatamente alla ricerca ed ho scoperto che l'ingrediente era un formaggio ma che fosse tanto particolare non me lo sarei mai aspettato.
Il nome "Bettelmatt" di questo formaggio  risale al XIII secolo, epoca della colonizzazione "walser" nella fascia subalpina e veniva utilizzato come merce di scambio per il pagamento dei canoni sia di affittanza e/o concessione per l'alpeggio stesso. tasse ecc. Il nome sembra derivi da "battel = questua" e dalla parola tedesca "matt = pascolo" e quindi mettendo insieme ne viene fuori "pascolo della questua"
La Zona di produzione è formata da  sette alpeggi della Valle Antigorio-Formazza nei Comuni di Formazza e Premia.
E' anche definito "l'oro della Val d'Ossola" e gli alpeggi di produzione si trovano a 2000 metri ed ora quasi esclusivamente in Piemonte.
Comunque la sua origine era il Canton Ticino ove ancora oggi si produce in alcune aree limitate quali l'Alpe Bettelmatt ai confini con la Svizzera, Val Formazza e alcune delle province di Como e Varese.
Ad ogni modo oggi, come già detto,  la sua patria è il Piemonte nelle province del Verbano-Cusio-Ossola poi Baceno, Formazza e Premio e nell'Alta Val Formazza.

Dal 1998 il marchio Bettelmat è stato registrato e dal 2003 la qualità viene tutelata da un decalogo ufficiale sulle caratteristiche di questo formaggio. Il  Bettelmatt® originale  segna oggi sullo scalzo la data di produzione e l'alpeggio di provienza mediante marchiatura a fuoco.

Purtroppo è un formaggio semisconosciuto, quasi introvabile a meno che non viviate nelle zone di produzione. Credo che si possa acquistare via internet ma....... e non saprei nemmeno dirvi con quale formaggio potrebbe essere sostituito se lo richiede qualche ricetta in quanto come sapore non assomiglia a nessuno.

La foto tratta da Alimentipedia

Gli articoli sono stati tratti dal sito ufficiale Bettelmatt ....  Bettelmatt e da  Alimentipedia questi link sono tutti diretti.

Ciaooo a tutti e ditemi se trovate il sistema di acquistare.

11/09/11

11 settembre 2001 - 11 settembre 2011

Dieci anni sono passati ma nella memoria nulla è andato perso almeno per me.
Mi trovavo in autostrada quando la radio ha dato la tremenda notizia ed ho pensato ad una burla ricordandomi allora lo scherzo radiofonico del 1938 fatto da Orson Welles su un attacco alieno alla terra che mise in panico gli Stati Uniti d'America.
Questa volta NO, era vero e terribile ed ho pianto per tutte quelle vittime a me sconosciute ma che improvvisamente sentivo vicine facenti parte della mia famiglia.
Quell'anno mi è rimasto impresso ancora di più perchè a circa 3 mesi di distanza ho subito un infarto.
Quindi l'anno 2011 è particolarmente legato a me anch'io festeggerò quest'anno i 10 anni passati, felice dello scampato pericolo il MIO, ma ricordandomi di quanti non ci sono più.
Soprattutto penso ai  sopravvisuti che ancora oggi rivivono la tragedia ed alcuni si sentono quasi in colpa per essere ancora vivi, ed a tutti quelli che hanno perso i loro cari ed ai bambini che sono rimasti orfani dei genitori di entrambi o di uno solo: non cambia il dolore.

Ho trovato su YouTube  due filmati: .



Questo dicono inedito ...


Questo brano è stato scritto da Michael Jackson in seguito alla terribile tragedia delle Twin Towers dell' 11 settembre 2001 ed è dedicato a tutte le vittime. Alla produzione del brano hanno partecipato vari artisti quali Celin Dion, Shakira, Mariah Carey, Santana, Backstreet Boys e altri (oltre 26). Il brano è stato prodotto anche in lingua spagnola col titolo "Todo Para Ti" che vede la partecipazione di Laura Pausini.

Ho trovato anche con  sottotitoli in italiano QUI - link diretto  e vi consiglio di andarlo ad ascoltare e leggere le parole - ho preferito tenere quello in lingua originale che si vedono anche gli altri artisti e lasciare a voi la decisione di andarlo a riascoltare od ascoltare solo questa sottotitolata.

Non dimenticherò mai  e spero che nessuno dimentichi e tragga da tutto questo la giusta lezione.

Ciaooo a tutti gli scormparsi ovunque voi siate e sono sicura che oggi siete finalmente in pace, anche per voi il tempo ha lavorato.

07/09/11

Il miglior ristorante al Mondo il primo dei 50 migliori

Dalla Guida della San Pellegrino, il primo ristorante al Mondo è NOMA di Copenhagen (Danimarca) suo Chef Rene Redzepi.
Ho trovato tantissimi video che raccontano la storia di questo ristorante, di come è nato e del suo Chef.
Deve essere veramente fantastico secondo le recensioni di chi ha avuto la fortuna di esserci andato e certamente deve anche essere spettacolare l'ambiente tutto in legno e pelli nonchè la cucina veramente all'avanguardia e particolare ed originale.
Ho cercato un video che facesse vedere al meglio ed ho trovato uno ove si vede che il commesale secondo le indicazioni del cameriere deve cucinarsi da solo un uovo al.....tegamino.........!!!!!!!!!
Non ho altre parole ma lascio a voi liberamente di pensare e giudicare secondo questo filmato



Il pesce raccontato dallo chef

La storia di NOMA

Mi spiace ma è solo in inglese.

Ciaoooo



06/09/11

Classifica dei primi 50 ristoranti nel mondo

La Guida Michelin assegna le sue valutazioni  con le "Stelle", la Guida del Gambero rosso con le "Forchette" e punteggio,  la Guida Espresso con i "Cappelli" e con il punteggio.

Esiste anche  Restaurant Magazine con il sostegno della San Pellegrino che in campo mondiale redige annualmente la classifica dei primi 50 Migliori Ristoranti nel mondo. Il giudizio è  lasciato a 800 esperti del settore e gourmets, i quali viaggiano nel mondo per redigere questa classifica e la premiazione  il 2011 è stata  Londra. 
Non esiste una determinata linea per l'assegnazione del voto ma, un innovazione speciale trovata in una struttura alle volte può valere ai fini del punteggio molto di più che di un pasto diciamo opulento o di un ristorante che è molto indicizzato. Tutti i risultati servono per il semplice calcolo di numeri...diciamo di voti.
Vi lascio il link   I 50 migliori ristoranti nel mondo dove potrete ampiamente documentarvi ma che è esclusivamente in inglese. Potete usufruire della traduzione automatica di Google ma questa....lascia un pò desiderare.

Per il 2011 Massimo Bottura dell'Osteria Francescana di Modena è nella lista dei primi 50  al QUARTO posto e si fregia anche di TRE Cappelli della Guida Espresso.
Storie di Grandi Chef reality della La7d, la giornalista Michela Rocca incontra il personaggio e questo è il video tratto da YouTube e troverete nel filmato indicato come "YouChef" la ricetta del suo famoso "Bollito non bollito" che però farlo in casa mi sembra utopia.


Putroppo tutti questi "GrandiChef" nei ristoranti ove prestano la loro opera di grandi cuochi  o ne sono i proprietari, parlo per me, i prezzi sono proibitivi: non potrei mai andarci e sinceramente spendere quelle cifre per un pasto che non so nemmeno se incontrerà il mio gusto, non che non sia buono, lo riterrei sprecato.
Se pensate che ci sono ristoranti ove un pasto lo pagate dai 300 Euro in su a testa ed ultimamente un noto ristorante di Milano è stato citato per l'esorbitante conto di 4.000 Euro per aver mangiato in rapporto al prezzo quasi NULLA.
Riconosco ci sono Chef che effettivamente hanno prodotto novità, rivoluzionato e rimesso in discussione una cucina che languiva dando un nuovo impulso alla ricerca di mercato sugli alimenti rendendo la stessa molto più leggera adatta ai nostri tempi ma......le anche ben meritate Stelle, Cappelli, Forchette danno possibilità a pochi eletti di conoscerli e secondo me hanno perso il vero valore del riconoscimento. E' molto IN frequentare quel tal luogo di ristoro ed è molto IN avere la visita di quel tal personaggio ed in questo modo dopo una vicendevole pubblicità il vero motivo ovvero la cucina è andato completanente perduto. Resta solo il voler stupire ad ogni costo, spendere ed uscire allegeriti sia di portafoglio che di stomaco.
Se volete vedere Reality sui Grandi Chef basta che li cercate su YouTube e ne troverete tanti realizzati dalla stessa giornalista della La7d.

Ciao a tutti



03/09/11

Corpo Umano - Google Body

Avevo indicato nel mio post  Corpo Umano 3D la possibilità di accedere al servizio Google.Body.
Apprendo ora dalla rivista Computer Bild che purtroppo per avere la visualizzazione completa e perfetta necessita la tecnologia Web GL che consente appunto la visualizzazione tridimensionale.
Chi usa il sistema operativo XP oppure possiede un computer con una scheda grafica troppo vecchia o non aggiornata sarà quasi impossibile usare questo servizio ma, è possibile  usarlo  con Vista o Win7.
Io non possiedo nessuno dei due sistemi operativi per cui non vi posso assicurare che funziona ma chi li possiede faccia una prova e magari mi lasci un commento se il servizio funziona con uno o con entrambi i sistemi operativi.

Grazie dell'aiuto e ciaooo a tutti.

La tua cronologia su YouTube

E' da una settimana che stò visualizzando una moltitudine di video inerenti la gastronomia visti alla TV.
Storia di Grandi Chef, Chef per un giorno, Cuochi e Fiamme che sono Reality visti sulla La7d,  non completamenteche, che  oltre ad avere il loro sito con i servizi-video questi  si possono anche vedere su YouTube.

Dopo averne visti tanti e volendo rivederne alcuni, non ho fatto un elenco,  ritrovarli è di una difficoltà pazzesca: impossibile ricordare con quale nome hai effettuato la ricerca e qual'era effettivamente il titolo.
Guarda caso il mio amico Vinnie sul suo Guidami Blog suggerisce il modo: usare la cronologia che YouTube mette a disposizione a condizione ovviamente che si abbia un account. Infatti trattasi della cronologia tua personale non quella generalizzata.

La spiegazione di come fare per usare questo splendido servizio lo leggete sul

io lo sto utilizzando ed è favoloso.
Vi informo che YouYube ora è di Google e quindi se avete un account di posta con Google Gmail potete accedere con lo stesso nome utente ma mi sembra che richieda una nuova pass ma non ne sono sicura forse va bene anche quella che usate con l'account di posta.

Sono sicura che vi sarà molto utile.

Ciaooo e grazie Vinnie.



01/09/11

JCopia - catturare Flash Video e Audio dal Web

Jennifer, un amica americana mi suggerisce l'uso di un programma che serve per catturare "Flash Video e Audio" dai siti web che visitate. Il programma è  in lingua inglese.
Non vi posso dire come funziona perchè non l'ho provato ed inoltre anche se poco costoso non è un programma free ma bisogna pagarlo. Ad ogni modo viene data la facoltà di provarlo scaricando il "trial" e penso che come tutti i trial abbiano una durata di prova di circa 30 giorni.
Esiste sulla stessa pagina anche un video, esclusivamente in inglese però dalle immagini si riesce a comprendere abbastanza bene l'uso dello stesso.

Visto che il video è anche su YouTube e mi sembra molto più chiaro ve lo propongo e sceglierete  voi dove vi sembra sia meglio ....




Questo invece è il link diretto dove scaricare il programma con indicazione sui sistemi operativi :
 JCopia da Jiteco 

Usualmente non propongo programmi che non siano free o altri che  si possano usare direttamente online ma per fare un piacere  ad un amica che mi consiglia bene posso fare uno strappo alla regola.

Ciaoo a tutti





Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole