Dal gruppo FB "Dragon Life"

Dal gruppo FB "Dragon Life"
Gruppo creato da " Il Rifugio degli Elfi " link su immagine - FB https://www.facebook.com/groups/1481388275215394/

Dove trovarmi

lunedì 14 marzo 2011

Patrizio d'Irlanda ed il Pozzo di San Patrizio ad Orvieto

Shamrock dicono non sia un quadrifoglio ma un trifoglio
comunque è l'emblema d'Irlanda ed io ll'ho sempre visto quadrifoglio

Il 17 marzo si festeggia in Irlanda quello che viene chiamato il St. Patrick's Day in onore appunto di San Patrizio patrono dell'isola.
Patrizio d'Irlanda, nato con il nome di Maewyin Succat, scelse successivamente il nome latino di Patrizio (Bannaventa Berniae 385 - Saul 17 marzo 462) e fu un vescovo e missionario irlandese di origini scozzesi.
Girando nel web alla ricerca d'informazioni, ho scoperto che in realtà queste non sono certe. Wiki dice che è nato a Bannaventa Berniae mentre in altre parti dicono sia nato a Kilpatrick in Scozia nel 387.
Tutti d'accordo che era di origine nobile e che il padre proveniva da un antica ed importante famiglia romana.
Fu rapito all'età di 16 anni da pirati irlandesi e venduto come schiavo al re del North Dal Riada che sarebbe l'attuale Irlanda del Nord. Apprese la lingua gaelica e la religione celtica.
Dopo sei anni fuggì dalla corte del re per tornare alla sua famiglia.
Ritornò anche alla Chiesa cristiana, come già suo padre e suo nonno prima di lui, divenendo diacono ed a Saint Germain d'Auxerre in Gallia fu consacrato vescovo.
Papa Celestino I gli affidò l'evangelizzazione delle isole britanniche specialmente l' Irlanda.
Altre interessantissime notizie su San Patrizio li trovate a questo link diretto  Patrizio D’Irlanda
e qui avete il sito ufficiale dei festeggiamenti in Irlanda  http://www.stpatricksday.ie/

In Italia San Patrizio è noto per il famoso POZZO di San Patrizio ad Orvieto.
Io ci sono stata in uno dei miei viaggi e vi assicuro è stupendo. Ci sono molti scalini per scendere ma l'acqua che vedete sul fondo è talmente chiara che vi sembra sia illuminata dalla luce e non si trovi a quella profondità.
Il Pozzo di San Patrizio storico è una struttura costruita e progettata per fornire acqua in caso di calamità o assedio per volere di papa Clemente VII e si conclusero durante il papato di Paolo III Farnese (1527-1537).
Dati del pozzo:
 - 53,15 metri di profondità scavato nel tufo dell'altopiano della valle tiberina ove sorge Orvieto
 - 13 metri di diametro - forma cilindrica a base circolare
 - 248 scalini e 70 finestroni che danno luce

I turisti moderni per l'aura di sacro o per altri sentimenti che il luogo fa sentire buttano le monetine nell'acqua del pozzo una volta raggiunto il fondo nella speranza di ritornare.
Il pozzo prese il nome San Patrizio perché era molto simile all'omonimo pozzo che si trova in  Irlanda.
Si dice che il pozzo porti verso l'aldilà e rappresenterebbe il purgatorio.

Ho trovato parecchie informazioni sia sul Pozzo di San Patrizio in Irlanda che altre leggende attorno a quello di Orvieto. Scrivere tutto come sempre è impossibile e quindi vi indico i link che vi porteranno direttamente ai vari siti che vi assicuro meritano essere visitati ed alcuni hanno anche dei bellissimi video

Vista esterna dall'alto

Vista interna da una delle rampe

Le foto sono state prese parte da Wikipedia e altre da Google Immagini.
Da ricordare anche che Orvieto non è solo famosa per la sua "rocca" ove la città è stata costruita o per il fanoso pozzo ma anche per il suo Duomo che ha una meravigliosa storia e che trovate a questo link  Duomo di Orvieto

La facciata del Duomo

Vi assicuro che una visita ad Orvieto sia per il Pozzo che per il Duomo la merita tutta.
Vedere avvicinandosi ad Orvieto la splendida rocca e le mura della città, visitare l'interno del Duomo ed il suo Pozzo vi faranno rimanere a bocca aperta. Anche le sue viuzze, i negozi che vendono leccornie della zona o souvenir sono molto particolari. Lasciate le vie principali inoltratevi nell'interno troverete tante cose ed ha minor prezzo. Si sa le città turistiche approfittano del turista....

Ciao a tutti.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento