Una libera versione grafica dell'amica Greis - click immagine per la sua pagina

Una libera versione grafica dell'amica Greis - click immagine per la sua pagina
Immagine rielaborata da http://www.maidiregrafica.eu/tutorial/creaannie/oriana/annieoriana.html

Dove trovarmi

venerdì 13 agosto 2010

Beniamino Gigli - tenore

Beniamino Samuele Benedetto Gigli  nacque a Recanati il 20 marzo 1890 e morì a Roma  il 30 novembre 1957 ed  è stato oltre che un grandissimo tenore anche un attore.
Tenore di fama internazionale era uno dei più celebri cantanti d'opera del XX secolo. Dotato di una voce tenorile di rara estensione, venne paragonato più volte ad Enrico Caruso  e chiamato spesso "Caruso Secondo", mentre l'artista preferiva essere considerato "Gigli Primo".

Il suo debutto teatrale (cantava gia prima) avvenne al Teatro Sociale di Rovigo il 15 ottobre 1914 nel ruolo di Enzo nella Gioconda di Amilcare Ponchielli, dopo aver vinto un altro concorso di canto a Parma. Da lì la carriera di Gigli fu tutta in ascesa, portandolo ad interpretare pressoché tutti i principali ruoli tenorili dell'opera. Negli anni 1917-18 fu chiamato al Lirico di Milano ed alla Scala, e iniziarono così le scritture all'estero.  Il 26 novembre 1920 Gigli fece il suo ingresso al Metropolitan di New York. Il successo americano comprese molte altre città degli Stati Uniti e fu favorito sia dall'appoggio importante della comunità italiana che dalla dichiarazione perentoria di Enrico Caruso, che, ascoltato Gigli nel 1919, vide in lui il proprio successore.
Recensione completa su Wikipedia dalla quale ho tratto una piccolissima parte ..Beniamino Gigli

Alcune interpretazioni ...

"Cielo e mar" dalla LA GIOCONDA di Amilcare Ponchielli 1918 nella parte di Enzo



"Bimba dagli occhi pieni di malia" dalla Butterfly di Puccini
Beniamino Gigli e Toti Dal Monte all'Opera di Roma 1939

Beniamo Gigli canta
O'sole mio, Mamma, Santa Lucia, Turna a Surriento e Marechiare


"Mattinata" di Leoncavallo 1935 alla Scala di Milano

NOTA (libera traduzione dall'inglese di una nota su YouTube)
Dopo la morte di Caruso nel 1921, la definizione di "il più grande tenore nel mondo di quel momento" pesò sulle spalle del giovane Beniamino Gigli,  considerato già da tempo il suo naturale successore. 
Il monopolio italiano durò fino al tardo 1930 quando arrivarono cantanti internazionali come Jussi Björling. La "Mattinata" di Leoncavallo sembrò invece composta proprio per Beniamino Gigli.

Ci sono tante opere interpretate dal grande Beniamino Gigli (Traviata, Mefistofele ecc.) ma putroppo essendo interpretazioni vecchie la registrazione è pessima.
Meglio mettere poco ma soddisfacente.
Ciao a tutti

PS.
Avevo gia scritto di Beniamino Gigli abbinato all'opera "Cavalleria Rusticana" di Pietro Mascagni. L'autore infatti, prima di dirigere l'orchestra ed iniziare la rappresentazione,  presentava nella sua doppia veste anche l'interprete. Questo video, raro, registrato allora dalla "Voce del Padrone" di Casa Ricordi è stata tolta da YouTube da dove l'avevo riportata: peccato.
Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento