il "Moro di Venezia" - una delle tante vele a Trieste

il "Moro di Venezia" - una delle tante vele a Trieste
da regata internazionale "Barcolana N° 49 a Trieste il 8 ottobre 2017 Foto personale -

26/06/10

RIOLO TERME (Ravenna)

Riolo Terme è usualmente come già scritto la prima tappa di ogni mio viaggio. Primo perchè con la roulotte/caravan andando verso sud non si possono viaggiare più di tante ore, è molto stancante quindi da Trieste è la fermata perfetta. Usiamo anche la E45 parallela all'autostrada A1 ma gratuita e meno trafficata.
Ora,  oltre che essere la prima tappa è anche l'occasione per salutare l'amica.

Tramite una Guida di Manifestazioni 2010 acquisita a Riolo Terme ho scoperto che è una cittadina mooolto interessante.
A parte gli scorci che offre quale  una Rocca trecentesca , ci sono altre manifestazioni  molto particolari e riporto dalla Guida quelle che a mio giudizio sono le più rappresentative nonchè informazioni su un territorio particolare.

Riolo Terme deve le sue principali attrattive alle richezze storiche, ambientali, enogastronomici ed alle preziose acque termali. Intorno alla Rocca trecentesca si raccoglie il centro storico quale agglomerato suggestivo dentro le mura che servivano nel passato a difendere l'abitato. Attorno domina il verde delle colline che lasciano pian piano il posto agli Appennini offrendo paesaggi unici ed in questo contesto sono numerosi i luoghi da conoscere e dove apprezzare la cucina romagnola nonchè l'enogastronomia del territorio.
Ora come già in epoca romana per coloro che cercano il benessere sono famosi i benefici delle acque termali.

La Rocca


"La Rocca"
Costruzione interessante di fortificazione militare quattrocentesca fu rafforzata nel 1388 dai Bolognesi. Sin dal 1472, sotto il dominio di Carlo II Manfredi subì molte ristrutturazioni. Nel 1985 la Sede Municipale operò una ristrutturazione  ripristinando anche il fossato e, ospita diversi momenti della programmazione culturale e museale come incontri storici-culturali-enogstronomici, programmi musicali e proiezioni cinematografiche.
La rocca è stata rinforzata nelle sue mura anche da Caterina Sforza nel periodo 1494-1499 come loro feudo.
Da ricordare anche che Riolo Terme è tra le Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione e fu insignita della Medaglia di Bronzo al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale.
Per chi volesse leggere ulteriori informazioni da Wikipedia questo è il link Riolo Terme



Stabilimento Termale


"Stabilimento Termale"
Il progetto dell'ing.A.Zannoni fu approvato nel 1870 e nel 1877 si aprirono i cancelli dello stabilimento. Gia
nel 1579 dal medico G.B.Codronchi e nel 1783 dal dott.L.Angeli  fu tentato di far valorizzare le Fonti di Riolo ma non furono ascoltati. Solo nel 1824 le autorità s'interessarono ufficialmente delle Fonti di Riolo.



La Vena di Gesso

"La Vena di Gesso"(Romagnola)
Attraverso il territorio di Riolo dalla valle del Sillaro a Brisighella le colline sono solcate da una spettacolare dorsale grigio argentea, riconoscibile, che interrompe bruscamente i dolci profili collinari conferendo al paesaggio un aspetto unico. Si sviluppa per 25 km con una larghezza media di un chilometro e mezzo. La denominazione "VENA" privilegia l'utilizzo minerario del corpo roccioso sfruttato per l'estrazione del gesso ed in questo contesto Monte Mauro può definirsi una delle alture più caratteristiche e suggestive della Romagna.
Tra le numerose grotte (data la morfologia carsica) di grande interesse speleologico è quella detta di Re Tiberio, in quanto vi sono state reperite tracce della presenza umana risalenti alla preistoria.

Grotta di Re Tiberio


Tra le FESTE, SAGRE  e RIEVOCAZIONI tutte degne di nota quali: Incontro Mare e Collina, Fiera dello Scalogno, La giornata della Salvia e della Saba, ma per la sua particolarità a mio giudizio è la

"Sagra Provinciale dell'Uva con la rievocazione storica tra CELTI e ROMANI "


Celti e romani in lotta...
Romani

Questa sagra nei giorni 16-17-18-19 Settembre 2010, oltre ad essere un avvenimento enogastronomico presenta anche due accampanenti: Tribù Celtica e Romana. I componenti indossano i costumi celtici e romani
ed i rispettivi accampamenti sono rigorosamente allestiti ed offrono battaglie e riappacificazioni sotto la tutela di Bacco il dio del vino, ovviamente per il possesso del nettare degli dei.
Una "Cena Celtica" avviene il 23 ottobre e ne segue il Capodanno Celtico il 31 ottobre "Halloween Samhain".
Immagino che tutti sappiano che la tradizione celtica festeggia la notte del 31 ottobre perchè i loro morti oltrepassassero le porte dell'altra dimensione per tornare a camminare per una notte con i vivi e che esseri benefici o maligni potessero rendersi visibili sulla terra.
La festa giunta alla 16a edizione inizia appunto il 23 ottobre per proseguire e finire il 31 ottobre.
Ci sono cortei formati appunto da maghi, streghe ecc. che coinvolgono i presenti con danze, luci di fuoco e tanto altro. Vino a fiumi, piatti della tradizione, il mercato e oggetti strani si tovano per le vie del villaggio in un continuo di festa tutta la notte fino all'alba.
Chi vuole vedere dei video da youtube di questa festa questo è il link  Video della sagra

Io credo che merita andare a vedere peccato che non stia vicino.
Un saluto all'amica ed alla sua Riolo Terme.

Nessun commento

Posta un commento

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole